BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rapina e sparatoria in Slovenia: bergamasco carcerato in Italia

E. R., 26 anni, è stato consegnato ai carabinieri di Clusone. Era stato condannato a 13 anni per rapina, produzione e traffico illecito di armi o esplosivi, ricettazione e tentato omicidio dopo un tentato colpo nella filiale della Banka Koper di Lucia insieme ad un altro bergamasco

Un bergamasco condannato in Slovenia a 13 anni per una rapina a mano armata è stato trasferito in Italia, all’ex valico di Fernetti (Trieste), per scontare la pena in Italia. E. R., 26 anni, di Monasterolo del Castello, è stato consegnato ai carabinieri di Clusone. La Corte d’Appello di Capodistria lo aveva condannato per rapina, produzione e traffico illecito di armi o esplosivi, ricettazione e tentato omicidio.

Nell’agosto 2011, assieme a un altro bergamasco (di 2 anni più giovane, sempre di Monasterolo), già trasferito in Italia ad aprile, aveva commesso una rapina con una sparatoria nella filiale della Banka Koper di Lucia (Capodistria), ferendo un agente di polizia. Gli è stato inoltre notificato un ordine di custodia cautelare in carcere, emesso in aprile dal Gip del Tribunale di Bergamo per rapina, usura, estorsione e sequestro di persona.

I malviventi erano entrati in azione con il viso nascosto da calzamaglie. Impugnavano un pesante martello con il quale avevano subito sfondato il bancone. Poi avevano estratto le armi e costretto gli impiegati a consegnare il denaro che era nelle casse. I resoconti della polizia locale parlano di una grande quantità di denaro – in Slovenia la moneta corrente è l’euro – senza specificare l’esatto ammontare. Poi i complici bergamaschi erano scappati in moto, dirigendosi a Sud, verso il confine con la Croazia.

Era subito scattata una caccia all’uomo, con auto della polizia ed elicotteri. Durante le concitate fasi della cattura, uno dei due fuggitivi aveva esploso alcuni colpi di pistola, uno dei quali ha raggiunto un poliziotto, ferendolo in modo non grave a una gamba. Tre le armi sequestrate ai due bergamaschi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.