BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La maestra Federica continuerà a vivere nel cuore dei suoi alunni

L'aula magna della scuola elementare di Brembate è stata intitolata a Federica Venanzi, dove la maestra di Capriate insegnava prima che una brutta malattia a 40 anni la portò via per sempre dai suoi amati alunni e amici colleghi

Più informazioni su

Federica Venanzi aveva poco più di quarant’anni e una lenta ma fatale malattia, quasi un anno fa, l’ha strappata alla vita impedendole di continuare a svolgere il suo lavoro e la sua missione di educatrice. Il suo nome, però, sarà ricordato per sempre alla scuola elementare di Brembate, dove insegnava prima che quel brutto male la portasse via per sempre dai suoi amati alunni e amici colleghi.

L’aula magna della scuola brembatese è stata intitolata alla maestra Federica. Una targa con una sua foto è stata affissa sulle pareti dell’aula più grande della scuola dove ha lavorato con tanto amore e generosità per diversi anni. Sotto la sua immagine una frase toccante: “Nei nostri cuori c’è spazio solo per il tuo sorriso inaspettato, quel tuo canto di vittoria e di vita di cui non possiamo scorgere la fine, ma solo tanti e tanti arrivederci”. Molti amici e studenti hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione, con grande commozione ed affetto.

E’ stata pubblicata in Facebook anche la fotografia della targa, sotto la quale si è subito accodato un fiume di commenti, tutti con grande dolore e un’immensa stima nei suoi confronti.

A Capriate, dove la maestra viveva, faceva anche la volontaria nella Croce Rossa Italiana, con ruolo attivo di soccorritrice e di "monitore", cioè abilitata all’insegnamento di nozioni di Primo Soccorso alle persone che diventavano volontarie CRI. Federica continuerà ad esserci, continuerà ad ispirare e ad illuminare con il suo sorriso i gesti più generosi di tante persone.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.