BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Variante di Zogno Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria fotogallery

Lunedì 24 giugno è stato abbattuto l'ultimo diaframma nella prima delle due gallerie la Inzogno, lunga 646 metri, la più breve delle due previste sul tracciato, alla presenza del presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, e del presidente della Provincia di Bergamo, Ettore Pirovano

Più informazioni su

Il progetto della grande variante di Zogno, di cui se ne parla dagli anni 80 è sempre più una realtà. Lunedì 24 giugno è stato abbattuto l’ultimo diaframma nella prima delle due grandi gallerie della variante di Zogno, lunga 646 metri, la più breve delle due previste sul tracciato di complessivi 4,5 chilometri. L’opera è finanziata dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Bergamo per un valore di Euro 44 milioni e 360 mila euro. Un momento molto importante, seguito da un lungo applauso e dalla benedizione del parroco Don Angelo e in ultimo da un brindisi generale.

La prima galleria, la più grande, ha subito nell’ultimo periodo grandi cure, dovute al maltempo incessante e alle infiltrazioni d’acqua e, avendo una tipologia di roccia particolare, si è dovuto intervenire con una serie di archi in acciaio, su cui poi verrà messo il calcestruzzo. Dunque per terminare il tutto, anche oggi si è ripetuto che bisognerà aspettare febbraio 2015 se non ci saranno problemi. Per la grande occasione, sono intervenuti oltre ai numerosi sindaci della valle, ai rappresentati della provincia e ai dirigenti, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.

Molto entusiasta dell’opera e di come si siano svolti i lavori fino ad oggi e ha sostenuto la necessità di un opera del genere per la Valle Brembana, per rilanciarla e per l’importanza che ha sempre avuto questo territorio Bergamasco, per la Lombardia e per l’Italia. Il sindaco di Bracca, Muttoni Marco sostiene che sia un momento storico per la valle, atteso da decenni, “mi auguro che tutte le altre opere in programma, possano essere concluse nei tempi come sta avvenendo per questa variante”.

Più sognatore il sindaco di Mezzoldo, Rossi Domenico che a detta sua: “è solo l’inizio, ci vorrebbero più opere simili in valle, per la Valtellina, per la Val Taleggio” scherza. Nella prima parte della galleria, stanno lavorando i tecnici della Cogesud di Matera, mentre per la seconda parte l’Itinera di Tortona, e anche verso quella direzione si procede a gonfie vele.

Due scoppi al giorno, e si prevede un termine per la fine dell’anno e inoltre c’è anche la sistemazione della zone a cielo aperto. Un grande lavoro dunque, che per ora sembra non aver deluso le aspettative.

Nicolò Belloli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Riccardo

    Non si capisce perché tutte queste lamentele, i nostri governanti questo sanno fare molto bene e poi non è difficile andare a inaugurare cose, farsi vedere, chiedere qualche voto per il futuro, dire qualche parola di circostanza, tutto fa brodo, o brodaglia?

  2. Scritto da angilberto

    Credo che se qualche presenza doveva esserci, quella di Formigoni assieme a quella di Bettoni sarebbe stata la più giusta… e comunque alla fine di tutta la variante!

    1. Scritto da Gino

      Ma cosa dici… Questa opera e’ stata finanziata grazie all’amministrazione Pirovano.. Altrimenti giaceva ancora tra le carte regionali in attesa di essere finanziata … Questo e’ un dato di fatto oggettivo ammesso anche dagli esponenti del pd.. Ma l’anti leghismo acceca come talpe …

  3. Scritto da Luca

    Sistemando un pò le strade e tagliando fuori anche San Giovanni Bianco ,potrebbe tornare utile un bel tunnel per la Valtellina .

  4. Scritto da francesco

    Ok, ma maroni che meriti ha?

  5. Scritto da Non col vento

    Ma in Svizzera quando realizzano tunnel di chilometri, che dovrebbero fare? Festeggiare per qualche settimana? Sono ridicoli e sfrontati !