BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Gay Pride di Palermo sfila l’orgoglio omosessuale di Bergamo fotogallery

Ci sarà anche una delegazione bergamasca oggi, sabato 22 giugno, al Gay Pride di Palermo al quale parteciperà anche il presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini.

Palermo vive oggi, sabato 22 giugno, una giornata particolare: il Gay Pride nazionale 2013. Nella sfilata che attraverserà il centro storico della città per rivendicare l’orgoglio nazionale ci sarà anche una delegazione di Bergamo. Non è la prima volta che la Bergamasca dimostra la propria sensibilità in tema di orgoglio omosessuale, già Treviglio ha accolto nel 2010 il Gay Pride. All’appuntamento di Palermo, che ha il patrocinio dell’amministrazione comunale guidata da Leoluca Orlando, parteciperà per la prima volta anche il presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini. E’ il primo pride che riceve un messaggio da un ministro di un governo straniero (la ministra della Giustizia francese, Christiane Taubira) e sarà il pride più a Sud d’Europa.

Ad aprire la giornata sarà un convegno alle 10 organizzato al Village da Arcigay all’istituto Gramsci e dal titolo: "Crimini d’odio nell’ordinamento italiano – Omofobia e Transfobia, paradigma dell’invisibilità". Interverranno Marco de Giorgi, direttore dell’Unar, l’ufficio Nazionale Anti-discriminazione Razziale e Flavio Romani, presidente nazionale di Arcigay.

Alle 16 al foro Umberto I ci sarà il concentramento per la parata che attraverserà Palermo. Sarà presente anche il colorato trenino delle Famiglie Arcobaleno, dedicato ai bambini ed a tutte le famiglie e un carro di Amnesty International che ha organizzato nei giorni scorsi due incontri con attivisti provenienti da Paesi in cui l’omosessualità è un reato, come la Russia, l’Uganda, l’Algeria.

E’ prevista la partecipazione di Eva Riccobono, Vladimir Luxuria, Maria Grazia Cucinotta, Barbara Tabita, Victoria Cabello, Emma Dante, il sindaco Leoluca Orlando, il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, i parlamentari: l’onorevole Ivan Scalfarotto, il senatore Sergio Lo Giudice, l’onorevole Alessandro Zan, l’onorevole Michela Marzano, Erasmo Palazzotto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da dd

    a me francamente non me ne frega niente ne dei gay ne del loro “orgoglio”. trovo però che una manifestazione simile sia solo una pagliacciata che non fà altro che peggiorare le cose… siete gay, va bene, a me francamente non me ne importa un fico secco, basta che la vostra sessualità venga vissuta nel limite delle regole che valgono anche per gli etero e buonanotte al secchio..

  2. Scritto da cristiano

    l’orgoglio di essere sodomiti e sodomizzati???NO GRAZIE.
    e smettetela di mettere in piazza le vostre miserie.Esibitevi di meno e siate più umili.

    1. Scritto da gigi

      anche tante donne etero sono passivamente impegnate in queste attivita’

  3. Scritto da Davide

    giusto per notazione di cronaca, tra i tanti nomi, c’era anche Paolo Ferrero.

  4. Scritto da il polemico

    orgoglio omosessuale?ma è dalle dichiarazioni del berlusca sul tipo:preferisco le donne che essere gay,che tutti gli antibelrusca si sono sentiti offesi per questa ammissione,quindi si deve dedurre che gli omosessuali siano almeno la metà della popolazione,e quindi di cosa devono inorgogliosirsi?sono una maggioranza che vogliono avere tutto e sempre di più…obbligando gli altri a subirli,in nome della vera democrazia

  5. Scritto da Io

    oggi purtroppo un adolescente che scopre la sua omosessualita’ vive almeno per un po’ un dramma. Una realta’ del tutto naturale non e’ ancora culturalmente accettata come tale e questo genera sofferenza. La pagliacciata serve a tenere alta l’attenzione sul problema, come le femministe che sventolavano i reggiseni…alla fine hanno potuto votare e tanto altro, anche se molti le hanno considerate pagliacci!!!

  6. Scritto da Io

    oggi purtroppo un adolescente che scopre la sua omosessualita’ vive almeno per un po’ un dramma. Una realta’ del tutto naturale non e’ ancora culturalmente accettata come tale e questo genera sofferenza. La pagliacciata serve a tenere alta l’attenzione sul problema, come le femministe che sventolavano i reggiseni…alla fine hanno potuto votare e tanto altro, anche se molti le hanno considerate pagliacci!!!

    1. Scritto da antonio

      lo dice lei che è naturale. secondo me è proprio l’inverso. una situazione innaturale trasformata culturalmente in normale. poi queste pagliacciate dimostrano proprio quella falsa gioia e allegria che vogliono credere di avere i gay quando tutte le statistiche dimostrano che non sono per niente felici (suicidi depressioni e quant’altro) la natura ce l’abbiamo scritta nel nostro dna ed è incancellabile. maschio e femmina li creò tutto i resto sono ca….te

      1. Scritto da giorgio

        (segue)..poco importa se iscritto nel dna o che porti alla felicità, che venga tutelato con dei diritti per il solo fatto di esserci.. C’è, è inutile far finta, punto.
        Non so se mi sono spiegat.. Francamente la sua posizione mi pare non centrare la vera questione del problema ma liquidarla frettolosamente a monte di pregiudizi..

      2. Scritto da giorgio

        ..non capisco.. La questione secondo me è malposta poichè più che chiedersi se è naturale o meno – e l’omosessualità esisteva già dai tempi dei romani e non è una invenzione moderna… – le domande che si pongono, e che manifestazioni come queste vogliono sollevare, sono orientate a porre la centro della discussione un orientamento sessuale,..(continua)

  7. Scritto da Piero

    Ah,bene.Di questi tempi cè rimasto solo questo.

  8. Scritto da mario59

    Come in tutte le cose credo sia fondamentale evitare gli eccessi, tanto non è questione di gay o etero, ma di persone intelligenti e a modo, o di persone maleducate e poco intelligenti…queste due categorie contrapposte, esistono tra gli etero, quanto tra i gay.
    Ribadisco quanto già scritto altre volte, giudico le persone singolarmente e non per la loro provenienza o per il loro orientamento sessuale.

  9. Scritto da antonio

    se essere orgogliosi vuol dire fare quelle pagliacciate in maschera e pure indecenti siamo messi bene.

  10. Scritto da gio

    Evviva arriva il gay pride a palermo ora tutti i problemi sono scomparsi , e nn ci sara’ piu’ la crisi. Tutto risolto.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Noiosi e prevedibili questi del “ci sono altri problemi”. Lei precisamente che cosa sta facendo, di persona e in concreto, per contribuire alla soluzione di uno qualunque dei problemi che ritiene più importanti?

  11. Scritto da eli

    Secondo me Gigi ti manca tutto un ‘pezzo’ relativo a diritti civili negati, discriminazione, omofobia…non si tratta di appoggiare qualcuno, ma di unirsi o ignorare una giusta rivendicazione. Chi non è interessato può sempre stare a casa sua.

    1. Scritto da gigi

      infatti io ignoro la rivendicazione poi che sia giusta è tutto da vedere perchè se inizi a parlare di adozioni ti dico subito che mi schiero per il NO. il motivo per cui commento è perchè i gay sono perennemente alla ricerca di notorietà e danno dell’omofobo a chi non la pensa come loro…………è un razzismo al contrario

      1. Scritto da costantino porfirogenito

        Se la Sv fosse aggredita per strada in ragione della sua preferenza per il sesso femminile, o , ipotizzando lei abbia i capelli rossi o sia di religione indù , le proibissero di sposarsi o di adottare , avrebbe idee molto diverse. Se lei protestasse per queste ragioni sarebbe per notorietà?

        1. Scritto da gigi

          la protesta si può anche fare ( fermo restando che molti sembrano dei giullari esibizionisti ) ma non è detto che la società debba dare risposte positive. da me non avranno MAI il benestare per adottare………….e penso che anche la lega, udc, pdl siano d’accordo, i falliti del pidimenoelle cercheranno di assecondarli ma solo perchè non sanno di nulla, prolissi ma zero sostanza in tutto

    2. Scritto da Sergio

      Ma c’è per caso una manifestazione di orgoglio etero attuata con metodi analoghi? Ma che metodi utilizzano? Diritti per tutti, d’accordo, ma manifestazioni-pagliacciata a che pro???

  12. Scritto da gigi

    oggi come oggi essere gay è molto cool e trendy, e anche qualche politico ama pavoneggiarsi con loro. a me sinceramente non me ne può fregar di meno ci sono altre priorità e cmq la loro tattica è di tacciare di razzismo chi non li appoggia