BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ryanair, la denuncia di un pilota: “Low cost a caro prezzo”

E’ un libro destinato a sollevare un caso internazionale quello scritto da Cristian Fletcher (il nome è uno pseudonimo per evitare il licenziamento, ndr), comandante Ryanair, che attacca la compagnia low cost irlandese che ha sporto denuncia.

Più informazioni su

E’ un libro destinato a sollevare un caso internazionale quello scritto da Cristian Fletcher (il nome è uno pseudonimo per evitare il licenziamento, ndr), comandante Ryanair, che attacca la compagnia low cost irlandese. E’ uscito il 24 maggio in Francia e presto sarà tradotto in inglese. La compagnia ha sporto denuncia. Il pilota traccia con precisione il modello economico dell’azienda: riduzione all’estremo dei costi, non senza la possibilità di mettere in pericolo la sicurezza dei voli. Nel libro di 300 pagine, pubblicato in Francia da Altipresse, Fletcher racconta dello stress costante a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio, con scali di 25 minuti e condizioni di lavoro insostenibili:

"Sareste tranquilli in quanto passeggeri se sapeste che il comandante ha dormito appena 3 o 4 ore la notte precedente?", ha affermato il pilota-scrittore, riferendosi ai ritmi infernali dell’equipaggio. "Si tratta continuamente di far regnare la paura con tattiche di minaccia, intimidazione e punizione", ha denunciato in merito alla cultura aziendale di Ryanair. Il comandante racconta anche di un episodio avvenuto in Italia, quando un aereo è stato dirottato da Pisa a Genova, a causa di violenti temporali nella regione e delle pressanti richieste del personale di terra, che chiedeva una deviazione a Bologna, nonostante le cattive condizioni meteorologiche e la mancanza di carburante. Terminata l’avventura, "abbiamo dormito qualche ora, con indosso le nostre uniformi Ryanair, per terra in un’agenzia di spedizione di Genova. La compagnia non fornì nessun rimborso finanziario e nessun pasto o bevanda", ha ricordato.

Il pilota ha rivelato anche l’ossessione di Ryanair per il risparmio di carburante, al punto che l’aria condizionata viene mantenuta al minimo, le frenate sono volutamente "brutali", per "liberare la pista il più in fretta possibile e ridurre i tempi di rullaggio". La compagnia organizza una gara interna tra comandanti di bordo per il consumo di carburante e pubblica ogni mese la classifica del miglior risparmiatore di "fuel", secondo l’autore.

Il responsabile della comunicazione di Ryanair, Robin Kiely, si è rifiutato di fare commenti sulla pubblicazione del libro, sottolineando che il gruppo ha sporto denuncia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luciano Avogadri

    Basta fare una valutazione del numero di incidenti di Ryanair. Uno scostamento significativo dai valori delle altre compagnie potrebbe venir considerato un serio indizio. Altrimenti siamo alle chiacchiere da bar. Come quelle sul carburante minimo, che già tiene conto di possibili problemi.

  2. Scritto da Cris

    Forse ci dimentichiamo che se c’e turismo in europa e grazie a loro e i giovani ne sanno qualcosa ! Forse le compagnie piu quotate hanno solo invidia , e poi tutte le compagnie hanno problemi alitalia e anche fallita intanto faceva viaggiare politici gratis e i cittadini normali pagavano esageratamente!

  3. Scritto da gigi

    Esiste un precisa procedura antirumore sottoscritta da SACBO che vieta l’azionamento dei reverse (le “frenate brusche”) che naturalmente Ryanair non rispetta e SACBO si guarda ben dal far rispettare

  4. Scritto da stefano

    via da Bergamo!

    1. Scritto da Simone

      Si via da Bergamo….. Ok ci sto ma spero che lei non sia un dipendente sacbo! Altrimenti cambierebbe subito idea…. No ryanair= aeroporto di bg chiuso….. Poi non lamentiamoci dei posti di lavoro e piangiamo se non abbiamo il lavoro e non riusciamo a mantenere i nostri figli! L’egoismo va di moda da lei vedo….

  5. Scritto da Peppe

    Di ritorno da un volo da Bruxelles, a causa di una forte perturbazione che imperversava sulla Lombardia e sulla pianura, abbiamo volato in cerchio per circa 45 minuti sulla Svizzera in attesa che si creassero condizioni di sicurezza per l’atterraggio. Se fosse vero che imbarcano il carburante strettamente necessario per il volo non so come abbia fatto il comandante a tenere in volo l’areo per 45 minuti oltre il tempo di volo previsto di circa un ora e mezza!

  6. Scritto da ivan

    Ma dai..
    E tutto studiato a tavolino..
    Ignoto il comandante, un sacco di libri venduti con una rendita sicuramente a 6 zeri e magari anche uncremento nel costo dei biglietti x migliorare la sicurezza..
    Voglio ricordare che ryanair ha acquistato il piu grande lotto di aerei nella storia del volo europeo alla boeing.

  7. Scritto da paci no grazie

    ok sono partiti i commenti dei prezzolati sacbo/rayanair …
    allacciate le cinture, fatevi il segno della croce, e cominciate a pregare, si parte !!!!!!

  8. Scritto da fabrizio

    si critica sempre questa compagnia ma poi è la più utilizzata… io posso solo dire che da quando c’è (faccio per lavoro una media di 4 voli al mese) risparmio quasi 1.000 euro/mese e ho nè più nè meno che lo stesso trattamento che avevo prima. Ma utilizzavo la tanto decantata compagnia di bandiera Lufthansa… meglio poi non parlare di quando usavo Alitalia!! quasi 400 euro per andare a Roma!!

    1. Scritto da baz

      peccato che di fatto siano sovvenzionati dal pubblico, lì si trova metà della loro “capacità di essere concorrenziali”

    2. Scritto da riccogi

      attenzione quando rimani senza carburante .. ho il pilota fa un errore ti potrebbe essere fatale
      auguri viaggiate con questi vaiiiiiiiiii

      1. Scritto da Tontolotto

        Ma sono caduti anche altri, e allora, tontolotto, che fai, terrorismo di bassa lega? Sei della concorrenza che no cade mai?

    3. Scritto da mario59

      Capisco il suo commento e il suo punto di vista. Di fronte al Dio denaro si può chiudere un occhio e anche quell’altro…sperando che non succeda mai l’irreparabile.

  9. Scritto da JJ

    mi chiedo se è così a rischio perchè lui continua a lavorarci? il carburante comunque deve essere di un quantitativo minimo per legge, ogni tanto questa storia del carburante salta fuori, basta cercare in internet che se se ne mette troppo, l’ aereo pesa di più e consuma più carburante, è un paradosso per cui non se ne deve caricare troppo

    1. Scritto da mario59

      Forse il comandante scrittore, sta cercando lavoro in altre compagnie aeree, però questo non lo sappiamo ne io ne lei.
      Non conosco la regolamentazione che impone il quantitativo di carburante da imbarcare…però penso a possibili imprevisti che impongono a un velivolo di rimanere in volo più a lungo del previsto…senza carburante bisogna scendere per forza, a questo punto mi chiedo quanto possa essere sicuro, dover scendere per forza in uno scalo nel bel mezzo di un forte temporale.

      1. Scritto da Daniele

        Infatti eventi come quello capitano giornalmente in Europa, se la storia del carburante fosse vera almeno un aereo Ryanair al mese dovrebbe colare a picco no? O magari è tutta una bufala?

  10. Scritto da Lorenzo

    Che dire…ormai la situazione è questa in qualunque posto di lavoro…

  11. Scritto da Antonio Locatelli

    L’ultima parola spetta sempre al comandante del aereomobile.
    Se lui fa le sue considerazioni morali e non si presta alla competizione come miglior risparmiatore di “fuel”, tutto rientra nella normalità.
    Quindi è soprattutto lui il responsabile.

    1. Scritto da fla

      Quando non hai un contratto indeterminato non fai il fenomeno e accetti tutte le competizioni……come nella mia azienda ove è permesso fumere cosi la gente non fa le pause sigaretta…….se mi lamento o minaccio di chiamare l’asl secondo te mi rinnovano il contratto? Idem il pilota………alitalia era un sogno per i piloti ora sono a contratto determinato