BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Antonio Di Pietro dice addio alla guida dell’Italia dei Valori

Un gesto destinato a lasciare il segno e che rappresenta la fine di un'epoca: Antonio Di Pietro, leader de L'Italia dei Valori, si è dimesso dalla presidenza del partito dopo la sconfitta della Lista Ingroia che non ha superato lo sbarramento del 4%.

Un gesto destinato a lasciare il segno e che rappresenta la fine di un’epoca: Antonio Di Pietro, leader de L’Italia dei Valori, si è dimesso dalla presidenza del partito dopo la sconfitta della Lista Ingroia che non ha superato lo sbarramento del 4%. Una sconfitta politica che pesa per l’ex magistrato di Mani Pulite che ha decisio di lasciare il partito che aveva fondato e che in Parlamento era arrivato come un’ondata di novità nell’ultima legislatura. A spingere Di Pietro pare sia stata proprio la delusione della sconfitta elettorale. 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco

    Meno male che ogni tanto arriva qualche bella notizia!

  2. Scritto da Motius

    Normalizzare lo Stato, realizzare il primato del Cittadino sugli apparati, ribaltare i prepotentati, avere l’orgoglio dell’onestà, il rispetto della legalità e tanto coraggio personale: questo è Antonio Di Pietro! L’Italia ti ringrazia! L’oggi è solo un breve, utile attracco in rada, carico, scarico, cambi d’equipaggio e poi….. uomini pronti, ……, motori pronti….., barra a dritta, …..si riparte…, hurrà, hurrà, hurrà per il Capitano

    1. Scritto da vacario

      Gli elettori la pensano in modo differente. Ci sarà un motivo?
      Ormai la barca è in secca e la marea non accenna a salire.

      1. Scritto da doctor

        vacario…invece quelli rimasti sono sono belli ……almeno Di Pietro un minimo di coerenza lo ha sempre avuto….e non mi parlare di elettori….votano da 20 anni un contapalle unico al mondo….

      2. Scritto da Motius

        Io sono un elettore e la penso così! Certi commenti mi ricordano e il comportamento dell’asino verso il leone malato, come raccontato da Esopo. Di Pietro è entrato in politica venendo dalla Storia; qualcun altro vi è arrivato venendo dalle storielle!

        1. Scritto da vacario

          Lei è libero di pensarla come meglio crede, ci mancherebbe.
          Mi permetto solo di aggiungere che qualche maiuscola in meno e qualche riflessione in più sulle ragioni della sconfitta elettorale potrebbero essere di aiuto.
          P.s. Di Pietro è entrato in politica via Mugello , dove anche l’asino di Esopo sarebbe stato eletto.

          1. Scritto da Motius

            Gli Amanuensi evidenziavano il portato “maius” di una parola scrivendone la prima lettera in lapidario. Lutero, Monaco di grande Cultura, coevo alla Miniaturistica e a Gutenberg, statuendo la Lingua germanica scritta, volle che in essa ogni Sostantivo iniziasse con Lettera maiuscola favorendo una continua Attenzione a grammatica, Grafia, Valori. Come vede tra Italia e Germania, c’è un altro Spread o forse ne è l’Origine! Ps. Giotto l’è di Vicchio di Mugello. L’è un Asino!

      3. Scritto da lotty

        gli elettori la pensano in modo diverso e infatti hanno votato ancora il caimano perchè pensano come lui….

  3. Scritto da padana doc

    Ti raccomando non venire in valle imagma cerca di scordartela. Ciao e buona pensione a tee atuo cognato ol cima

  4. Scritto da giulietta

    Purtroppo la lista ingroia ha eroso elettori di centro sinistra,solo con una larga coalizione era possibile sconfiggere definitivamente Berlusconi,comunque rispetto la sua scelta di dare le dimissioni.E’stato un buon magistrato e così va ricordato per il suo impegno contro la corruzione e la malapolitica.

  5. Scritto da Consolazione

    Beh, si consolerà con i suoi appartamenti.
    Poi avrà tempo di frequentare l’università degli anziani per migliorare il suo italiano

  6. Scritto da cip

    il patrimonio immobiliare accumulato dopo l’ingresso in politica lo regala?

    era ora, fuori dalle balle

  7. Scritto da dimitri

    Era ora! Ma non poteva farlo prima.???????a casa