BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atterra a Bergamo la World Conference del trasporto aereo

In università il congresso che riunisce 400 esponenti del trasporto aereo mondiale. Cena di gala di venerdì sera sotto le volte del Palazzo della Ragione.

Atterra a Bergamo «ATRS World Conference 2013», il congresso che riunisce i massimi esponenti del trasporto aereo mondiale.

L’evento, in programma da mercoledì 26 giugno a sabato 29 giugno, è organizzato dall’Università degli Studi di Bergamo (che lo ospita nella sede di Salvecchio e al Seminario vescovile Giovanni XXIII), dall’Air Transport Research Society (ATRS) e da ICCSAI (International Center for Competitiveness Studies in the Aviation Industry), il centro di ricerca per la competitività degli scali nato a Orio al Serio, tra i più importanti a livello europeo e convenzionato scientificamente con l’Università.

Il convegno è organizzato con il supporto operativo di Bergamo Convention Bureau.

Questo evento è una grande opportunità per la città: "Il sistema Bergamo vuole dimostrare la sua capacità di attrazione e di attenzione a tutte le tematiche che concorrono a uno sviluppo sostenibile – commenta il rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Stefano Paleari – Ascoltare le esperienze degli altri è motivo di riflessione per il proprio agire. L’evento mondiale ha richiesto uno sforzo notevole per la sua aggiudicazione e i tanti partecipanti rivelano l’attenzione verso la nostra città 400 persone da tutti i Continenti potranno apprezzare la nostra città e tutte le sue bellezze. L’Università dal canto suo è lieta di farsi promotrice di queste iniziative scientifiche e culturali".

"ATRS World Conference 2013", giunta alle 17ª edizione, richiamerà a Bergamo esperti del settore provenienti da tutti e cinque i continenti.

"Sono attesi circa 400 delegati – spiega il professor Gianmaria Martini, direttore scientifico del convegno e professore di Economia politica all’Università degli Studi di Bergamo – tra accademici, manager aeroportuali e delle compagnie aeree e membri delle principali istituzioni mondiali di riferimento come ICAO e IATA.

La scelta di Bergamo quale sede di questo convegno è un riconoscimento per il gruppo di ricercatori che lavorano su temi quali le dinamiche di sviluppo delle compagnie low cost, la connettività tra gli scali, l’efficienza dell’aeroporto e l’impatto ambientale".

Apertura dei lavori giovedì 27 giugno al Seminario vescovile Giovanni XXIII con due sessioni a partire dalle 9 , si affronterà il tema dell’impatto delle compagnie low cost sulle economie locali, argomento che tocca da vicino l’aeroporto di Orio al Serio: "L’imponente crescita dello scalo orobico – sottolinea Emilio Bellingardi, Chief Operating Officer e Accountable manager di Sacbo, membro fondatore di ICCSAI – è fortemente legata al fenomeno low cost. In dieci anni, dal 2002 al 2012 il “Caravaggio” è passato dal 16° al 4° posto nella classifica italiana per numero di passeggeri. Con un incremento del 610% i passeggeri in transito a Orio al Serio sono passati da 1.252.000 del 2002 a 8.890.604 del 2012".

Coordinati dal rettore Stefano Paleari (che è anche direttore scientifico di ICCSAI), si confronteranno Stefano Baronci, Secretary General, Italian Airport Association; Giulio De Metrio Chief Operating Officer e deputy C.E.O di Sea – la società che gestisce Malpensa e Linate e detiene il 30,98 per cento di Orio; Andrea Mentasti, direttore generale di Sacbo (società che gestisce Orio); Perry Miller, capo dell’aeroporto di Houston e Paolo Sgaramella, vicepresidente di Air Dolomiti.

Dalle 11 spazio alla seconda sessione plenaria dedicata alle eccellenze nel mondo degli aeroporti. Moderati da Mario Diaz (Ceo aeroporti di Houston) e Tae Hoon Oum della University of British Columbia (fondatore e chairman di ATRS), si confronteranno esponenti degli scali di Copenhagen, Ginevra, Seul, Sydney, Minneapolis, Oklahoma City e Atlanta.

Tra i momenti più significativi anche la premiazione degli aeroporti risultati migliori nel benchmarking annuale svolto dall’ATRS e la cena di gala di venerdì sera sotto le volte del Palazzo della Ragione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario

    Non ci sarà nessun rappresentante del BFDSCDP che si è molto sviluppato con l’espansione dello scalo? Eppure il Bergamasch Fò Di Strass Chel Dorma Pieu è una realtà importante nei dintorni dello scalo…produce PIL ed è determinante nel contesto economico provinciale e lombardo!

  2. Scritto da angilberto

    Incominciate a tagliare le erbacce alte 2mt e ripulire i cigli delle strade e superstrade e relativi svincoli intorno alla città. 1 es. la tangenzialina che dal rondò di Orio porta all’innesto con via Zanica non è mai stata messa in manutenzione da quando esiste, sembra di essere su una sperduta strada fra le dune spiaggifere del sud Italia. Altro che Copenhagen, Ginevra, Seul, Sydney, Minneapolis, Oklahoma City e Atlanta… Cominciamo dal basso… vero sindaco Tentorio?