BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pd, primarie ufficiali I renziani chiedono rimpasto in segreteria

Inizia ufficialmente la corsa del centrosinistra alle elezioni 2014. Lunedì sera si è tenuto un primo incontro tra esponenti della segreteria provinciale e cittadina per definire le tappe che porteranno alla sfida con il centrodestra dopo cinque anni di opposizione.

Più informazioni su

Inizia ufficialmente la corsa del centrosinistra alle elezioni 2014. Lunedì sera si è tenuto un primo incontro tra esponenti della segreteria provinciale e cittadina per definire le tappe che porteranno alla sfida con il centrodestra dopo cinque anni di opposizione. Dall’altra parte della barricata ci sarà probabilmente Franco Tentorio, anche se il primo cittadino scioglierà le riserve solo tra qualche mese. Chi è la persona giusta per scalzare l’alleanza tra Popolo della Libertà e Lega Nord? La risposta sarà affidata alle primarie, una modalità di scelta naturale per il Partito democratico e per tutto il centrosinistra. I nomi caldi per la candidatura sono il capogruppo a Palafrizzoni Sergio Gandi e il renziano Giorgio Gori. Non è da escludere anche un ritorno di Elena Carnevali, ora alla Camera.

Nelle prossime settimane inizierà il dialogo con le altre forze politiche e civiche, perché l’obiettivo è allargare il più possibile il panorama, previo accordo su una bozza di programma. “E’ lo schema che, alle ultime Amministrative, ha portato il centrosinistra ad ottenere risultati incoraggianti – spiega il segretario provinciale del Pd Gabriele Riva – lo schema di Sondrio, Lodi e Brescia è chiaro: una forza come il Pd allargata al patto civico. E’ giusto che, anche a Bergamo, tutti i soggetti che non sono Pdl e Lega si confrontino ed elaborino il programma. Le primarie sceglieranno chi meglio lo interpreta. Questo processo partecipativo e democratico ci ha consentito il raggiungimento di risultati importanti”. Sono previste prove di dialogo con tutti, dai montiani fino alla sinistra.

Ad un’apertura verso l’esterno del Pd corrisponde però una tensione interna difficile da mascherare. Protagoniste sempre loro, le due fazioni che si sono scontrate alle primarie 2012: bersaniani e renziani. Quest’ultimi, capitanati da Giorgio Gori e Nicola Eynard, hanno chiesto al segretario provinciale Gabriele Riva una presa d’atto della necessità di coinvolgere nella segreteria provinciale tutte le anime che compongono il partito. Attualmente ne fanno parte Gabriele Riva, Alessandro Frigeni (vicesegretario), Francesca Bruschi, Miriam Campana, Gianfranco Costelli, Sergio Gandi, Luca Gibellini, Elisabetta Olivari, Domenico Piazzini, Andrea Tiraboschi. La presenza del vicesegretario Frigeni non basta più. Tra i tanti nomi proposti ci sono Claudio Arici, Vladimiro Lanfranchi e Marcello Saponaro. Non se ne farà nulla. I renziani però hanno digerito il niet senza troppi problemi, consapevoli che in questa fase è molto più importante l’unione del Pd piuttosto che nuove tensioni dopo le estenuanti primarie dell’anno scorso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni

    quante storie tutto per racimolare ancora SOLDI con queste primarie

  2. Scritto da amico diMR

    ..ma evidentemente contrariato dalle manovre della sua classe dirigente, che con molta indifferenza prosegue nel suo operare, alimenta il correntismo a discapito degli “avversari interni” per giovarne personalmente!Se qualcuno di questi iniziasse a vivere del proprio lavoro anziché “campare“sulle spalle del partito?..inutile parlare di collettivo, di denigrare il “noi e loro” pubblicamente per poi alimentarlo! in fondo non mi stupirei se si giocasse anche sugli acronimi tipo MR!

    1. Scritto da Marco

      Questi commenti si che sono disinteressati…

  3. Scritto da nino cortesi

    Alle prossime politiche mettiamo una bella crocetta sulla scheda elettorale al M5*. Basta! Che si prendano in giro da soli.

    1. Scritto da andrea

      Tranquillo, è tutto a posto; ora sei fra amici, rilassati.

    2. Scritto da Luciano Avogadri

      Ah, ma allora non è andato in pellegrinaggio a Genova.
      Nel merito della sua proposta: come cadere dalla padella nella brace.

  4. Scritto da amicodiMR

    La prima domanda che nasce spontanea è come possano trapelare queste notizie da certi incontri da Caminetto. La seconda è perché certi paracadutati in consiglio provinciale nella circoscrizione cittadina che hanno sempre vissuto sulle spalle del partito continuino a gestire la segreteria provinciale come cosa propria! Gettando fango su chiunque provi ad intercettare la necessità di rinnovamento di questo partito, vivo nella sua base…

  5. Scritto da Claudio Arici

    Preciso che non c’é sul tavolo nessuna richiesta di modifica della attuale segreteria provinciale ma un percorso per evitare di ripetere gli auto isolamenti che hanno condizionato negativamente il confronto delle scorse primarie. Tutto lì.

  6. Scritto da Alberico

    cosa pretendono questi renziani? nella segretaria attuale, oltre alla punta di diamante Frigeni, ci sono altri due ex bersaniani (un uomo e una donna) che sono passati con loro. Lo sanno tutti tranne che Gori?

  7. Scritto da paolino

    Il signor Saponaro faceva parte della segreteria, poi si è dimesso per motivazioni personali (impegni di lavoro). La segreteria non è un pullman su cui si sale e si scende a piacimento.
    E a proposito dell’unico renziano, Frigeni: oltre ad aver osteggiato la battaglia per l’acqua pubblica, ad aver sostenuto la proposta di autostrada Bergamo-Treviglio ad aver annunciato la propria candidatura alle regionali prima ancora che la direzione del partito si pronunciasse, cos’ha fatto di concreto?

    1. Scritto da paolino

      Mai silenzio fu più eloquente…