BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Berlusconi a Pontida per la presentazione di Villa San Mauro

Hanno partecipato anche il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e il presidente della provincia di Bergamo Ettore Pirovano. L’evento si è tenuto lunedì 17 giugno nella sede del nuovo centro medico, in via Gambirago.

Alla presenza dell’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi, del governatore di regione Lombardia Roberto Maroni e del presidente della provincia di Bergamo Ettore Pirovano lunedì 17 giugno a Pontida si è tenuta la presentazione della nuova casa di cura Villa san Mauro di via Gambirago. Tra le autorità, all’evento hanno preso parte anche l’onorevole Pierguido Vanalli, sindaco di Pontida, la dottoressa Mara Azzi, direttore generale dell’azienda sanitaria locale di Bergamo, il professor Gianluca Negro Severi, uno dei migliori esperti del settore sanitario e il dottor Paolo De Angelis, Presidente della fondazione Omnia nonchè futuro direttore generale del centro medico.

Si tratta di una struttura che ospiterà anziani e persone affette da handicap fisici e pazienti cardiopatici che hanno bisogno di effettuare la riabilitazione post operatoria.

È una moderna residenza sanitaria, un centro diurno integrato, due sale operatorie, un day surgery, sofisticate apparecchiature per la riabilitazione, l’allestimento di poliambulatori specializzati nella riabilitazione e un attrezzato punto di assistenza infermieristico. Una struttura provvista di oltre 100 posti letto che verranno così suddivisi: nel corpo principale sono previsti 43 posti letto per la RSA, 40 posti letto per la riabilitazione cardiologica, respiratoria e motoria, 6 posti letto riservati alle due sale operatorie che avranno una potenzialità operativa di 12 interventi al giorno. Le attività sanitarie potrebbero essere accreditate entro il mese di giugno e contrattualizzate con Regione Lombardia entro la fine dell’anno in corso, ad eccezione della RSA che lo è già. Oltre al corpo principale, sono stati realizzati 18 bilocali indipendenti, che potranno accogliere altrettanti ospiti per i quali verrà avviato il “progetto San Giuseppe” che prevede un innovativo programma di autosostentamento economico degli ospiti medesimi, che dovranno necessariamente essere maggiori di 18 anni. Ma soprattutto, in un periodo di crisi economica, la possibilità di creare ben oltre 100 nuovi posti di lavoro nelle diverse categorie tra operatori socio sanitari, ausiliari, infermieri, personale amministrativo, addetti alla cucina, alle pulizie e alla manutenzione.

Il progetto frutto della collaborazione tra il gruppo Bergamelli Stefano, Fondazione Omnia, una onlus specializzata in questo settore e Reaas Srl.

Il programma della presentazione del centro ha previsto alle 14 l’accoglienza delle autorità politiche, civili e religiose, seguito dal taglio del nastro, dalla benedizione della struttura con il viceparroco di Pontida don Franco Gazzera e da visite guidate all’interno e all’esterno dell’edificio.

L’ex premier Silvio Berlusconi ha esordito all’insegna dell’ironia: “Sono venuto a Pontida in cerca di un posto nella struttura perché vogliono rottamarmi”, complimentandosi per il centro, cogliendo l’occasione per parlare di attualità. Ha affermato: “La realizzazione di Villa San Mauro è un esempio di come l’imprenditoria possa agire per aiutare gli altri e per rispondere ai bisogni dei più deboli. Oggi gli imprenditori stanno vivendo un periodo molto difficile: sono degli eroi. I problemi principali che devono affrontare sono la troppo elevata imposizione fiscale e il costo del lavoro eccessivamente alto, la presenza di un’esagerata burocrazia, una vera e propria camicia di forza per le imprese, e una magistratura con cui è difficile dover fare i conti”. C’è stato spazio anche per parlare di tasse. Ha dichiarato: “L’Imu è un’imposta dannosa e ingiusta così come l’aumento dell’Iva che, come dicono gli economisti con la testa sulle spalle, non si tradurrà in un aumento di entrate per lo stato, ma in una maggior riduzione dei consumi e in una riduzione delle entrate, creando l’immagine di uno stato che non è amico ma ostile”.

Il presidente di regione Lombardia, Roberto Maroni, invece, ha sottolineato: “La struttura è stata realizzata con grande velocità, con dei tempi che potremmo definire lombardi. Spesso, invece, in Italia i tempi dello stato e della burocrazia sono molto lunghi. Inoltre, rappresenta un esempio di positiva sinergia tra pubblico e privato che, spesso, non gode dell’adeguata considerazione”. Infine, il governatore ha lanciato un appello a Berlusconi sui costi della sanità: “In Lombardia si riesce ad erogare un buon livello di servizi senza spendere più del dovuto. È necessario che chi è al governo, come il PdL, faccia applicare quanto previsto dalla legge del federalismo fiscale riguardo ai cosiddetti costi standard, in modo che si possano ridurre le spese con benefici per tutti, e anche per la Lombardia”.

 

Paolo Ghisleni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da claudio

    cìè chi crea posti di lavoro come i Signori bergamelli e c’è disfa .

    il comitato del monte canto fino ad ora cosa ha creato ?

  2. Scritto da claudio

    la struttura era nata come un centro benessere , ma visti i tempi il progetto stava fallendo . la ditta costruttrice dell’immobile ( bergamelli ) con coraggio ha preso in mano la situazione ( e pure l’immobile ) e con l’aiuto delle amministrazioni pubbliche ( in primis dell’amministratore del comune di pontida , il sindaco Pierguido Vanalli ) l’ha convertito in quello che è oggi , e cioè un centro di accoglienza x anziani ed altro . bisogna veramente dire grazie all’imprenditore Bergamelli

  3. Scritto da Cris

    Ma gli hanno spiegato che le infermiere sono vere e non travestite …tipo minetti …non si sa mai !

  4. Scritto da amy

    Siamo sicuri che la struttura sia nata come presentata ? E non si sia trattato di un revirment imposto dai tempi ? Chiediamo al comitato del Canto, vediamo l’iter urbanistico etc.
    Con questo, 100 posti di lavoro ben vengano (sperando non sia come al solito: profitti privati e costi pubblici)

  5. Scritto da passante

    La struttura è stata creata per accogliere malati veri!!!Berlusconi dovrebbe soggiornare in ben altre case di cura!!!.IMU e aumento IVA sono frutto del suo Governo e di Tremonti che hanno promesso all’Europa il rientro forzato del debito Italiano.Sono passati solo 2 anni da quando questi accordi vennero stipulati ma già non se ne ricorda e come è sua consuetudine incolpa altri….Irresponsabilità è una malattia incurabile anche in strutture avveniristiche……..