BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Matteo Renzi a Ballarò: “Bersani ha diritto di fare la prima mossa”

Attesissimo, Matteo Renzi a Ballarò martedì sera. E il sindaco di Firenze va subito al punto parlando di "fallimento della classe politica che aveva promesso la riforma della legge elettorale".

Attesissimo, Matteo Renzi a Ballarò martedì sera. E il sindaco di Firenze va subito al punto parlando di "fallimento della classe politica che aveva promesso la riforma della legge elettorale".

Renzi su Beppe Grillo ("che ci ha dato una bella lezione") non è tenero: "Se ci possiamo permettere l’immagine di un signore mascherato a cui tutta la politica sta guardando è colpa dei politici: non abbiamo fatto la legge elettorale, non abbiamo abolito le province, abolito il finanziamento pubblico dei partiti…".

Grande rispetto, da parte del competitor di Bersani alle primarie "per i voti che ha preso, però se ci fosse una  leadership politica che dicesse: ok italiani abbiamo capito la lezione, questo successo non ci sarebbe stato. Bastava diminuire il numero dei parlamentari, superare il bicameralismo perfetto: perché non si è fatto?".

Però è critico anche verso se stesso: "Io ho fallito perché ho perso. Ho fatto le primarie su questi temi qua. E ho perso".

Ciononostante avrebbe potuto fare una propria lista dopo la sconfitta alle primarie: "Sì, e ritagliarmi un mio spazio. Invece sono stato alle regole sperando di avere solo due schieramenti, uno che vince e uno che perde, ma…".

Ma , "mentre aumentano le famiglie povere a cui la Caritas dà i pacchi di sostentamento, siamo tutti a inseguire il cappello mascherato" dichiara sconsolato a Giovanni Floris.

Poi entra nel merito del suo partito: "Noi del Pd abbiamo sbagliato qualcosa, ma io a Bersani certe cose le ho sempre dette in faccia quando eravamo 106 a 2, però non accoltello il giorno dopo: però effettivamente dopo le primarie il Pd si è un po’ seduto".

Ma oggi "il problema non è il Pd, è l’Italia. E noi abbiamo buttato fuori un calcio di rigore".

Intanto Renzi rileva che "per la prima volta la maggioranza nello schieramento parlamentare è contro l’Europa".

Poi l’assist al segretario: "Bersani ha diritto di fare la prima mossa. Lui ha ragione: abbiamo numericamente vinto, ma di fatto ha perso. Eppure non riduciamo queste elezioni a un regolamento di conti interno. Ora non tocca a me, io ho perso le primarie. Tocca a Bersani".

Non lo so, conclude "cosa succederà adesso. La vera emergenza è il lavoro. In questa situazione Pd-Pdl in un Paese normale sarebbe già scattato l’accordo, ma noi non siamo un Paese normale".

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aristide

    Matteo Renzi sembra più capace di quanto sembrasse all’inizio, quando pareva ostaggio di Giorgio Gori e di certi giovinotti rampanti di una non-borghesia slombata. È riuscito a far dimenticare di che pasta fossero i suoi “supporter”. Adesso quando parla di “rottamazione” vi accenna con tono sommesso, come fosse un errore di gioventù. Non che non ci fosse un problema di gerontocrazia. Ma il punto è che l’elettorato del Pd è senile. Il buon Renzi doveva tenerne conto, adesso ne tiene conto.

  2. Scritto da il polemico

    non ha il diritto, ma ha il dovere.meno chiacchere e più fatti.vediamo se stilerà un programma che sarà apprezzato da tutti,ma ne dubito fortemente,in campagna elettorale è stato cosi inconcludente e affannoso che si è risvegliato un po dal torpore solo da quando il berlusca ,soffiandogli sul collo, ha dichiarato di eliminare l’imu e altre cose,e il prode bersani arrivava sempre secondo,però ha vinto,che getti il sasso per primo stavolta