BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Guardia di Finanza stana 40 evasori totali Iva inevasa per 32 milioni

La Guardia di Finanza di Bergamo fa il bilancio: in un anno stanati 40 evasori totali, praticamente sconosciuti al fisco; 124 milioni di euro sottratti a tassazione; 32,7 milioni di Iva inevasa e beni sequestrati per 9,2 milioni.

Una lotta all’evasione fiscale che non abbassa mai la guardia. Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo sotto la guida del comandante Giovanni De Roma, fa un bilancio della propria attività, impegno orientato prioritariamente verso i fenomeni di evasione fiscale più gravi ed insidiosi, per i danni che producono al bilancio dello Stato, degli Enti locali e del sistema economico nel suo complesso, ma anche al concreto recupero delle risorse illecitamente sottratte all’Erario, mediante una sempre più efficace aggressione patrimoniale. Parallelamente all’impegno nella lotta all’evasione fiscale, è stata ulteriormente intensificata l’azione a tutela delle uscite dal bilancio pubblico, coerentemente con le esigenze di contenimento della spesa e dei processi di spending-review, cercando di individuare e prevenire sprechi e malversazioni nonché di salvaguardare gli standard dei servizi pubblici offerti.

Quindi, l’attività dei Reparti dipendenti (Nucleo di Polizia Tributaria di Bergamo, Gruppo di Bergamo, Compagnie di Treviglio e di Orio al Serio, Tenenza di Clusone e Brigate di Sarnico e di Costa Volpino) si è sviluppata principalmente nella lotta all’evasione ed all’elusione fiscale e nel contrasto alle varie forme di criminalità economica. In particolare, nei primi 5 mesi del 2013, al numero di pubblica utilità “117” sono pervenute 182 telefonate con un incremento percentuale pari al 23% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Ecco di seguito alcune delle attività svolte nei primi cinque mesi del 2013 dalle Fiamme Gialle a Bergamo:

EVASIONE FISCALE

Interventi avviati: 483;

Reati fiscali accertati: 91;

Soggetti denunciati: 52;

Imponibile sottratto a tassazione: 124 milioni di euro;

Violazioni all’IVA: 32,7 milioni di euro;

Ritenute non versate: 106 mila di euro;

Richiesti sequestri di beni per 9,2 milioni di euro;

Scoperti 45 evasori (40 totali e 5 paratotali);

Scoperte 7 aziende che utilizzavano 20 lavoratori irregolari;

SCONTRINI E RICEVUTE FISCALI

Controlli sull’emissione di scontrini e ricevute fiscali:

Eseguiti: 1.380;

Verbali per irregolarità: 410, con una percentuale di circa il 30%;

Chiusure di attività commerciali per reiterate mancate emissioni di scontrini e ricevute fiscali (4 violazioni nel quinquennio):

27 proposte di chiusura di cui 7 eseguite.

Prestazioni sociali agevolate

Controlli eseguiti: 110;

Verbali per irregolarità: 52.

CRIMINALITA’ ECONOMICA:

Denunciati 31 soggetti per reati fallimentari;

Verbalizzati 50 soggetti per normativa antiriciclaggio di cui 4 denunciati per il reato ex art. 648 bis c.p.;

Verbalizzati 37 soggetti per importazione/esportazione di complessivi 545.070 euro in contanti;

Segnalati 42 soggetti per violazioni al trasferimento di denaro contante per un totale di 36,6 milioni di euro;

Verbalizzati 22 soggetti per bancarotta fraudolenta di cui 21 denunciati a p.l. e uno in stato di arresto;

CONTRASTO AL TRAFFICO STUPEFACENTI:

Denunciati 21 soggetti, di cui 20 in stato di arresto;

Segnalati alla Prefettura i nominativi di 15 assuntori;

Sequestrati 193 kg tra hashish e marjiuana, circa 20 kg di cocaina e 7 automezzi.

CONTRAFFAZIONE E SICUREZZA PRODOTTI:

Denunciati 6 soggetti;

Sequestrati 2.122 prodotti recanti marchi di fabbrica contraffatti e 131 prodotti non sicuri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bignoca

    Quate bale! i fa be o i fa mia be.
    Se i tase iè trop volte la set ia paga mia.
    Sbàsale che dopo ta edet che la zet ia paga.
    ol rest ie robe de barlafus.

  2. Scritto da Gianbon

    Per chi evade le tasse basterebbe fare una legge che per un periodo proporzionale all’evasione vengano privati di tutti i benefici dello stato sociale:Farmaci, ospedali, scuole, pensioni, pompieri, carabinieri ecc.Cosi forse capiscono a cosa servono le tasse!!

  3. Scritto da il polemico

    beh,basta che sti evasori vadano in tv alla valentino rossi,negando e piangendo un pò,e vedrete che se la caveranno con una minima multa…kurt e narno permettendo,perchè sembra che tutto il funzionamento dell’italia dipende da loro e dasi loro teoremi di pitagore ed euclide,dal ricco che parcheggiando in doppia-fila fa diminuire il pil,a quello che inquinando in gruppo,con il teorema delle parcentuale in verità inquinerebbe poco..mah,staremo a vedere

  4. Scritto da poeraITALIA

    buffoni D’ ITALIA qualche anno fa scoprirono evasori questi sono alcuni che avevano evaso tasse per CENTINAIA DI
    MILIONI D’EURO ed il risultato piuttosto che far pagare chi aveva evaso gli fecero pagare un terzo del dovuto chi evase per 100 milioni pagò nemmeno il 20% sull’evaso assurdità ITALIANA i vari TOMBA,PAVAROTTI,
    VALENTINO ROSSI,BIAGI,MELANDRI,ZANARDI,ORNELLA MUTI DEL PIERO ECC ECC e vanno a guardare gli scontrini
    ma i nuovi ricchi circa 8,000 persone chi sono

  5. Scritto da Tasslehoff

    Perfettamente d’accordo, oggi si legge di tutto per dare addosso a questa operazione di civiltà ancor più che tributaria.
    Dalla privacy violata (ma dove?) allo stato di polizia, forse a quelli che si lamentano stava bene lo stato di anarchia e caos vigente fin’ora, guardacaso chi le tasse le ha sempre pagate (come i lavoratori dipendenti) non si lamenta per niente.

  6. Scritto da ugo

    Dovrebbero pubblicare i nomi cosi che la gente non vada piu a servirsi di questi ladruncoli

  7. Scritto da Carlo Pezzotta

    Dateci dentro GdF, dateci dentro. I lacoratori dipendenti non ne possono più di essere presi x i fondelli!!!!

    1. Scritto da CRISI ??

      forse ha ragione lei ma ci sono molti lavoratori DIPENDENTI che lavoravano in DALMINE e facevano 2 o più giornate di tutte queste ore quelle regolari erano 8 le altre tutte in nero ora chiedo
      QUESTA NON E’ EVASIONE????

      smettiamola con i lavoratori dipendenti santarelli non ci cree nessuno.

      1. Scritto da lotty

        Dipendenti, non solo dalmine però, che facevano lavoro nero qualche anno fa sicuramente c’erano, ma chi evadeva di più era sicuramente il “secondo” datore di lavoro, sei d’accordo?

        1. Scritto da Lugi

          Che miseri che siete: il lavoratore che dopo la sua giornata fa altre ore, è per poter garantire alla sua famiglia un tenore di vita accettabile. Credete che uno faccia 10-12 ore al giorno per buontempo? Credete che non preferisca anche lui stare a riposo o in giro con la sua famiglia o con gli amici a far bisboccia? Sarebbero i dopolavoristi in nero, il problema maggiore dell’Italia? Mamma mia come siete aridi…

          1. Scritto da Beppe

            Aridi o no, sta evadendo, portando via il lavoro a chi non ce l’ha e che sta peggio di lui!

          2. Scritto da Luigi

            Rispondi, per favore: credi che lo faccia per divertimento? In uno stato dove si premiano gli imbroglioni e i disonesti, è chi lavora il 30% in più, il problema? Il dopolavorista, ha già tassato la sua persona col primo lavoro. Il resto, è sacrificio suo… Sarà disonesto, ma è il più candido tra tutti i ladroni d’Italia!