BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Treviglio riprendono i “Debutti” della rassegna teatrale

Tornano gli spettacoli delle scuole e dei corsi di teatro della bergamasca. Le prossime date sono domenica 16 giugno e sabato 22 giugno nel cortile del centro civico culturale di via Facchetti, 11 a partire dalle 21

Riprendono gli appuntamenti organizzati da TAE Teatro di Debutti, la sezione di teatro giovane dell’ormai tradizionale rassegna Vicoli che, nella sua XVIII edizione, si riconferma il cuore pulsante della scena teatrale della bassa bergamasca e della Geradadda.

Oltre alla consueta politica di selezione di spettacoli volta alla qualità, sperimentazione ed originalità, coinvolgendo alcune tra le più interessanti realtà teatrali a livello nazionale, quest’anno la rassegna si è concentrata anche sulle proposte giovanili.

Debutti, dopo il successo dello scorso anno, è tornato a creare uno spazio destinato a messe in scena e studi prodotti dalle scuole di teatro sparse sul territorio. L’obiettivo è dare visibilità a tutti coloro che si avvicinano al mondo del teatro e al lavoro dell’attore con un intento formativo, una spirito di ricerca di cui la bergamasca è fiorente.

Pur riconoscendo la dimensione didattico-dimostrativa dei saggi finali, TAE Teatro vuole supportare l’impegno, spesso sottaciuto, di maestri ed allievi nel lavorare con dovizia su un progetto che diventa il frutto di un percorso di crescita artistica e personale.

Dopo le esibizioni degli allievi di TAE Teatro, sarà la volta delle altre scuole che hanno aderito all’iniziativa e che riproporranno i loro interessanti lavori in occasione di nuove serate. Domenica 16 giugno AlterTeatro e gli allievi del corso avanzato porteranno in scena “Il Topo”, mentre sabato 22 giugno gli allievi del 3° anno del corso di ERBAMIL presenteranno “Molto rumore per Nulla”.

Entrambi gli eventi si terranno a Treviglio nel cortile del centro civico culturale di via Facchetti, 11 a partire dalle 21.

Partecipando a queste serate, lo spettatore sosterrà la creazione di un’efficiente rete di dialogo tra una comunità teatrale estesa territorialmente ma certamente non divisa e potrà gustare lavori freschi e genuini che, pur acerbi, garantiscono la qualità di un percorso formativo scenico-attoriale avanzato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.