BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Federmanager Bergamo, programma approvato Via libera alla nuova sede

L’Assemblea dei soci di Federmanager Bergamo, riunitasi l’11 giugno scorso, ha approvato all’unanimità le Linee programmatiche 2013-2015: via libera alla nuova sede e all’ingresso nel capitale di CDI Manager srl.

Più informazioni su

L’Assemblea dei soci di Federmanager Bergamo, riunitasi l’11 giugno scorso, ha approvato all’unanimità le Linee programmatiche 2013-2015 definite dal Consiglio Direttivo dell’organismo sindacale e illustrate dal Presidente, Diego Macario.

“Intendiamo innanzitutto far crescere l’Associazione – ha esordito Macario – ponendoci l’obiettivo di portare da 600, ad almeno 1000, il numero dei Dirigenti in servizio iscritti al nostro Sindacato. Inoltre vogliamo mettere a disposizione degli associati efficaci strumenti di crescita personale e professionale, aumentando gli sforzi per favorire il ricollocamento dei Colleghi in servizio e di quelli licenziati”.

A questo proposito, l’Assemblea ha approvato all’unanimità la proposta di sottoscrizione, da parte di Federmanager Bergamo, dell’1% del capitale di CDI Manager srl, società di diretta emanazione Federmanager nazionale, tra i leader italiani del Temporary Management.

“In questo modo – ha spiegato il Presidente – potremo operare direttamente nell’outplacement”.

Nel triennio 2013-2015, Federmanager Bergamo intende poi accrescere l’attenzione degli associati sui temi previdenziale e assistenziale. “In autunno – ha proseguito Macario – organizzeremo un ciclo di incontri, allo scopo di consentire ai nostri iscritti di incontrare esperti di livello nazionale, con cui discutere alcune delle più pressanti questioni inerenti tematiche che stanno molto a cuore ai nostri Dirigenti”.

Anche la revisione dello Statuto sociale, di cui oltre al Presidente si occuperanno la Direttrice, Doriana Girondi Cozzi, e il Presidente del Collegio dei Revisori, Riccardo Locatelli, sarà una delle questioni al centro dell’attività dei prossimi mesi. “L’obiettivo – ha spiegato Macario – è di modernizzare e adeguare la nostra ‘Carta’ di riferimento alle direttive nazionali”.

L’Assemblea ha infine approvato, a larghissima maggioranza, la proposta di far proseguire il lavoro della Commissione, coordinata dal Tesoriere Silvia Gardini e dal Consigliere Roberto Spagnolo, per l’individuazione di una nuova sede sociale, in città. “Con l’augurio – ha concluso il Presidente Macario – che possa diventare la ‘Casa di tutti i Manager’ bergamaschi”.

Il Presidente Diego Macario ha quindi brevemente accennato sia alla recentissima iniziativa, ‘Parlane con Federmanager’, guidata dalla Vice Presidente Bambina Colombo – voluta per favorire l’incontro, tra consiglieri e iscritti, ogni martedì, dalle 10.30 alle 12.30 – sia all’intenzione di “far ripartire il Gruppo Giovani e di rivitalizzare il Gruppo Minerva”.

Dopo l’approvazione del rendiconto economico 2012, delle Linee programmatiche 2013-2015 e del preventivo per il 2013, è intervenuto Carlo Poledrini, Vice Presidente di Federmanager. “Finalmente un programma ottimistico” ha esordito l’esponente nazionale, che ha espresso soddisfazione per la manifestata intenzione di acquisire una sede di proprietà, tanto più che “quest’anno, è la prima volta che sento parlare sul territorio di iniziative che guardano al futuro in maniera proattiva”.

Il Vice Presidente Poledrini ha aggiornato i partecipanti su alcune questioni “prioritarie” per Federmanager: dalla messa a punto di un “ventaglio di offerte che segua ovunque gli associati”, ai delicatissimi dossier su “blocco delle perequazioni” ed “esodati”. In tema di formazione, Poledrini ha espresso l’auspicio che “i Colleghi si facciano parte attiva per informarsi, anche con l’aiuto della territoriale Federmanager di riferimento, se le Aziende di cui sono dipendenti siano iscritte, o meno, a Fondirigenti. E, quindi, se possano fruire, o meno, delle esclusive iniziative di aggiornamento professionale messe periodicamente in campo dall’organismo bilaterale”.

A proposito dell’imminente rinnovo del Contratto nazionale, in scadenza a fine anno, Poledrini ha evidenziato “la grande attività di ascolto preventivo dei Territori, avviato da Federmanager, finalizzata a comprendere in tempo reale le esigenze della base degli associati”. Un ultimo accenno, il Vice Presidente Poledrini lo ha riservato al ragionamento, che anche Federmanager, così come Confindustria, sta conducendo su possibili accorpamenti tra territoriali: “Le risorse sono poche – ha chiosato l’esponente nazionale del Sindacato Dirigenti di industrie – e vanno ottimizzate”.

L’Assemblea ordinaria degli iscritti a Federmanager Bergamo è stata preceduta da un incontro, riservato ai componenti del Gruppo Giovani Dirigenti. “Metterci in ascolto dei nostri Colleghi – ha detto Silvana Iseni, componente sia del Consiglio Direttivo provinciale del Sindacato sia del team del Gruppo Giovani – riteniamo sia il modo giusto per avviare un confronto costruttivo. Affrontare il futuro in gruppo, ritengo che ci aiuti ad essere più ottimisti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.