BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Massimo Fini racconta i danni del capitalismo

Massimo Fini a Bergamo venerdì 21 giugno ospite di Caposaldo Associazioni Unite per spiegare il suo pensiero sul capitalismo e come è possibile uscirne.

Più informazioni su

Massimo Fini a Bergamo per la chiusura del ciclo di conferenze Cos’è il capitalismo organizzato: «Proposte finali: come uscire dal Capitalismo».

Per la chiusura del ciclo di incontri su Cosa è il Capitalismo, Caposaldo Associazioni Unite offrirà un gran finale con un ospite d’eccezione. Nell’ultima serata della serie di appuntamenti, ai relatori delle precedenti conferenze, Paolo Bogni, Milena Battaglia, Paolo Galante, Simone Boscali, Andrea Marcon, si aggiunge il giornalista e scrittore milanese Massimo Fini, fondatore e responsabile nazionale di Movimento Zero.

L’appuntamento è per venerdì 21 giugno a Bergamo, presso la Sala degli Angeli della Casa del Giovane (via Gavazzeni 13) alle 20.30.

In questa occasione i relatori di Caposaldo chiuderanno il cerchio tracciato nelle precedenti dieci conferenze approfondendo le proposte di uscita dal sistema capitalista nelle varie declinazioni in cui è stato con successo preso in esame: economia, coscienza e spiritualità, nuovo ordine mondiale, geopolitica, filosofia, ecologia profonda.

Sarà Massimo Fini ad aprire l’esposizione della serata presentando il proprio pensiero da sempre critico verso il sistema capitalista e i suoi mali: sfruttamento, omologazione, nichilismo, mercificazione, alienazione.

Massimo Fini, classe 1943, è stato giornalista, autore teatrale e saggista. Nel corso del tempo ha affinato sempre più un pensiero critico verso la modernità capitalista e occidentale, una criticità che ha trovato organica espressione nel 2005 con la fondazione di Movimento Zero, di cui fa parte anche Caposaldo Associazioni Unite, e la stesura del Manifesto del medesimo gruppo.

Per uscire dalla decadenza attuale, Massimo Fini e il suo movimento propongono l’adozione di strumenti come la democrazia diretta, la decrescita economica, la sovranità monetaria, il ritorno alle piccole patrie e all’autodeterminazione dei popoli delegittimando ogni volontà occidentale di influire sulle scelte altrui.

E’ autore di svariati libri tra cui: Il denaro, “sterco del demonio”; Il vizio oscuro dell’Occidente. Manifesto dell’antimodernità; Sudditi. Manifesto contro la democrazia.

http://www.caposaldo.org 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurt Erdam

    Questo è quello che ha teorizzato per grillo il gruppo A composto di precari disoccupati,occupati temporanei,disperati in genere(fra cui molti dei nostri figli)e i loro antagonisti(da combattere)del gruppo B,composto fra l’altro di pensionati,impiegati statali colpevoli di avere un reddito fisso e(??)sicuro,e di quelli che hanno un conto in banca discreto(magari risparmiato in una vita da formica)che usano magari come welfare per i figli.Immigrati,comunisti e terroni erano già occupati.

  2. Scritto da Andrea

    Caro poeraITALIA, Massimo Fini oltre che anticapitalsta è pure anticomunista!! Quello dell’Unione Sovietica era un Capitalismo di Stato!! Svegliamoci. Chi contesta oggi il capitalismo in modo intelligente non propone nè i centri sociali nè la Russia di trent’anni fa!!!

  3. Scritto da Alessandro Nardi

    La pagina facebook dell’evento:
    https://www.facebook.com/events/164571047049400/

  4. Scritto da poeraITALIA

    Perché non è andato in Russia ai tempi

    1. Scritto da paolo

      Caro poeraITALIA,
      Massimo Fini oltre che anticapitalista è anche anticomunista, e non ha mai indicato nell’Unione Sovietica (un Capitalismo di Stato…) alcun modello d’ispirazione per uscire dalla porcheria del Capitalismo occidentale. Certo che mi chiedo come si faccia ancora a difendere il Capitalismo, a meno che tu, caro poeraITALIA, o sei un banchiere o sei un grande capitalista…

    2. Scritto da paolo

      Caro poeraITALIA,
      Massimo Fini oltre che anticapitalista è anche anticomunista, e non ha mai indicato nell’Unione Sovietica (un Capitalismo di Stato…) alcun modello d’ispirazione per uscire dalla porcheria del Capitalismo occidentale. Certo che mi chiedo come si faccia ancora a difendere il Capitalismo, a meno che tu, caro poeraITALIA, o sei un banchiere o sei un grande capitalista…