BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Furti nelle case di Calcio I carabinieri di Aosta arrestano 3 moldavi

Vadim Canter e Victor Ionascu di 18 anni e un connazionale di 17 anni, sono stati fermati mentre viaggiavano su un'auto rubata proprio nel paese della Bassa, con a bordo alcuni attrezzi da scasso. Erano passati da un casello autostradale senza pagare

I tre giovani moldavi arrestati lunedì pomeriggio nei pressi di Aosta potrebbero essere i responsabili di una serie di furti avvenuti a Calcio nei giorni scorsi. Vadim Canter e Victor Ionascu di 18 anni e un connazionale di 17 anni, sono stati fermati mentre viaggiavano su un’automobile rubata proprio nel paese della Bassa, con a bordo alcuni attrezzi da scasso. Ionascu ha tentato di spacciarsi per un minorenne fornendo un nome falso. L’esame antropometrico ha però accertato la sua vera identità.

I tre, tutti incensurati, viaggiavano su una Ford Focus che è transitata al casello di Châtillon senza pagare il pedaggio, accodandosi alla vettura che la precedeva. Il personale della società autostradale ha segnalato il fatto alla Polstrada che a sua volta ha allertato i carabinieri ed il veicolo è stato fermato intorno alle 15.15 dai militari della stazione di Morgex. La Ford era stata sottratta ad un commerciante di Calcio, dove tra l’altro era stata compiuta una serie di furti in abitazione. Al momento non ci sono tuttavia prove che i tre ne siano i responsabili. E’ invece evidente che i giovani viaggiavano su una vettura rubata – situazione che ha fatto scattare il reato di riciclaggio – e con strumenti utili allo scasso – che ha portato all’accusa di porto di strumenti atti ad offendere.

Il fatto che i tre avessero degli zaini con indumenti puliti, anche di tipo invernale, una tanica di benzina vuota ma nessun contante ha fatto ipotizzare che avessero intenzione di rimanere per un certo periodo in alta Valle per compiere dei furti. I due maggiorenni sono stati arrestati mentre il minorenne è stato denunciato e processato per direttissima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.