BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sorridono i tabelloni: negli istituti cittadini meno bocciati e rimandati

In città si registra una netta diminuzione degli studenti non ammessi alla classe successiva e, ancor più in calo, risulta essere il gruppo degli alunni rimandati ai corsi di recupero. Al Lussana il 14% dei rimandati in meno.

Più informazioni su

Tempo di chiusura delle scuole, di scrutini e di pagelle anche a Bergamo. Uno sguardo ai tabelloni dei principali istituti cittadini evidenzia che quest’anno rimandati e bocciati sono molto di meno rispetto al passato: si registra infatti una netta diminuzione degli studenti non ammessi alla classe successiva e, ancor più in calo, risulta essere il gruppo degli alunni rimandati ai corsi di recupero.

Un andamento che risulta essere particolarmente significativo nei licei, dove i rimandati passano dal 31 al 26% e, in particolare al Lussana, dal 39 al 25%.

Negli istituti tecnici crollano i dati dei bocciati (al Paleocapa, ad esempio, si scende dal 27 al 20%) ma si pongono in controtendenza per i rimandati, in leggero aumento un po’ dappertutto. Tra le classi più tartassate ci sono ancora una volte le prime.

E ora si attendono le prove di maturità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Monica

    Meno male mio figlio è in quinta ed è stato ammesso adesso speriamo che passa gli esami

  2. Scritto da Nemo

    Meglio avere 100 pensieri a caso che nemmeno uno….

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Ossia: meglio aprir bocca e dire sciocchezze che stare zitti. La sua è una perfetta autodefinizione.

  3. Scritto da Nemo

    O di colpo gli studenti sono diventati mediamente più bravi..oppure mi pare tanto una “merce di scambio” per la crisi economica, per la mancanza di lavoro, per genitori in cassa integrazione o senza lavoro e per i prossimi aumenti di tasse e iva…come dire…ti chiedo più soldi per la “res” pubblica ma in compenso non ti boccio il figlio…

    1. Scritto da Narno Pinotti

      È il bello della rete: chiunque può scrivere una sciocchezza senza logica, senza un dato, senza un argomento plausibile, e spacciarla pure per una rivelazione, senza temere niente. Al bar, almeno, si affrontava il rischio che partissero le pernacchie e le risate.

      1. Scritto da nemo

        D’accordo con lei ..chiunque può scrivere sciocchezze…ma tornando alla tesi originaria…..sono diventati di colpo tutti “secchioni”..perchè come sappiamo ci sono annate con geni (bagaglo genetico) buoni e altre meno….ma dai…

        1. Scritto da Narno Pinotti

          Guardi, l’88% dei rimandati aveva bevuto un caffè il giorno dell’ultima interrogazione, e il 92% caffelatte la mattina in cui hanno esposto i risultati. Direi che il caffè causa insufficienza a scuola. Oppure, visto che ha la rete, ci potrebbe cercare questa frase: “correlation is not causation”. Magari fuori dal blog di Grillo la spiegano pure.

          1. Scritto da Nemo

            Io almeno una teoria (sbagliata) l’ho espressa….lei non mi sembra…facile così

          2. Scritto da Narno Pinotti

            Ecco, appunto. Cerchi sul dizionario il significato di “teoria”; poi ne riparliamo. Io non l’ho espressa per la semplice ragione che non c’è alcun dato significativo – ripeto: dato significativo – né alcuna correlazione accertata – ripeto: correlazione accertata – su cui esprimere alcunché. Facilissimo è precisamente quello che fa Lei: pensieri a caso.