BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il governo si spacca sull’acquisto degli F35 Giusto comprarli oppure no?

Acquistare gli F35 oppure spendere quasi 14 miliardi di euro in altro modo? Il dubbio sullo sviluppo e la manutenzione di novanta nuovi caccia per l’esercito tiene banco da tempo, ben prima che Enrico Letta arrivasse a palazzo Chigi.

Più informazioni su

Acquistare gli F35 oppure spendere quasi 14 miliardi di euro in altro modo? Il dubbio sullo sviluppo e la manutenzione di novanta nuovi caccia per l’esercito tiene banco da tempo, ben prima che Enrico Letta arrivasse a palazzo Chigi. La mozione presentata da Sinistra ecologia e libertà sull’acquisto è slittata a mercoledì, nel frattempo però alcuni esponenti del governo dichiarano intenti completamente opposti. “Secondo me bisogna fare un’ulteriore istruttoria – spiega il ministro agli Affari regionali Graziano Del Rio -. Si può rimodulare questa spesa, ma ci sono diverse implicazioni di lavoro, industria, accordi internazionali. Credo che una revisione andrebbe fatta. Non si può dire che sia semplicissimo – ha rilevato l’esponente Pd – ma dobbiamo fare di tutto per recuperare risorse per l’emergenza vera che non è quella della difesa ma del lavoro per i giovani. Non ha senso spendere risorse nel comparto militare».

Il ministro della difesa Mario Mauro frena: «Non ho partecipato a nessun consiglio dei ministri nel quale il governo abbia cambiato posizione» ha detto parlando con i cronisti in Transatlantico. «Pd e Pdl – ricorda il ministro – quando erano separati hanno votato gli F35 e mi sembrerebbe strano che ora da uniti non li votino più. In passato anche rifondazione comunista era d’accordo».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo

    la vicenda non è semplice, generalmente quando si firmano dei contratti vanno rispettati e in più alcune parti dell’ aereo vengono costruite in italia, via l’aereo, via il lavoro, si devono fare alcuni conti e vedere cosa è meglio

  2. Scritto da andrea

    l esercito è garanzia sicura dei destini della patria.
    uno stato forte militarmente è , e sarà uno stato rispettato , uno stato debole militarmente è , e sarà uno stato sottomesso.
    pienamente d accordo per la difesa della patria

    1. Scritto da dd

      certo certo… bene… bravo.

  3. Scritto da Kurt Erdam

    Per tutti coloro che non c’erano(o se c’erano non si ricordano)l’F-35 Lockheed è l’erede del F-104 anche lui Lockheed famoso aereo degli anni 60/70 passato alla storia per una caterva di aerei precipitati con un sacco di piloti morti ammazzati (anche in Italia).E per il famoso scandalo Lockheed, tangenti e corruzione legate a tutte le nazioni europee che avevano acquistato questi aerei e che in Italia portarono alle dimissione del presidente Leone nel 1978.Mi sa che ci risiamo un’altra volta.

  4. Scritto da poeret

    ma guarda un po’..poco alla volta sembra che i punti del programma M5S stanno venendo fuori.. ma non erano tutte fantasie campate in aria? Dalla diminuzione della spesa per la politica, al reddito di cittadinanza, al NO agli F35, ecc..ecc.. ora ci si riempie la bocca.. tempo al tempo, io so attendere

  5. Scritto da only you

    Pare poi che questi aerei siano dei veri bidoni, con costi di manutenzione esorbitanti. Ringraziamo il governo berlusconi per questo ennesimo regalo, alle loro tasche.

  6. Scritto da il polemico

    beh,se i 14 miliardi prendono la stessa rotta dei 4 miliardi di imu dati alla mps,meglio i caccia,almeno qualcosa ci resta. se prendono la rotta del fondo comune della bce e che poi grazie alle banche ci ritornano con intererssi dell’8%,meglio i caccia.se vengono utilizzati in parte per salvare le casse vuote dei partiti scialaquoni,meglio i caccia,interessante vedere come finirà….

    1. Scritto da pm

      Non si preoccupi, c’è l’onestissimo e purissimo silvio a vigilare, ora con l’aiuto di piersilvia, pardon marina – nulla accadrà che non sia per il bene del paese.
      E se qualcosa dovesse andare storto ci rifonderà di tasca sua, come per l’imu.
      E forse sarebbe il caso di chiedersi perchè abbiamo paertecipato alla realizzazione dell’eurofighter, e poi andiamo a comprare un bidone conclamato dagli americani, prima di farne questioni ideologiche.

      1. Scritto da Rob

        Semplice la risposta… Provi a far decollare e atterrare un Eurofighter dalla portaerei Cavour o dall’incrociatore Garibaldi. Se non si chiama David Copperfield temo non avrà fortuna!

  7. Scritto da LORI

    NON COMPRARE CON QUEI 14 MILIARDI LASCIAMOAPERTI OSPEDALI E SCUOLE

  8. Scritto da Cris

    Se si va avanti cosi e meglio per i politici comprare questi caccia , almeno si potranno difendere quando ci sara la caccia ai politici

  9. Scritto da Cris

    Se si va avanti cosi e meglio per i politici comprare questi caccia , almeno si potranno difendere quando ci sara la caccia ai politici

  10. Scritto da Gio

    Non credo sia la priorità, meglio il taglio IVA e Cuneo Fiscale… poi tra qualche anno, ci penseremo.
    Temo però che per fare ciò si dovrà tenere conto di onerose clausole di riscissione.

  11. Scritto da Raimondo V.

    Forse il progetto andrebbe ridimensionato.
    Ora c’è chi è contrario e fa la voce grossa ma basterebbe vedere chi aveva votato SI al progetto. A questi individui che adesso sono contrari farei pagare i soldi finora investiti.
    E’ vero anche che il progetto ha portato lavoro e investimenti (vedi la costruzione dell’impianto a cameri).
    Nessuno parla invece che attualmente la nostra aeronautica (quindi con soldi pubblici) si sta occupando della difesa dello spazio aereo dell’Islanda?

  12. Scritto da mangili giovanni

    Assurdo acquistare gli F35. Abbiamo bisogno di altro come ad esempio fare ripartire il lavoro e l’economia, occupare i giovani con contratti a tempo indeterminato, ridare fiducia al paese, ridurre le povertà. Altro che aerei da combattimento, ma siamo diventati matti?

  13. Scritto da pm

    D’accordo sull’ammodernametno dell’aviazione, ma non sarà un caso se tutte le altre nazioni hanno annullato i contratti per quello che si sta rivelando un gran bidone – solo noi dobbiamo cascarci? C’è puzza di belle tangenti…

    1. Scritto da dd

      hai colto in pieno il problema… tangenti… non lo vuole più nessuno questo aereo, non vale io soldi che costa.. ho visto una puntata molto ben fatta di report che ne parlava molto bene-

  14. Scritto da marco

    Un contratto che porta lavoro, riduzione (ebbene si) alle spese militari rispetto ai caccia se prodotti dalla sola Italia. Nel No c’è molta ideologia e poca concretezza.

    1. Scritto da di fatto

      Volendo credere a quello che i politici di vaglia ci raccontano. Che diceva Boccia, che servono x spegnere gli incendi e portare i malati in ospedale? Contento tu…perché no, la Lockheed è una società di beneficenza, ci porterà lavoro e riduzione delle spese militari… e, di sicuro, qualcuno ci guadagnerà.

    2. Scritto da Diversamenteabile

      scusi o non ho capito io o lei ma questi aerei vengono prodotti
      in America e venduti all’Italia non costruiti in Italia di che lavoro
      dice??

      1. Scritto da Di nome e di fatto

        Una parte del lavoro è fatto in Italia e riguarda 1500 persone impiegate…

        1. Scritto da tommaso pignatelli

          E poi, come affermato da Boccia (PD, ascoltatro consigliere del Presidente Letta), sono utilissimi x spegnere gli incendi e portare i malati in ospedale. Basta crederci, basta un poco di zucchero, e la pillola…

    3. Scritto da andrea

      Giusto. Bravo. Applausi. Una logica veramente geniale. Allora ricominciamo a produrre le mine anti-uomo a forma di giocattolo, che tanto famosi ci hanno reso nel mondo fino a pochi anni fa. Sai quanti posti di lavoro si creerebbero?

      1. Scritto da OhGodWhy

        Perchè era sbagliato produrle?

    4. Scritto da mario59

      Nel no c’è la consapevolezza che innanzi tutto i caccia non sono una priorità, che molti altri paesi hanno annullato i contratti perchè c’è un forte sospetto che quegli aerei siano dei bidoni volanti almeno finchè non cascano, che nella situazione economica del nostro paese, 14 miliardi non possono essere buttati per dar modo a tangenti e bustarelle varie di arrivare nelle tasche di qualche politico.
      Il lavoro è la priorità di questo paese non i caccia..altro che ideologia.

      1. Scritto da claudio

        Concordo… il fatto è che a Cameri (NO) è già stata costruita la fabbrica ultre moderna per costruire le ali di questo caccia. Costo della fabbrica 700 mil. di € ( già spesi). Alenia dice che darà occupazione certa per 2.300 persone ( da vedere ) x i prox. vent’anni. Peccato che parte della commessa delle famose ali sia stata passata dai ns. amici USA ad un’azienda Israeliana… che oltre tutto non sono partner di questo progetto mentre l’Italia si. Mah…ci rimarranno solo debiti..

  15. Scritto da roberta

    “Il Governo si spacca”. Titolone fuorviante per attirare i lettori. Peccato che un falso resti un falso.

  16. Scritto da assurdo

    Al di la’ della dubbia opportunita’ in questo momento di crisi di investire in armamenti, resta il fatto che gli F35 hanno mostrato notevoli problemi (l’ultimo dei quali è che il calore che produce non e’ sopportato da ponti esistenti sulle ns. portaaerei e dovrebbero quindi essere rifatti!) tant’e’ che buona parte dei governi che l’avevano ordinato hanno fermato o cancellato gli ordini! Ma qui (come x la tav) ho l’impressione che tutti han gia’ “preso” ed ora devon mantenere le promesse….

  17. Scritto da Beppe

    Sicuramente da non acquistare: non sono assolutamente una priorità e sono solo un collettore di tangenti per mediatori e politici.