Quantcast
Un corridoio ecologico nel pianalto a nord della città - BergamoNews
Arco verde

Un corridoio ecologico nel pianalto a nord della città

In Provincia un progetto che mira a creare un corridoio ecologico nella fascia di connessione tra i principali corsi d'acqua Adda, Brembo, Serio e Oglio nei territori a nord della città di Bergamo.

Un nuovo progetto in materia ambientale della Provincia di Bergamo, si chiama “Arco verde: un’infrastruttura ambientale per le comunità del pianalto bergamasco” 

È stato presentato lunedì 22 aprile nella sede della Provincia di Bergamo dagli assessori provinciali alla Tutela risorse naturali, Pietro Romanò, e alla Pianificazione territoriale, Silvia Lanzani, i funzionari della Provincia Vera Persico e Moris Lorenzi oltre ad alcuni componenti del gruppo del lavoro.

Finanziato dalla Fondazione Cariplo, dalla Provincia di Bergamo e da diversi partner con 143.760 euro, mira a creare un corridoio ecologico nella fascia di connessione tra i principali corsi d’acqua dell’Alta pianura e del settore prealpino, più specificamente, tra i fiumi Adda, Brembo, Serio e Oglio nei territori a nord della città di Bergamo.

Si tratta di una fascia di continuità ecologica tra diverse aree che avrà oltre 35 chilometri lineari: ”Stiamo parlando di una"infrastruttura verde” che concorrerà in maniera decisiva a completare il reticolo della rete ecologica della nostra provincia, reticolo sul quale stiamo già operando da 3 anni con Parchi locali di interesse sovracomunale (Comuni) e Parchi regionali grazie a un finanziamento di Regione Lombardia di 1.340.000 euro per interventi da attuarsi nella fascia dei fontanili verso la dorsale verde Nord Milano”, dichiara l’assessore Pietro Romanò”.

L’idea di rete ecologica è ormai un concetto globale e condiviso, le convenzioni delle Nazioni Unite ne riconoscono l’importanza. Dal 2010 gli ambiti di connessione naturale individuati dal documento di Rete ecologica regionale (RER) sono stati riconosciuti da Regione Lombardia quali infrastrutture prioritarie del Piano territoriale regionale, costituendo strumento orientativo per la pianificazione regionale e locale.

"Le aree protette, anche nella Bergamasca, si trovano spesso isolate all’interno di territori molto urbanizzati e antropizzati e non riescono da sole a garantire la conservazione della biodiversità. Da qui la necessità di ricucire le reti ecologiche attraverso la creazione di corridoi verdi ", spiega l’assessore Silvia Lanzani.

Per questi motivi la Fondazione Cariplo ha deciso di investire su questo importante tema attraverso il bando Ambiente "Realizzare la connessione ecologica”. Gli obiettivi sono lo sviluppo e il potenziamento di corridoi ecologici terrestri e fluviali attraverso l’individuazione di interventi utili alla deframmentazione dei territori per mettere in collegamento aree naturalistiche importanti per il mantenimento della biodiversità.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI