BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Anas, bilancio in attivo ma le strade sono sempre piene di buche

Bilancio in utile di 2,16 milioni di euro per Anas, ma che c’è da festeggiare? Per il quinto anno consecutivo la società che gestisce strade e autostrade è riuscita a far quadrare i conti nonostante la crisi economica che ha investito l’Italia.

Bilancio in utile di 2,16 milioni di euro per Anas, ma che c’è da festeggiare? Per il quinto anno consecutivo la società che gestisce strade e austostrade è riuscita a far quadrare i conti nonostante la crisi economica che ha investito l’Italia. «Nell’esercizio 2012 – ha sottolineato l’amministratore unico, Pietro Ciucci – l’Anas ha mantenuto la situazione di equilibrio economico in un contesto molto difficile. Il risultato è stato raggiunto grazie a una efficiente politica di riduzione dei costi, perseguita in linea con gli orientamenti sia legislativi che aziendali, che ha consentito di far fronte alla forte riduzione dei ricavi».

Dall’inizio del 2012 ad oggi, Anas ha avviato 33 cantieri per nuove opere, per un valore superiore ai 2,3 miliardi di euro. Sono state aperte al traffico 35 nuove opere stradali e autostradali per più di 150 nuovi km di strade e autostrade ed un valore di oltre 1,5 miliardi di euro. Tra questi, in aggiunta a 30 km dell’immancabile autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, la variante tra Albano Sant’Alessandro e Trescore Balneario in Bergamasca, la variante di Mirandola in Emilia Romagna, la variante di Certaldo in Toscana, la variante tra Pietrelcina e San Marco dei Cavoti in Campania, la galleria Serralunga sulla statale 696 “del Parco Sirente Velino” e ampi tratti delle strade statali 626 "della Valle del Salso" e 640 "di Porto Empedocle" in Sicilia.

A questi vanno ad aggiungersi i tanti rattoppi che vengono fatti sulle reti provinciali, come quella bergamasca, che necessitano di continua manutenzione. Ne pagano le spese ogni giorno gli automobilisti costretti a viaggiare su asfalto colabrodo, riducendo le sospensioni in rottami.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.