Quantcast
"Il senso dell'elefante" di Marco Missiroli vince il Premio Narrativa Bergamo - BergamoNews
Concorso letterario

“Il senso dell’elefante” di Marco Missiroli vince il Premio Narrativa Bergamo

Al trentaduenne scrittore 97 voti della giuria popolare, ben 53 in più rispetto al secondo classificato: Christian Raimo con "Il peso della grazia".

"Il senso dell’elefante" di Marco Missiroli (Guanda) ha vinto la XXIX edizione del Premio Nazionale di Narrativa Bergamo.

Novantasette voti dalla giuria popolare per il giovane Missiroli (32 anni), 53 in più rispetto a Christian Raimo con “Il peso della grazia” (Einaudi).

Al terzo posto con 42 voti, "Vanagloria” di Hans Tuzzi" (Bollati Boringhieri) e al quarto “Falene” (Sellerio) di Eugenio Baroncelli che ha totalizzato 15 preferenze.

Infine “Amorino” (Bompiani) di Isabella Santacroce con 9 voti.

Ecco dunque il verdetto comunicato nel corso della cerimonia di premiazione al Ridotto Gavazzeni del Teatro Donizetti alla presenza dei cinque scrittori finalisti, e di un folto pubblico.

Marco Missiroli è stato proclamato vincitore della XXIX edizione del Premio Narrativa Bergamo 2013 dal Presidente dell’Associazione Premio Nazionale di Narrativa Bergamo, Massimo Rocchi e ha ricevuto un diploma attestato e un premio di 2.500,00 euro.

Massimo Rocchi ha ringraziato tutti coloro che con il loro lavoro e la loro appassionata tenacia, hanno contribuito alla realizzazione di questa ventisettesima edizione, e ha introdotto la Cerimonia con delle riflessioni sulla rilevanza di un Premio che ogni anno, offre l’opportunità di conoscere opere letterarie di elevato spessore, fuori da un circuito commerciale consueto e spesso dalle ridotte proposte valide. e innovative. Attraverso il coinvolgimento di così vaste categorie di lettori, dialogano anche diverse generazioni, che si confrontano su testi talvolta difficili e impegnativi, ma che stimolano dibattiti sociali e di arricchimento personale.

L’assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Claudia Sartirani ha sottolineato come la premiazione si collochi significativamente all’interno della tradizionale Fiera dei Librai di Bergamo (54° edizione) nell’ambito della IV edizione di Libergamo promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo.

Il Segretario Generale del Premio Flavia Alborghetti, ha letto le preferenze riportate nelle schede di votazione. Le schede voto pervenute alla Segreteria del Premio sono state in tutto 211 su 216, di cui una bianca e 4 nulle. A suo tempo erano state distribuite, per l’esercizio del voto, ai 60 giurati “con più di 25 anni”, ai 40 membri della “giuria giovane”, 7 biblioteche e 6 associazioni culturali (composte da 102 votanti)-14 classi di Istituti scolastici, divisi in gruppi di lettura e gruppi del laboratorio di lettura, costituitisi in città e provincia.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Scegliere un libro
Segnalibro
Il profumo, la copertina, la tv: cosa influenza la scelta di un libro?
Claudia Sartirani sceglie "La vita è bella nonostante"
Fiera dei librai
Un libro al giorno L’assessore Sartirani dice: La vita è bella nonostante
"Zigulì": bel libro del filone della letteratura del dolore
Segnalibro
Il dolore in letteratura soppianta thriller e horror Segno dei tempi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI