BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Notte Bianca, un successo: più di 30mila persone tra rugby, judo e capoeira fotogallery

Bergamo si è trasformata una grande palestra a cielo aperto e i bergamaschi hanno risposto presente. Più di 30mila le presenze che hanno avuto l'occasione di provare ogni tipo di sport, dallo scherma alla polo bike, dal ping-pong al parkour.

Nella serata di sabato 15 giugno le vie e le piazze del cuore di Bergamo si sono riempite di musica e di vita. In occasione della Notte bianca dello sport il centro della città è diventato un vero e proprio villaggio sportivo, una palestra a cielo aperto in cui decine di migliaia di persone si sono cimentate nella pratica di diverse discipline sportive. Anche quest’anno, dopo il successo registrato nelle edizioni precedenti, l’evento ha riscontrato un’enorme partecipazione.

I luoghi più suggestivi del capoluogo bergamasco hanno fatto da cornice a spettacoli, esibizioni e alla pratica delle più disparate attività fisiche, con l’aiuto degli istruttori, realizzando un’iniziativa che ha coinvolto le persone nel segno del divertimento.

Sul Sentierone sono stati allestiti diversi stand ciascuno dei quali dedicati a uno sport: il ping pong con il Centro universitario sportivo, lo swing con Yacht club Bergamo testando la propria abilità con il surf e con la vela, prove di tuffi con l’associazione sportiva dilettantistica Bergamo nuoto e una particolare versione di hockey con i giocatori in sella a una mountainbike, chiamata hardcourt bike polo, con Bergamo Bike Polo. Inoltre, difesa personale e combattimento con Hicari Art combact, tapis rulan, arti marziali, mountainboard, golf, arrampicata, boxe, tennis, roller, orienteering, discipline orientali, danze caraibiche, la scherma con l’associazione sportiva Scherma Bergamo e la presentazione di corsi per piloti di aerei con la scuola di volo della Gestair Flying Academy.

L’istruttore di scherma Francesco Calabrese ha affermato: “Siamo presenti da cinque anni all’iniziativa: si tratta di una bella opportunità per far conoscere e dare spazio a discipline apparentemente di nicchia ma che, invece, sono in grado di appassionare numerose persone”. Massimo Airoldi, uno dei responsabili allo stand di Aeroclub Bergamo ha spiegato: “La nostra proposta è rivolta ai maggiorenni che sono appassionati di volo. È possibile partecipare a diverse tipologie di corsi per diventare, per esempio, un pilota di linea”.

Ma non è finita qui: in piazza Matteotti è stato possibile giocare a rugby, mentre sotto la torre civica di piazza Vittorio Veneto effettuare tiro con l’arco, insieme alla compagnia arcieri di Malpaga “Bartolomeo Colleoni”.

In Piazza Matteotti, sportivi e appassionati hanno potuto ammirare il Motorhome del Team Bonaldi allestito come in pista, con i piloti e le splendide Gallardo LP 570-4 Supertrofeo, vestite di rosso e giallo, colori di Bergamo, protagoniste assolute del Lamborghini Blancpain Super Trofeo.

Il Team Bonaldi Motorsport, attualmente impegnato con tre vetture sia nella categoria AM che Pro-AM ed altrettanti equipaggi nel Lamborghini Blancpain Super Trofeo, è diretto da: Michele Brusa, General Manager; Marco Bielli, Team Manager e Marco Tripodi, Responsabile Tecnico.

Due team di piloti per la categoria AM: Ivan “El Pato” Benvenuti e Aristotelis Varvaroussis sulla vettura n° 33 e l’affiatata coppia Andrea Mamè e Mirko Zanardini con la vettura n° 11. Federico de Nora e Adrian Zaugg nella categoria Pro-AM con la vettura n° 3.

Il pubblico è stato eterogeneo: ai diversi spazi si sono divertiti giovani e adulti, per tutta la serata. La Notte bianca dello sport, aperta a tutti e a ingresso completamente gratuito, è stata organizzata da Proloco Bergamo in collaborazione con il Comune. Il programma ha previsto lo svolgimento delle attività dalle 18 all’1.

All’interno della manifestazione vi era un evento particolarmente atteso e che non ha tradito le aspettative: 3 mila donne hanno corso la prima tappa della "StraWoman tour 2013", organizzata da Red Events, una corsa di 5 km per trasmettere un messaggio importante: il rispetto dei diritti delle donne. Le partecipanti che, a titolo simbolico, hanno indossato una maglietta o un accessorio rosa, dalle 21 hanno colorato viale Vittorio Emanuele e poi le Mura Venete.

Accanto allo sport, l’altro ingrediente fondamentale è stata la musica: all’esterno di Palazzo Frizzoni la gente ha ballato e si è divertita ascoltando le canzoni eseguite dalla BB Band e gli Abba Club.

Non è mancata la solidarietà: ha preso parte all’iniziativa anche l’associazione per la lotta alla leucemia “Paolo Belli” che ha organizzato un’area ristoro. Le due band musicali che hanno animato la serata, insieme alla Notte bianca dello sport, sostengono l’associazione e il progetto per la costruzione della nuova Casa del Sole.

Quello tra sport e solidarietà è un connubio che si radica in uno stesso modello di comportamento: non arrendersi per giungere alla vittoria più importante. La “Paolo Belli”, con il contributo di altre organizzazioni ed enti, sta promuovendo diverse iniziative sul territorio della provincia di Bergamo per finanziare la costruzione di un centro di ospitalità e di cura per gli ammalati del nuovo ospedale “Papa Giovanni XXIII” e per le loro famiglie, per la quale ad oggi mancano ancora 1,5 milioni di euro.

Paolo Ghisleni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco

    è stata veramente una bellissima serata, ci siamo divertiti moltissimo e mi è piaciuta molto. Iniziative come questa dovrebbero essere organizzate più spesso.

  2. Scritto da micaela

    è bellissimo tutte quelle attività sportive in centro…ma se mi permettete una critica bisognerebbe controllare il volume delle casse della musica..troppo alto fino alla distorsione…quello mi ha dato molto fastidio…bisognerebbe trovare un giusto equilibrio…scusate la critica questo è quello che a me ha dato molto fastidio