BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Batterio al Papa Giovanni L’ospedale conferma: C’è, isolato in 7 pazienti

I vertici della struttura ospedaliera spiegano la vicenda con un comunicato: "La Klebsiella è stata individuata in un paziente proveniente da un altro ospedale. Avviato il piano di sorveglianza nel reparto di medicina"

Più informazioni su

Dopo la notizia diffusa nella mattinata di venerdì da Bergamonews (LEGGI QUI) sulla presenza di un batterio nel reparto di medicina del nuovo ospedale Papa Giovanni XXIII, la struttura ospedaliera spiega la sua versione della vicenda con un comunicato:

 

"La Klebsiella è un batterio che vive normalmente all’interno del corpo umano senza creare alcun problema. Nel caso però in cui dall’intestino, dove ha sede abitualmente, si trasferisca ad altri organi, in pazienti già debilitati si possono sviluppare infezioni. Si trasmette per contatto con un soggetto che ne è portatore.

Per questo l’ospedale Papa Giovanni XXIII mette in atto di routine i più severi protocolli di sorveglianza raccomandati dall’OMS e dal Ministero della Salute, ricercando la presenza del batterio in tutti i pazienti in ingresso in terapia intensiva e in altri reparti considerati a rischio. Grazie a questi controlli, il batterio è stato individuato in un paziente proveniente da un altro ospedale.

Come previsto dal protocollo, sono stati eseguiti i test anche sui pazienti ricoverati nello stesso reparto e assistiti dalla stessa équipe. Il batterio è stato isolato in 7 pazienti, nessuno dei quali risulta infetto, ma solo colonizzati e asintomatici.

A tutela di tutti i pazienti è stato attivato il piano di sorveglianza nel reparto interessato, che consiste nell’adozione di precauzioni aggiuntive da contatto, come un’accurata igiene delle mani e l’uso di sovra camici per operatori e visitatori che entrano in contatto con i pazienti colonizzati, nei quali la diffusione del batterio è costantemente monitorata e al momento non desta preoccupazione".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.