BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Congresso della Lega Nord Passo indietro di Frosio “Bergamo sia unita”

Colpo di scena: Giosué Frosio non è più candidato al congresso provinciale della Lega Nord. L’ex consigliere regionale ha deciso di fare un passo indietro a una settimana dall’annuncio della discesa in campo.

Più informazioni su

Colpo di scena: Giosué Frosio non è più candidato al congresso provinciale della Lega Nord. L’ex consigliere regionale ha deciso di fare un passo indietro a una settimana dall’annuncio della discesa in campo. Una scelta ponderata, per non spaccare ulteriormente il movimento dopo le tensioni degli ultimi mesi. A questo punto i candidati rimangono tre: Daniele Belotti, Raffaella Bordogna e Stefano Locatelli.

Frosio auspica che anche altri decidano di ritirarsi dalla competizione per arrivare a un congresso a due o, ancor meglio, unitario. Quest’ultima però è ipotesi molto difficile. “La spaccatura a Bergamo c’è ed è risaputa – commenta con un filo di amarezza Frosio – non voglio essere un ulteriore elemento di divisioni. C’è bisogno di unità, mi ritiro per il bene del movimento, sperando in una sola candidatura. E’ giusto che al congresso si presentino al massimo in due. Ma soprattutto sarebbe opportuno ritrovare l’unità che manca. Quando ho annunciato il mio impegno ho ricevuto grande sostegno da parte dei militanti, avrei potuto vincere”.

Per Frosio è il secondo passo indietro importante negli ultimi mesi. L’ex consigliere valdimagnino non si è ricandidato alle elezioni regionali dopo lo scandalo rimborsi che ha travolto tutti i componenti del Consiglio. In Bergamasca nessuno dei consiglieri uscenti ha partecipato alle elezioni. Le sezioni di altre province invece hanno interpretato la regola a loro piacimento e molti esponenti del Carroccio sono tornati al Pirellone. Frosio assapora ancora il boccone amaro. “Lo sanno tutti che quando c’è da fare un passo indietro per il bene del movimento non ci sono problemi. L’ho già fatto anche in passato. A me interessa solo che Bergamo sia unita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roby

    Tra i quattro candidati diventati improvvisamente tre ( ? ) credo che il nome giusto per una garanzia sia Belotti.
    Conosco il suo modo di operare e pensando a quando era segretario negli anni scorsi, lo ritengo il migliore per coprire questa carica.

  2. Scritto da Stecc

    Io tifo per Belotti e spero che, qualora fosse eletto lui, riesca a far ritornare il partito a quell’idealismo in cui tutti credavamo alcuni anni fa … prima del famigerato Invernizzi, prima del grande personaggio Colleoni e anche prima del mitico Forte…
    Tanti auguri e che vinca il migliore per la Lega, ma anche il migliore per i Bergamaschi.

  3. Scritto da giulio

    Per esperienza ritengo sbagliata la candidatura di un sindaco per due evidenti motivi:
    1 – Per compiere seriamente il ruolo di segretario provinciale devi dedicarti a tempo pieno. Quindi o sindaco o segretario.
    2 – E’ pericoloso e sarebbe un disastro che il controllato diventi controllore, visto che la segreteria provinciale verifica anche l’azione politica dei sindaci, che già troppo spesso si dimenticano di far parte di un partito!!!
    Militanti state attenti!!! Io voterei Belotti!!!

  4. Scritto da cambiamento

    il Belotti torni in curva che è meglio per Bergamo…

  5. Scritto da ale

    In un movimento politico, dove le varie anime si confrontono in una competizione libera, e senza sotterfugi o vari convincimenti con proposte alternative, le elezioni sono democraticamente auspicabili anche con più concorrenti. Il movimento è sempre unito. Bossi diceva, tanti anni fa, dopo un congresso tutti si alinneino e io spero che sia così. Diversamente chi contesta dopo, è meglio che si che si ritiri democraticamente.

  6. Scritto da Bèrghem

    Penso tutto il bene possibile di Belotti,ma credo che nella vita si debba comunque andare avanti. Stefano Locatelli e’ giovane pur essendo in Lega gia’ da parecchi anni,e’ sindaco e ha gia’ fatto per 2 mandati il segretario di Circoscrizione. E soprattutto…non se la tira. Ci sono in giro certi sindaci leghisti che si credono il Re Sole…lasciatecene uno che non e’ cosi’.

    1. Scritto da Angelo

      Locatelli chi? Quello che era iscritto a forza Italia? In Lega da tanti anni? Ma dai!!.

      1. Scritto da Berghem

        ci sono stati parecchi casi di leghisti della prima ora,o duri e puri,che si sono poi rivelati peggiori di altri che si sono avvicinati alla Lega in un secondo momento. Quindi non ritengo il numero di anni di militanza una discriminante cosi’ forte.

  7. Scritto da padanissimo

    Dunque…ieri appare su un noto quotidiano locale un’intervista a Calderoli che dichiara come 4 candidati a segretario siano troppi e magicamente se ne ritira uno. Sara’ un caso??????????????

    1. Scritto da Carla

      Condivido solitamente funziona così.
      ma onestamente essendo Frosio ad aver rinunciato, dubito seriamente lo abbia fatto su richiesta di qualcuno!!! Ho sempre considerato Frosio libero da ogni “ordine”. È’ un mio pensiero… Credo che sia stancato di tanta falsità e tanto poco coraggio. Ci sono divisioni ma nei vertici del nostro movimento a bergamo. Peccato sia Frosio ad aver rinunciato essendo uno dei pochi a non fare parte di nessun falso schieramento.

  8. Scritto da Marco

    Spero che lo Stefano si candidi! è un ragazzo in gamba che ha fatto solo politica e ha le idee chiare.

    1. Scritto da Giovi

      È il ” ha fatto solo politica” che desta preoccupazione!

  9. Scritto da andrea

    Hai rimborsato gli scontrini della Regione?

  10. Scritto da ALE

    Io sono per Belotti e basta.
    Il resto non conta.

  11. Scritto da anna

    Credo opportuno lasciare spazio unico a chi ha esperienza nel movimento, senso del dovere e forte impegno.
    Con i difetti che per alcuni può avere, invito i militanti ad esprimersi sul nome di Belotti.
    Anche in regione si è dimostrato corretto (solo 80 euro di spese contestate), pratico, capace e attivo.
    Non perdiamo questa occasione.

    1. Scritto da Roberto

      siete spariti dalla lombardia nessuno vi vota e siete lì ancora a mungere i nostri soldi..un pò di dignità e menare dalle tolle no ?