BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Idem, faccia a faccia con il premier Letta Si deve dimettere?

Potrebbe essere la giornata delle prime dimissioni del governo Letta. Josefa Idem, ministro delle Pari opportunità, si confronterà con il premier sul caso dell’Ici non pagata.

Più informazioni su

Potrebbe essere la giornata delle prime dimissioni del governo Letta. Josefa Idem, ministro delle Pari opportunità, si confronterà con il premier sul caso dell’Ici non pagata. Lo ha annunciato lo stesso Enrico Letta durante la trasmissione “In mezz’ora” di Lucia Annunziata.

Il presidente del Consiglio ha precisato di non aver visto «tutte le carte» e che vuole vederle tutte. Ha detto ancora che bisogna «essere garantisti e garantire opportunità e rispetto delle regole» come «elemento chiave del nostro governo». Ma «nessun doppio standard”.

Paradossalmente ad essere più morbido con la Idem è stato il capogruppo Pdl alla Camera dei deputati, Renato Brunetta: «La vicenda del ministro Idem? Io sono un garantista all’ennesima potenza, contrariamente ai miei colleghi del Pd che nel passato si sono infilati in ogni strumentalizzazione – ha affermato in una intervista a SkyTg24 – Io non faccio strumentalizzazioni rispetto le persone, rispetto anche gli errori delle persone. Chi non ha mai fatto un errore nella denuncia dei redditi? Chi non ha mai fatto un errore sull’Imu? Chi non ha mai fatto un errore sull’Iva? Quindi io non sarei per dare la croce in testa a questo o a quel ministro, è un gioco che non mi appassiona, che non ho mai fatto e che non farò mai».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    si deve dimettere senza se e senza ma , ma vi ricordo che siamo in italia e i nostri politici nuovi o vecchi che siano, non hanno dignita e orgoglio,questo è il paese dei furbi che non vengono mai puniti

  2. Scritto da mario59

    Brunetta ha ragione, chi non ha mai fatto errori nel calcolo del pagamento delle tasse.
    Ma qua occorre capire se vi è stato un errore o se la Idem non ha proprio pagato l’ICI o l’IMU…un conto è pagare sbagliando i conti un altro è non pagare affatto.. la differenza non è poca.
    In colcusione, speriamo che lasolidarietà di Brunetta per la Idem non sia causata per avere commesso lo stesso “errore”

  3. Scritto da Kurt Erdam

    Si deve far carico di tutte le sue mancanze e se si ritiene che il prezzo siano le dimissioni si devono dimettere contemporaneamente anche tutti gli altri che hanno commesso mancanze per lo meno simili (a cominciare da berlusconi).

    1. Scritto da La verità fa male

      cioè in altre parole, secondo il teorema craxiano a lei caro, “non si deve dimettere nessuno” (perchè è chiaro che dire “si devono dimettere tutti” equivale a dire “non si deve dimettere nessuno”: ognuno infatti prima di dimettersi potrebbe pretendere che lo facciano gli altri)

      1. Scritto da Kurt Erdam

        Esattamente adesso che si è dimessa la signora Idem mi aspetto le dimissioni di tutti quelli che ne hanno combinate almeno simili o peggio compresi ex presidenti del consiglio e presidenti di regione.Perché se questa si è dimessa senza processi o pendenze penali non vedo come chi è stato anche processato e condannato debba continuare a restare lì.

      2. Scritto da Idem come gli altri

        Scrivere “tutti gli altri che hanno commesso mancanze per lo meno simili (a cominciare da berlusconi)”, non significa “si devono dimettere tutti”. O non hai letto, o hai frainteso.

  4. Scritto da Luca

    Idem…con patate! Ma a chi la vuole raccontare?