BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Movimento 5 Stelle Bergamo “Servono regole per lavorare tutti insieme”

Pubblichiamo l’intervento del Movimento 5 Stelle Bergamo in merito alle difficoltà che stanno incontrando i parlamentari del M5S a Roma.

Più informazioni su

Pubblichiamo l’intervento del Movimento 5 Stelle Bergamo in merito alle difficoltà che stanno incontrando i parlamentari del M5S a Roma.

È UNANIME opinione, all’interno della Rete Provinciale del M5S di Bergamo, che le prevedibili quanto comprensibili difficoltà che i nostri portavoce stanno cercando di affrontare in un contesto così difficile come il Parlamento abbiano radici individuabili nella difficoltà di deliberare scelte condivise, che uniscano anziché dividere. Questa questione rappresenta in realtà la vera sfida e la novità politica del MoVimento 5 Stelle, e va affrontata nella massima trasparenza. Eludere questa fondamentale questione ha due conseguenze direttamente riscontrabili:

1- il radicalizzarsi delle posizioni, le quali, anzichè essere, come lo sono, l’humus della democrazia, degenerano in divisioni e scontri dove la violenza verbale si sostituisce al confronto teso al raggiungimento degli obiettivi comuni;

2- l’insorgenza di derive autoritarie, siano esse di una persona, o di un gruppo più o meno maggioritario, su tutti gli altri, compresi i cittadini che nei valori di questo MoVimento hanno riposto i sogni di riscatto di un Paese martoriato da troppi anni di soprusi e malaffare, travestiti da politica. Il MoVimento 5 Stelle di Bergamo ritiene che da troppo tempo ormai gli attivisti presenti sul territorio attendono regole e strumenti per poter lavorare TUTTI INSIEME per un futuro migliore.

Ora crediamo che il momento non sia piú procrastinabile e, si badi bene, non ci rivolgiamo a Beppe Grillo o a Gianroberto Casaleggio, cui dobbiamo la speranza di poter essere finalmente protagonisti del nostro futuro, bensì ai nostri portavoce in Parlamento, cui spetta il compito di condividere sul serio, a differenza di quanto fatto sinora, idee, contenuti, e linea politica. Il MoVimento 5 Stelle di Bergamo, che per primo ha sperimentato, adottato e condiviso procedure e strumenti finalizzati all’implementazione, oltre che al rispetto, del prerequisito posto dall’art.4 del Non-Statuto, vale a dire alla “possibilità di realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità degli utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi”, intende dare il proprio contributo diretto, maturato sul lavoro di questi anni, facendo proprio l’ennesimo sprone lanciato dall’infaticabile Beppe Grillo: ”fate sentire la vostra voce”. Per questo inizieremo ad incontrare direttamente i nostri portavoce in Parlamento al fine di offrire il nostro contributo, come già successo in Regione Lombardia. Nessuno deve essere lasciato da solo. You’ll never walk alone.

UFFICIO STAMPA M5S BERGAMO E PROVINCIA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da leo cat

    Comunicato totalmente condivisibile, le regole ci sono, positivo ribadirle. La linea politica del movimento è definita dagli iscritti, a maggioranza. Si dibatte, si discute, si litiga perché no, poi si vota e quello che decide la maggioranza vale x tutti.

  2. Scritto da PEPERONEROSSO

    Beh, quel che prende o molla Travaglio …Di certo, sia il “santone” Santoro che l'”oracolo” Travaglio si sono fatti fregare dal Berlusca e gli hanno spianato la strada per le elezioni (segnando la fine del sopravanzamento del centrosinistra) facendosi trovare impreparati e non sapendo adeguatamente far fronte all’attaco dell'”istrione”.I “grillini” stanno facendo la stessa fine: avevano l’occasione di finalmente incidere nel Paese e si sono congelati in una sorta di circo(con un solo domatore)

  3. Scritto da poeret

    le regole già ci sono.. e sono semplici, solo che da ITALIANI non le rispettiamo e se lo facciamo è solo per uso personale.. che popolo di pirla

  4. Scritto da Narno Pinotti

    Ragazzi, si fa dura. Oggi vi ha mollato perfino Travaglio, quello della non-intervista con le non-domande a Grillo (e le non-risposte, ovvio, di quest’ultimo): http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/19/grullini/630689/

    1. Scritto da nino cortesi

      Travaglio è uno dei pochissimi onesti fra i media, M5* è l’unico onesto fra i partiti. E fra onesti non ci sono mai problemi.