• Abbonati
L'analisi

Per la Lega in disarmo è il giorno della verità: Maroni deve vincere

A Bergamo il tracollo dei lumbard è secco: dieci punti rispetto al 2008, dieci punti in provincia, dieci punti in città, dieci punti alla Camera, dieci punti al Senato. Un disastro. A meno che il leader del Carroccio non conquisti il Pirellone.

Oggi, martedì 26 febbraio, è il giorno della verità per la Lega. Solo la vittoria di Roberto Maroni alla Regione Lombardia, infatti, eviterà una resa dei conti che sa di disastro totale.

Già perché il risultato elettorale del Carroccio, seppure in parte prevedibile dopo l’annus horribilis che il movimento del Nord ha passato, tra amministratori fedifraghi, figli di… “allegri”, rese dei conti tra barbari sognanti e cerchi magici, ramazze in quel di Bergamo, roccaforte inespugnabile (si pensava), non è certo da scrivere nelle pagine di successo. Anzi.

Guardiamo solo in casa nostra: a Bergamo il tracollo dei lumbard è secco: dieci punti rispetto al 2008, dieci punti in provincia, dieci punti in città, dieci punti alla Camera, dieci punti al Senato. Insomma, dal 30 al 20 per cento: il ridimensionamento fa quasi impressione, è di un terzo. Dei consensi in quella che, lo ripetiamo, è la terra più fertile per le simpatie leghiste.

Sarebbe dunque una batosta senza precedenti, sarebbe dunque un risultato sull’orlo dell’abissso se…. Se Roberto Maroni non conquistasse il Pirellone.

E’ qui infatti che la Lega vecchia e nuova si gioca il tutto per tutto con la speranza, e forse più della speranza, con la possibilità di vincere. Sì perché il distacco si è già visto: in Lombardia è corposo e forse incolmabile. Nonostante. Nonostante appunto i piccoli risultati che penalizzano in questa tornata sia il Carroccio che il Pdl. Penalizzano, non azzerano. Tutt’altro.

L’Ohio d’Italia è un grido di dolore (o-ahi-o) per Bersani. E l’alleanza con Berlusconi, se da una parte fa storcere il naso a tanti leghisti, dall’altra porta quei voti che possono ridare fiducia e grandiosità al movimento: proprio grazie alla conquista della terza regione del Nord.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Elezioni
Politica
Elezioni, i risultati nei Comuni bergamaschi Aggiornamenti in diretta
Giacomo Stucchi fiducioso per le Regionali
Elezioni 2013
Stucchi (Lega): “Risultato che fa ben sperare anche per le Regionali”
Daniele Belotti
Le prime reazioni
Belotti, Lega: “Vedremo Grillo alla prova dei fatti Dovrà fare delle scelte”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI