BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Comproprietà risolte Ma il futuro del Gabbia resta un mistero

Il talento di Bolgare non sembra gradire un ritorno sotto le Mura: "Atalanta? Per ora la priorità è la Juventus". Intanto i nerazzurri rinnovano col Genoa la compartecipazione di Canini.

Più informazioni su

Giornata frenetica quella di giovedì per la società atalantina, chiamata a risolvere le ultime comproprietà per evitare le buste. Nel primo pomeriggio è arrivata l’ufficialità del rinnovo della compartecipazione di Atalanta e Genoa per il cartellino di Michele Canini, che resterà così a Bergamo anche nella prossima stagione. Stesso discorso vale anche per Luca Cigarini per il quale i nerazzurri hanno acquistato la metà dal Napoli, come consentiva il diritto di riscatto fissato un anno fa quando i due club si sono accordati per il ritorno del regista emiliano sotto le Mura.

In ottica futura il club bergamasco ha acquistato in comproprietà dal Varese Giuseppe De Luca, che in questo primo anno e mezzo a Bergamo era in semplice prestito, mentre è stata rinnovata con la Juventus anche la comproprietà di James Troisi, con l’Atalanta che potrà decidere dove piazzare l’italoaustraliano per permettergli di giocare con continuità.

Sempre con i bianconeri è stato chiuso giorni fa l’accordo per Manolo Gabbiadini, per il quale la compartecipazione è stata rinnovata. Ma il futuro del talento di Bolgare è tutt’altro che chiaro: a Bergamo lo riprenderebbero volentieri, Antonio Conte ci sta facendo più di un pensierino per tenerlo il prossimo anno mentre Beppe Marotta e Fabio Paratici stanno vedendo se è possibile piazzarlo in qualche importante trattativa. Quel che è certo, però, è che l’attaccante bergamasco non andrà più in prestito.

Nei giorni scorsi si era anche parlato di un suo possibile ritorno all’Atalanta (ipotesi mai scartata, peraltro, da Marino e Colantuono) ma mercoledì lo stesso Gabbiadini ha confermato di preferire nettamente l’opzione Juventus: "Atalanta? Io ad ora sono un giocatore della Juve, potrei anche restarci – ha dichiarato a Sky -. Ma il mio futuro non è ancora deciso: ora, dopo l’Europeo, ho solo voglia di staccare la spina, poi vedremo".

Tornando alle comproprietà, per Migjen Basha non si è trovato l’accordo col Torino: si è così andati alle buste, dove pare che i granata abbiamo messo 100mila euro in più rispetto ai bergamaschi. Stesso discorso per il giovane talento Daniele Baselli, per il quale, però, sembra essere in vantaggio l’Atalanta sul Cittadella.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bluff

    la dimostrazione della mancanza di un progetto concreto e di quanto sia sopravvalutato Marino.

  2. Scritto da nino cortesi

    L’Atalanta si sta muovendo bene. Non deve compiere due errori però. Il primo è di cedere Moralez ed il secondo di non prendere un forte difensore centrale, anche Spolli andrebbe bene.

    1. Scritto da Francesco

      Moralez non andrà da nessuna parte, colpa della “strrepitosa” stagione passata, molto più probabile un suo rientro in patria, dato che qui sembra non avere più stimoli e con lui in campo abbiamo sempre giocato in 10.

      1. Scritto da nino cortesi

        Mi sa che chi gestisce l’Atalanta ne sappia più di te di calcio. Non per nulla hanno pagato 5.000.000 di euro Maxi Moralez. Ripeto 5.000.000. E purtroppo n on ci vedi neppure molto perché il gioco di squadra anche l’anno scorso lo si è visto SOLO con Maxi in squadra.

        1. Scritto da berghem68

          Mi dispiace ma questa volta è lei che non ci vede proprio, per la stagione appena passata, Maxi non è servito a nulla!!! oltre che a farci giocare spesso in 10 (concordo invece con la prima stagione che è stato devastante …).
          Attualmente il gioco di squadra c’è solo quanto in campo c’è il CIGA ..assolutamente indispensabile per noi!
          Un MAXI come quello dell’anno scorso, go home …