BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vogliamo il referendum per Lombardia indipendente Ha firmato anche Maroni

Lombardia indipendente: è il sogno di Vittorino Agazzi, bergamasco, ex leghista, promotore della raccolta firme per indire un referendum consultivo tra tutta la popolazione lombarda per l’indipendenza della Regione Lombardia.

Lombardia indipendente: è il sogno di Vittorino Agazzi, bergamasco, ex leghista, promotore della raccolta firme per indire un referendum consultivo tra tutta la popolazione lombarda per l’indipendenza della Regione Lombardia. Comitato Lombardo per la Risoluzione 44 (CoLoR44) non è un partito, ma dialoga con tutti i partiti, associazioni e movimenti. L’obiettivo è far approdare una mozione in Consiglio regionale. La proposta ha già un sostenitore eccellente: il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. “Ha aderito, è vero – conferma Agazzi – aspettiamo il suo sostegno ufficiale anche in Regione”.

Lei vorrebbe una Lombardia completamente staccata dall’Italia? “Sì, vogliamo l’indipendenza. Non come il Trentino: non autonomi, ma indipendenti”.

Non è un progetto anticostituzionale? “Il nostro obiettivo è il referendum. Vogliamo realizzare la vera democrazia, capire quello che la gente pensa della nostra proposta”.

In quanti hanno firmato finora? “Nel giro di 8 mesi, senza grande diffusione, circa 800. Hanno aderito sindaci e segretari della Lega e di movimenti indipendentisti”.

E Maroni che dice? “Ha aderito, non ha commentato. Ci ha fornito i suoi dati per includerlo”.

Non crede sia un controsenso che il presidente di una Regione italiana sostenga l’indipendenza? “Lui rappresenta un’istituzione quindi non si sbilancia. Noi però vogliamo fare una rivoluzione in modo intelligente, non con i forconi o le armi. Non possiamo fare riferimento alla Costituzione italiana. Ci affidiamo alle leggio internazionali che prevedono l’autodeterminazione dei popoli”.

Lei è un elettore della Lega Nord? “In passato ho votato Lega, ho partecipato attivamente alla vita politica. Però ne sono uscito perché nauseato dalla rincorsa alle poltrone. Ormai siamo arrivati a un punto tale che o si fa qualcosa oppure non riusciamo più a dare un futuro ai nostri figli”.

In caso di successo come immagina la Lombardia indipendente? Moneta ad hoc? Dazi doganali? Confini? “Non lo so, il nostro obiettivo per ora portare il documento in Regione Lombardia. Presumo che ci sarà una commissione costituente che deciderà cosa fare. Il nostro esempio è la Svizzera: federalismo concreto e radicale che parte dal basso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da axel

    Maroni per questo chieda aiuto al berlusca o all’ udc di Casini o persin a fratelli d’ Italia , loro alleati

  2. Scritto da Giuseppe da Bergamo

    Sig.Agazzi che ne pensa del leghista Davide Boni?
    Si dice che lei è molto vicino a questo esponente leghista.
    Non è un’ottima pubblicità.

  3. Scritto da fabio

    Viva l’indipendenza !!! Ma perchè invece di dare dei contaballe, pensare a santa lucia e a babbo natale … non andate tutti a votare per questa proposta, o siete di quelli che mandano sempre avanti gli altri salvo poi raccogliere eventuali “onori” … ma rifiutando gli oneri ???

  4. Scritto da angilberto

    E’ sicuramente una trovata fuori tempo e fuori logica. La Lombardia deve collocarsi in uno stato moderno e federale dove tutte le regioni si trovino di fronte a responsabilità oggettive e funzionali. Niente aiuti a pioggia alle regioni storicamente condizionate da camorra o mafia, ma solo mirati e controllati per un avvio del risanamento ormai inevitabile. Chi non va cade ed esce dal sistema federale verso il proprio destino. Questo sarà inevitabile per evitare la caduta generale.

  5. Scritto da Dove

    Ricordo a Maroni il 75% delle tasse da trattenere in Lombardia, come da promessa elettorale . Aspettiamo

    1. Scritto da wies

      Il 13 dicembre,anzi..la notte tra il 12 e il 13…,io ci credo!

      1. Scritto da doge

        Era una promessa elettorale, ma qualcosa mi dice che era una grande e solita presa in giro………..

  6. Scritto da carlo

    quando la lombardia sarà indipendente ,io lancerò un referendum perché bergamo si stacchi e diventi stato autonomo, quando bergamo sarà indipendente sarà la volta di di creare la nazione indipendente di san pellegrino terme, e cosi via

    1. Scritto da alessandro

      Ridicolo,tutto,vien da piangere al pensiero dei veri problemi.
      Bòtèp!

  7. Scritto da Luciano

    La solita sparata. Sono anni che la menano con il federalismo, nord nazione, secessione, padania, ecc…. ora si inventano l’indipendenza? Ma basta con queste balle! Ho più fiducia in Babbo Natale che in questi conta-balle.

    1. Scritto da Renato

      Se avessi per lo meno letto l’articolo avresti capito che la Lega Nord non c’entra nulla con questo progetto.

      1. Scritto da Lele

        Era chiaro non fosse un’iniziativa della Lega! Ormai ha altri obbiettivi….. Le portone! Solo un “leghista” poco chiaro e poco coraggioso non aderirebbe. Anzi….se La Lega Nord non aderisce significa solo che per anni ha dispendiato solo chiacchiere e che Roma non suscita poi così tanto ribrezzo!!!!!!!

  8. Scritto da andrea

    pienamente d accordo visto e considerato che ho sentito dire,che l italia non ha bisogno della lombardia,che il meridione vuole anche lui l indipendenza,che la gestione lega ha fatto danni allora per il bene della vostra italia lasciateci liberi di rovinarci,cosi poi una volta che la lombardia indipendente sarà allo sfascio e dovra inchinarsi alle altre regione italiane e chiedere scusa voi potrete ridere di noi e sottometterci

  9. Scritto da Luca Lazzaretti

    E’chiaro ormai che siamo nel marasma più totale..queste trovate hanno lo scopo di trovare sempre una scusa, un perchè, cercare sempre il rimedio miracoloso….la lega da anni governa la lombardia e guardate le strade come sono ridotte..l’incapacità di governo più totale….e credete che la lombardia indipendente farebbe meglio?

  10. Scritto da Maddog

    W L’INDIPENDENZA E LA LIBERTA’ DEI POPOLI
    DISONORE ALLO STATO MERIDIONALISTA STATALISTA ITALIANO E FANCULO L’INNO DI MAMELI!!!
    A MORTE GARIBALDI E I SOUI FOTTUTI 1000!!!!

  11. Scritto da Famm Capì

    Come , le lega governa con il pdl per quasi 10 anni , fa danni colossali all’economia e all’immagine dell’italia e poi vorrebbe tagliare la corda ? Nossignori, pagate i danni !!

    1. Scritto da GeertWilder4President

      La maggior parte dei lombardi sono cittadini comuni, non meritano nessuna punizione.

  12. Scritto da carlo

    il fatto che abbia aderito maroni non è certo motivo di vanto

  13. Scritto da mettew

    il vero problema in italia non sono ne gli extracomunitari ne i meridionali…….ma la classe politica!!!!
    tutti a rinnegare l’italia poi basta un goal di Balotelli e tutti a cantare l’inno ke tristezza di Paese!!!

  14. Scritto da Giovanni

    provate a chiederlo ai MILANESI anziani e disabili che gli verrà
    tagliato del 50%quello che percepiscono se non sarebbero d’accordo.
    tutto inutile con tutti questi tagli la regione LOMBARDIA non ce la fa più l’assurdo è che va tutto a ROMA e sul nostro territorio rimangono solo tasse da pagare grazie MONTI
    la LOMBARDIA non è LA lega ma cittadini di diverse etnie e partiti avendo votato anche le primarie non vedo perché non votare questo!!! ma dove si vota??

  15. Scritto da Angela M

    Facciamo prima, aboliamo l’Italia

  16. Scritto da Lombardiaindipendente

    Mi raccomando però firmiamo tutti…io l’ho già fatto è inutile che diciamo che è una bella cosa nei commenti e poi non firmiamo!

    1. Scritto da manu

      Dove trovo info x sapere il luogo dove votare?

      1. Scritto da Luporobico

        Sul sito di color 44,compili online ed è fatto!

  17. Scritto da Luporobico

    Dove si firma?non è incostituzionale ma in linea con il diritto all’autodeterminazione dei popoli…

    1. Scritto da Daniele

      Tanto per cominciare E’ incostituzionale perché in contrasto con l’art. 5, primo, non è in linea con l’autodeterminazione dei popoli perché non esiste un popolo lombardo assoggettato ad un altro popolo italiano (casomai si potrebbe parlare di culture locali della lombardia, ma direi che non fa testo), secondo, ed in ultimo l’autodeterminazione dei popoli la dove è stata applicata ha portato quasi sempre a guerre, massacri settari, epurazioni, genocidi. Non proprio una bella pubblicità.

      1. Scritto da Luke

        1-in contrasto con l’art.5? Chissenefrega! La costituzione non è la Bibbia
        2-il popolo lombardo esiste eccome! Sono i cittadini che vivono lavorano e pagano le tasse in Lombardia, compresi gli immigrati
        3-non è mai l’autodeterminazione a causare la guerra. È l’ingordigia nazionalista e fascista degli Stati la causa. Stati che non ammettono di concedere la libertà a chi la chiede!

      2. Scritto da Renato

        L’autodeterminazione dei popoli (a prescindere dal fatto che essi siano o meno riconosciuti dallo Stato che ha tutto l’interesse a cancellare la loro identità) è spesso stata applicata dall’ONU proprio per mettere fine a guerre civili (Yugoslavia, Sudan). Quindi il problema è lo Stato che non vuole rinunciare alla sovranità sul suo territorio, non tanto all’applicazione di per sé del principio.

        1. Scritto da Daniele

          Sbagli, è stata sostenuta (negli esempi che hai citato) ma non promossa dall’ONU ma sempre come soluzione a conflitti che il male dell’autodeterminazione ha creato agli inizi del XX secolo, guardacaso proprio la Yugoslavia che citi ne è un esempio lampante. Dopo un secolo di guerre e barbarie non c’è nulla di peggio che cominciarne un altro nel segno della divisione, di ciò che è stato faticosamente unito col sangue dei nostri antenati.

        2. Scritto da Vittorio

          Non è anticostituzionale. Avete letto l’articolo 10? Conoscete il diritto internazionale e la carta dell’Onu, recepita dal nostro ordinamento? La strada è legale: si vota un referendum consultivo (che Roma non può proibire) e poi si chiede che Nazioni unite e unione europea guidino il processo di negoziazione, successivo alla presa d’atto che i lombardi vogliono andarsene.

    2. Scritto da sergio

      PERCHè NON FIRMIAMO PER L’INDIPENDENZA DI BERGAMO DALL’ITALIA E DALLA LOMBARDIA PER ANNETTERCI ALLA REPUBBLICA DI VENEZIA?? DOVE SI FIRMA?

    3. Scritto da ciseranensis

      da noi in lombardia oramai non esiste che l’ auto-terminazione del popolo lombardo !
      E si è fatto fregare da solo, prima dai suoii imprenditori che hanno ben accolto gli estracomunitari per poi farsi belli con slogan leghisti, poi da chi ha fatto fessi gli elettori facendo passare trote per delfini ..

    4. Scritto da apolide

      quali popoli ? ma se in “padania” ci sono più pugliesi e calabresi e lucani e marchigiani e marocchini e egiziani e albanesi e slavi vari e russi e filippini e malesi e peruviani e boliviani e senegalesi e camerunensi e ghanesi e cinesi , dei lombardi doc doc ?
      mi sa che poi girerà un bel boomerang ..!

      1. Scritto da Renato

        Il progetto è rivolto a tutti i residenti in Lombardia, non a chi è lombardo da tre generazioni o menate del genere. Tutti, bianchi, neri, gialli o blu, avrebbero vantaggi immediati se vivessero in uno Stato lombardo indipendente dall’Italia. Il senso di Color44 è proprio questo.

  18. Scritto da Roberto

    Finalmente una bella notizia corro a firmare. Noi Lombardi abbiamo l’obbligo di ripulire il nostro territorio far osservare le regole di buona convivenza e sviluppo nel rispetto assoluto del nostro magnifico ambiente. Bergamo

    1. Scritto da bolt

      sì, liberiamo la lombardia dai lombardi evasori , tanto per cominciare , poi vediamo quanti ne restano di “imprenditori” e consimili in regola, quelli che si lamentano di “roma ladrona” ..
      Corri , corri a firmare ……..

      1. Scritto da Roberto

        Che ragionamento se tutti facciamo così non miglioreremo mai è poi dagli errori del passato dobbiamo imparare e risolverli

  19. Scritto da stefano b.

    che fulgida ostentazine di strategia sociopolitica.
    in un mondo che si sta globalizzando, con esempi ormai storicamente affermati che le società multietniche funzionano meglio, vedi USA, qui vogliamo tornare ai tempi dei principi.
    costruiranno i recinti dove vi rimarranno rinchiusi, e poi dovranno metterci le torrette di guardia. si dovrà fare anche un referendum sulla lingua da parlare. certo ci saranno più soldi da investire, e loro sono molto bravi con i soldi…

    1. Scritto da Claudio Franco

      Critica banale e sciocca. Banale perchè la globalizzazione non esclude la formazione di Stati anche più piccoli e coesi di quelli attuali. Sciocca perchè è un tripudio di luoghi comuni indegni di un essere razionale. Invece di dar inutilmente fiato alla bocca, dovresti riflettere sulle serie implicazioni dell’indipendenza della Lombardia.

    2. Scritto da Arturo

      Piacerà a te la società multietnica non certo a me.Negli usa si mettono in galera le persone senza processi o atti di accusa,basta la parole terrorismo,lo facciamo anche noi?Ascoltano milioni di persone al telefono solo perché aggrada a Obama,costriuscono reticolati di km contro i clandestini,non hanno l’euro.Lo facciamo anche noi?

  20. Scritto da vacario

    L’autonomia della Lombardia dovrebbe essere approvata con legge costituzionale e non tramite referendum.
    L’indipendenza della Lombardia, a Costituzione invariata, è atto eversivo .
    A me ricorda tanto il referendum sulla provincia autonoma di Bergamo voluto dalla lega e da Cappelluzzo. Un miliardo di lire buttato via.

    1. Scritto da Claudio Franco

      perchè secondo te il parlamento approverà mai una legge costituzionale per un’autonomia avanzata della Lombardia? con tutte le palanche in meno che ne verrebbero? ma gente, ma in che mondo vivete? ci credo che finora la lombardia conta come il due di picche, se ragionate ancora così…

    2. Scritto da A.z. Bg

      Di che miliardo parli,che il referendum non si è mai tenuto e i vari parlamenti non hanno neanche preso in considerazione l’iniziativa li legge popolare?L’italia è democratica come una repubblica dell’ex Urss,quale è oggi la ue

      1. Scritto da vacario

        L’Italia è una repubblica democratica poichè il popolo sovrano esercita liberamente il proprio diritto di voto.
        Il problema è che per quelli come te o si vota come desideri o non si è in democrazia.

  21. Scritto da pippo

    Adesso abbiamo archiviato anche la Padania. Troppo estesa. Troppo meridionali quelli di Piacenza.
    W la Lombardia indipendente (non autonoma, come ci tiene e precisare l’intervistato). Però, pensandoci bene, a me non piacciono troppo nemmeno i cremonesi. Perché non Bergamo indipendente (non autonoma, ci tengo a precisare)? A pensarci bene quelli di Treviglio sono un po’ strani, meglio Bergamo città indipendente (non autonoma). E poi, perché non Città Alta Repubblica?

    1. Scritto da Riccardo

      Facciamo una repubblichetta nel mio condominio, tanto non litighiamo, quasi, mai…..

  22. Scritto da mario59

    Ma politicamente come si collocano questi signori di lombardia indipendente….l’impressione è che alla fine siano come i leghisti…cioè: dei rozzi antidemocratici, razzisti, che ambiscono a chiudere e a chiudersi nel loro orticello, convinti di essere al sicuro dai mali del mondo…. molti dei quali, nascono proprio dentro a quell’orticello.

    1. Scritto da Giovanni

      Paura di essere autonomo e di gestire il tuo denaro senza l’impero romano succhia soldi?

  23. Scritto da Da Paperopoli

    Il Granducato di Topolinia gemellato con la Padania, plaude a questa nuova e grande iniziativa, è disposta a mandare una delegazione della Banda Bassotti a sostenere e a votare il referendum. Anche il ministro alla giustizia Gambadilegno ha programmato un viaggio in Padania per aiutare e pubblicizzare il referendum. Viva Padania libera e viva Topolinia libera!

    1. Scritto da Paolo

      Sei ingrato. Su oltre 10 milioni hanno votato in 800. Quindi più o meno il 51%. Matematica padana.

      1. Scritto da Paolo il Comico

        la tua battuta spiritosa ha fatto ridere anche le mie galline.

        1. Scritto da Da Paperopoli

          Nonna Papera manda un saluto alle tue galline, se metti l’indirizzo, quando verrà in Padania per firmare il referendum, potrà venire a trovarle.

  24. Scritto da Daniele

    800 firme in otto mesi, su 10.000.000 di cittadini lombardi fa, uhm, lo 0,008% di preferenze, senza contare che per indire un referendum ci vogliono se non vado errato 50.000 firme, ammesso e non concesso che la corte costituzionale non respinga la richiesta… direi che tutto sommato le possibilità di venire colpiti da un fulmine in una giornata serena o venir uccisi da un asteroide mentre si transita in una galleria sono maggiori.

  25. Scritto da Federico

    Finalmente i lombardi iniziano a svegliarsi, e in una iniziativa al di fuori dei partiti e sopra i partiti. C’è bisogno di concretezza, perché con questa unità fasulla non salveremo né il Nord né il Sud. Ognuno si prenda cura del proprio territorio e della propria gente. Massima responsabilizzazione, insomma. Forza, firmate e fate firmare! Lombardia libera, indipendente e democratica! Qui si chiede solo di votare… Come potranno impedircelo? http://www.color44.org

  26. Scritto da Lemine

    W l’ indipendenza

  27. Scritto da vittorino

    TUTTE LE INFORMAZIONI SONO SUL SITO . . . http://www.CoLoR44.org

  28. Scritto da Lombarditalia

    Il futuro dei nostri figli ?!
    con la padania coi suoi i figli trote-relloni ?!
    Agà, ma non vivere di illusioni, o se sei un furbetto, non darne troppe agli altri

    1. Scritto da Renato

      Va bene non essere d’accordo col progetto, peró bisogna anche leggerli gli articoli prima di commentare!

  29. Scritto da Augusto

    lo facciano sto referendum, vedranno che flop ..
    il solito slogan .. manco i ministeri del nord hanno saputo fare !

    1. Scritto da Claudio Franco

      Non è una cosa della Lega. informatevi

  30. Scritto da Il Naggio

    Ma magari! Ditemi dove devo firmare!

  31. Scritto da Vittorio Strada

    Bravo, Agazzi! L’articolo però ha un refuso… Non “nel giro di 8 mesi”, ma di “1 mese”. La cosa è partita a fine marzo, ma il sito è stato pronto solo un mese dopo… Quindi le firme si sono raccolte, e solo on line, a maggio. Ora parte anche la raccolta per strada, con i moduli, e chiunque può essere protagonista. Nel sito si sono le indicazioni su come partecipare. http://Www.color44.org

  32. Scritto da Luca Marchi

    Un’opportunità per informarsi sul federalismo è il convegno di giovedì 13 giugno alle 21, presso la Casa del giovane, a Bergamo. Non si tratta di un programma politico, ma di un incontro informativo su un argomento di attualità.
    https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/166079_475253142554664_1088704897_n.jpg

  33. Scritto da Cittadino

    Lombardia indipendente!! Padania libera dall’Italia!

    1. Scritto da Vittorio

      ….. Gran Ducato di Lallio.

      1. Scritto da Astinatte

        Valle d’Astino indipendente, secessione da Longuelo! Basta essere schiavi di San Matteo della Benaglia!

    2. Scritto da ipadipod

      ne sarebbe doppiamente schiava ..

  34. Scritto da Vittorino

    voglio solo precisare che CoLoR44 è stato presentato ufficialmente il 23 marzo 2013 e quindi abbiamo alle spalle 2 mesi di attività . . .
    io sono il portavoce dei CoLoR44 . . . e sono tra i fondatori del Comitato . . .

  35. Scritto da Ah!A!Ah!

    Ah!Ah!Ah! guardate che Zelig è finito, potete però partecipare a Colorado…

    1. Scritto da mirgin

      Mi dispiace deluderti ma quelli di Color44 sono persone normali e non comici di professione come i politici italiani.

  36. Scritto da NOEL

    L’ UNICA SOLUZIONE E’ L’ INDIPENDENZA!!!!!!!!!!