BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aeroporto, i comitati: “Meno slogan, più salute I bergamaschi lo meritano”

Il coordinamento dei comitati bergamaschi che si battono per salvaguardare la salute dei bergamaschi sulla questione aeroporto esprimono soddisfazione per l’avvio dello studio epidemiologico predisposto dall’Asl per capire come la presenza dello scalo incida sulla vita dei residenti.

Più informazioni su

Il coordinamento dei comitati bergamaschi che si battono per salvaguardare la salute dei bergamaschi sulla questione aeroporto esprimono soddisfazione per l’avvio dello studio epidemiologico predisposto dall’Asl per capire come la presenza dello scalo incida sulla vita dei residenti.

Il coordinamento dei comitati aeroportuali bergamaschi esprime soddisfazione per l’avvio dello studio epidemiologico legato all’attività del Caravaggio. Trattasi di una delle principali prescrizioni del Via rimaste colpevolmente ignorate dal 2003 ad oggi: questo ritardo è stato uno sfregio all’intera comunità bergamasca a cui l’azione dei comitati ha chiesto in ogni sede ed in ogni forma che si ponesse rimedio. Ad aprile, ad un incontro coi vertici dell’Asl, si è concordato un percorso di collaborazione trasparente nel quale anche i cittadini possano partecipare, percorso che prevede incontri periodici di confronto (a cui sono stati invitati anche sindaci e società di gestione dello scalo), ed un tavolo tecnico/scientifico a cui siederà in rappresentanza dei comitati il Prof. Crosignani. Nell’interesse della comunità bergamasca si è scelta una figura di straordinaria e comprovata competenza: qui si parla di rischi per la salute per decine di migliaia di persone e non c’è spazio per venditori di fumo, campagne promozionali strumentali, questionari sibillini, indagini economiche preconfezionate.

Diamo atto al Direttore Generale Azzi di aver avviato un lavoro importante, al quale parteciperemo con spirito costruttivo e serio, nella consapevolezza che i 150 mila euro messi sul piatto da Sacbo, in 3 anni, sono sufficienti solo per partire; del resto rappresentano l’1% dell’utile di un anno, crediamo che la tutela della salute dei bergamaschi meriti qualcosa di più… Parafrasando un noto slogan pubblicitario del momento diremmo che sì, l’aeroporto è libertà… Di ascoltare, di respirare, di riposare, di vivere. A lungo, dignitosamente, in salute, e a casa propria.

Il Coordinamento dei comitati aeroportuali bergamaschi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luigi

    Troppo astio e troppe polemiche a buon mercato, mi spiace ma il problema è serio e meriterebbe più intelligenza ed educazione, si tratta di trovare equilibrio possibile e necessario tra il diritto al lavoro e il diritto alla salute, ma qui mi sembra che si giochi a chi spara la caz…a più grossa! Un esempio? quanti di coloro che gridano all’inquinamento fumano? e vanno anche in automobile? se si, hanno misurato quanto inquinano?

  2. Scritto da w ore

    parlano al plurale ma alla fine sono 4 gatti

    1. Scritto da alex

      Hai ragione,quattro gatti….sembra che il mondo ruoti attorno a loro,non immaginano quante problematiche di ben diverso genere porterebbe l’assenza dell’aeroporto?Non si vive di sola aria “buona”.Anch’io,potessi abiterei in alta Valcamonica…forse….! Alex Bs

      1. Scritto da gigi

        Hai ragione: di aria cattiva si muore. Il caso ILVA non vi insegna proprio niente?
        Certo l’assenza dell’aeroporto porterebbe molte problematiche: l’asssenza di poltrone nei CdA, le speculazioni sui terreni, meno attività in nero etc. Quante città vivono benissimo anche senza aeroporto?
        E poi nessuno chiede di chiuderlo ma di far rispettare le leggi.
        Tranquillo che i gatti (e anche i Sindaci) sono molti e cominceranno a….graffiare

        1. Scritto da gigi

          senza andare a taranto c’è la zona dell’isola di bergamo dove l’incidenza di tumore è sopra la media. se conosci attività in nero componi il 117. Quale leggi non vengono rispettate ? ci sono gli enti che svolgono il controllo. certo se chiedi a quelli di orio che “ad orecchio” contano i voli e tante altre affermazioni lasciamo perdere

          1. Scritto da gigi

            Il limite di 6 milioni di Unità di Traffico previsto dal VIA e dal verbale della conferenza dei servizi del 2003 non è stato rispettato (siamo sopra i10 milioni) così come molti dei vincoli e delle prescrizioni. Gli Enti che dovrebbero farli rispettare sono azionisti SACBO, dunque…
            Nell’Isola molte fabbriche chimiche sono state chiuse o hanno dovuto mettere i filtri, Aspettiamo di crepare?

          2. Scritto da fausto

            stai a vedere ora che gli Enti di controllo ovvero UE, Ministero, Regione e ARPA sono azionisti SACBO…. bella questa!!

          3. Scritto da gigi

            denunciate gli enti, continuate a parlare e inconcludenti o forse sparate bufale.nell’isola quali fabbriche sono state chiuse per inquinamento ? fai i nomi o taci sparabufale

      2. Scritto da w ore

        non siate megalomani il mondo non ruota intorno a voi. io abito a bergamo città e tu se volessi, senza andare in vallecamonica, potresti andare anche a curno, seriate, ponte s pietro e in tanti altri paesi, ma da segugio che sei hai fiutato l’affare delle villette a poco e adesso rompi, ranges !

        1. Scritto da alex

          Abito in Franciacorta…,vedo gli aerei decollare sulle nostre case..nulla di più.Più che segugi(pieno il mondo) bisognerebbe essere maghi..come te.

  3. Scritto da paci no grazie

    bene , avanti senza indugi e senza farsi intimorire !