BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Atalanta Primavera si gioca lo scudetto Finale contro la Lazio

La Primavera nerazzurra di Valter Bonacina si gioca a Gubbio la settima finale scudetto della sua storia: di fronte si troverà la Lazio di Alberto Bollini che cerca di riscattare la sconfitta all’ultimo atto dello scorso anno contro l’Inter. Diretta su Sportitalia 1 domenica alle 21.

Più informazioni su

A Gubbio l’Atalanta Primavera, guidata da Valter Bonacina, si gioca la settima finale scudetto della sua storia: di fronte si trova la Lazio di Alberto Bollini, a caccia del pronto riscatto dopo la sconfitta all’ultimo atto inflittale dall’Inter lo scorso anno. (diretta Sportitalia 1 domenica alle 21)

Una finale che si annuncia molto equilibrata, visto il percorso praticamente identico delle due pretendenti al titolo: entrambe hanno chiuso al primo posto il rispettivo girone di campionato, B per l’Atalanta e C per la Lazio, con 59 punti e hanno convinto nei due match che li hanno portati alla finalissima.

L’Atalanta nei quarti ha stracciato 4-1 la Fiorentina (con reti di Cais, Varano, Conti e Nava) e in semifinale ha superato il Milan per 1-0, ancora grazie ad un acuto di Cais; la Lazio, sul suo percorso, ha invece incrociato il Torino (vittoria 1-0 con rete di Lombardi) e il Chievo (3-1 firmato Antic, Vilkaitis e Cataldi).

Se la Lazio è alla sua seconda finale consecutiva, i nerazzurri mancavano l’appuntamento dal 2005 quando a Lecce furono sconfitti 2-0 dalla Roma. Ma proprio contro la Lazio c’è un precedente che sorride ai nerazzurri, risalente al 1993: la strepitosa Primavera di Prandelli liquidò i biancocelesti con un netto 3-0 andando a conquistare il primo titolo della sua storia.

Sull’undici titolare da schierare a Gubbio Bonacina dovrebbe avere un solo dubbio, rappresentato dal compagno di reparto di Cais: si giocano una maglia Varano e Mangni, con il primo che sembra in vantaggio. Per il resto la formazione dovrebbe rispecchiare la stessa che ha superato Fiorentina e Milan con Zanotti in porta, Caldara, Milesi e Redolfi in difesa, Conti, Gagliardini, Palma, Olausson e Nava sulla linea mediana, e Cais vertice offensivo.

Un solo dubbio dovrebbe essere anche quello di Alberto Bollini che, alla vigilia, ha speso parole importanti per l’Atalanta, per il lavoro di Bonacina e per quello di Favini: il tecnico biancoceleste potrebbe “rompere” il tandem senegalese Keita-Tounkara, preferendo a quest’ultimo il match winner con il Torino Lombardi. Confermati gli altri 10: Strakosha in porta, Pollace, Vilkaitis, Serpieri e Filippini in difesa, Antic, Falasca e Crecco al centro e Cataldi a supporto di Keita.

I pericoli maggiori per i nerazzurri arriveranno senza dubbio da Keita, talentuoso attaccante classe ’95 cresciuto nella Cantera del Barcellona. Occhio però anche al serbo Antic e al trequartista Cataldi, fresco di convocazione nell’Under 19 di Di Biagio insieme al compagno Crecco.

Curiosità: il capitano della Lazio Gianmarco Falasca ha vinto gli ultimi due campionati Primavera, prima con la Roma e poi con l’Inter.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pino

    Era uguale se si giocava la finale a Roma, con telecronaca di Galeazzi su Lazio Channel

  2. Scritto da pino

    Ore 21.20: perche’ il telecronista di Sportitalia e’ cosi` sfacciatamente laziale? Perche’ la finale a Gubbio a due passi da Roma ?

  3. Scritto da emilio

    spero che vada e che gli osservatori di Colantuono aprano gli occhi, e che al mercato non vadano a prendere scarti dalle altre società perché in passato siamo stati bravi ad tesserare dei brocchi e pensionati
    OCCHIO!!!!