BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Terremoto in Curia Don Lucio Carminati lascia l’economato?

La decisione sarebbe ormai presa, manca solo l'ufficialità. Monsignor Lucio Carminati, 62 anni, lascerebbe l'economato della Diocesi di Bergamo per diventare parroco di Romano di Lombardia.

Bocche cucite, il silenzio nei sacri palazzi è d’obbligo, ma la notizia è di quelle destinate a lasciare il segno: monsignor Lucio Carminati sarebbe stato sollevato dal suo incarico di delegato vescovile per il settore delle attività economiche, beni culturali ed economato della diocesi. Il prossimo incarico a cui sarebbe stato chiamato dal vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, sarebbe solo pastorale: parroco di Romano di Lombardia.

Gli stretti collaboratori di curia non confermano né smentiscono, ma la nomina sarebbe ormai certa. Si segna così un altro passaggio fondamentale dell’annunciata riforma della Curia attesa dal vescovo Beschi.

Monsignor Carminati, 62 anni, originario di Pagazzano, già delegato vescovile per le attività economiche dal 2001 ha accentrato su di sè anche i beni culturali e diventando nel 2005 economo della diocesi di Bergamo. Un uomo di Chiesa incaricato di gestire l’immenso patrimonio della diocesi bergamasca. Basti pensare che monsignor Carminati è il vero artefice e regista della creazione del fondo immobiliare di oltre 100 milioni di euro che la diocesi di Sant’Alessandro ha costituito lo scorso gennaio. Un fondo immobiliare che sia da garanzia ai molti investimenti immobiliari della diocesi e delle sue 389 parrocchie, dopo che decine di milioni di euro investiti in azioni Ubi Banca hanno perso valore dal 2007 ad oggi. La Diocesi di Bergamo detiene anche un cosistente pacchetto azionario del Credito Bergamasco, oltre ad altre azioni in Popolare di Verona, Banca Intesa, Banca Lombarda, Banca di Bergamo. Monsignor Lucio Carminati ha creato la Alex Servizi, una società per la gestione di immobili e scuole cattoliche e siede nel consiglio di amministrazione della Sesaab (acronico di Società Editrice Santi Alessandro, Ambrogio, Bassiano: i santi patroni di Bergamo, Milano e Como dove vengono pubblicati periodici e quotidiani come L’Eco di Bergamo, La Provincia, Il Cittadino di Monza, Orobie, oltre a Radio Alta, Bergamo Tv, la società di raccolta pubblicitaria Spm e la Litostampa). Insomma è l’uomo di Chiesa che ha gestito e amministrato economicamente un patrimonio difficilmente quantificabile, ma di certo immenso.

Ora, a 62 anni, sarà chiamato a spogliarsi di tanto potere, non solo economico, per guidare il gregge di anime di Romano di Lombardia.  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da loaid

    dare hai poveri!!! predica bene ma razzola male !!!!!!!!

  2. Scritto da Gigi

    Xx

  3. Scritto da cattivo pd

    e adesso giorgio Gori come farà a candidarsi sindaco il suo uomo forte nella curia se ne va… povero Gori!

  4. Scritto da Libero

    Si riiformi il codice di diritto canonico: “ogni ufficio che, nella chiesa, non richieda per sua natura la potestà sacramentale dell’ordine, deve essere affidato a fedeli laici provati e competenti.”

  5. Scritto da Max

    La cosa comica è che i fenomeni che criticano non mettono piede in una chiesa probabilmente dal battesimo, e di gestione di una parrocchia non sanno assolutamente nulla.

    1. Scritto da al

      Incontrare tali uomini di chiesa oggi è un po’ come fare il vaccino… e parlo per esperienza.

    2. Scritto da gigi

      vero, e anche per il battesimo non si chiede nulla all’ interessato e’ un obbligo per il neonato. Per quanto riguarda gli argomenti del proprio campo di azione in la Chiesa e’ maestra nell’entrare in spazi che non le competono, politica, scelte individuali, matrimonio, sesso, argomento quest’ ultimo, ma solo per esempio, di cui i rappresententanti della Chiesa teoricamente non sono avvezzi.

      1. Scritto da lotty

        meno male che, ogni tanto, qualcuno la pensa come me. Grazie gigi, spero di leggerti ancora.

      2. Scritto da Damiano

        Ahahah… TEORICAMENTE, ma in pratica…

    3. Scritto da Diomio

      Spesso, la realtà la si vede meglio dal di fuori, distaccati… La moglie (o il marito), è sempre l’ultimo ad accorgersi delle corna…

  6. Scritto da Cittadino

    AZIONE CATTOLICA batte CL 1-0. Bravo il nostro Vescovo, avanti così, ROTTAMIAMO CL a Bergamo!!!

  7. Scritto da Diomio

    Oddìo, adesso parte la rissa tra tifosi… E pensare che, negli insegnamenti di Gesù, l’economo non esiste nemmeno…

    1. Scritto da Giosuè

      Non dimentichi però che anche Gesù aveva fra gli Apostoli colui che raccoglieva e gestiva le elemosine raccolte (che poi fosse Giuda… è un’altra storia…).

      1. Scritto da Diomio

        Anche il Papa (al quale ovviamente non manca nulla lo stesso) ha deciso di moderare un po’ l’ostentazione di sfarzo e solennità della Chiesa, segno che forse, hanno fatto un po’ gli affaristi, anziché gli evangelizzatori… Mi piacerebbe sentire un economo come descrive e chi ritiene che oggi, nel 2013, siano i “mercanti nel tempio”. Così, per curiosità. Buona serata.

        1. Scritto da Giosuè

          Condivido in pieno la sua disamina, soprattutto quando denuncia “la rissa tra tifosi” e “l’ostentazione di sfarzo e solennità della Chiesa”. Tuttavia ritengo che “ostentazione e sfarzo” ed “amministrazione e gestione” (cosa di cui dovrebbe occuparsi un economo) non per forza vadano di pari passo: c’è chi ostenta senza avere nulla da amministrare e chi, per contro, pur gestendo vagonate di soldi mantiene un “profilo basso”. E’ tutta una questione di stile…

  8. Scritto da Max

    Perché, cosa avrebbe in contrario con la nomina di Mons. Bertocchi?
    A volte bisognerebbe argomentare non lanciare il sasso e nascondere la mano…
    Saluti.

  9. Scritto da Sére

    Mons. Carminati, carattere deciso, quindi a volte spigoloso, mi é rimasto in mente per un episodio curioso: in occasione di un incontro in Curia, ostentando indifferenza, riceveva le persone indossando un vistoso cappello alla “texana”… Mah?!

    1. Scritto da francesco

      è un Panama!

      1. Scritto da venezuelano

        Panama e`un paradiso fiscale…………………….

  10. Scritto da libero

    Se pensano di sostituirlo con quel fuoriclasse del Don Bertocchi….