• Abbonati
Lo spoglio

Bersani: vantaggio di un punto al Senato, boom di Grillo Calderoli, Stucchi e Consiglio i 3 eletti a Palazzo Madama

Bersani al 32 per cento, Berlusconi al 30 al Senato, ma i seggi sono a favore del centrodestra: al centrosinistra 104 contro i 123 del centrodestra, i 57 dei grillini, e i 18 dei montiani. Alla Camera 5 stelle e Pd testa a testa sul 25%.

Eccoci, dopo due giornate di voto sotto la neve e dopo un lunga campagna elettorale, finalmente ci siamo.

Alle 15 di lunedì 25 febbraio è iniziato lo spoglio delle schede per il Senato della Repubblica, poi toccherà alla Camera e quindi domani pomeriggio, martedì, alle 14 alle regionali lombarde.

Mezzanotte

PROVINCIA DI BERGAMO – CAMERA DEFINITIVI

Berlusconi 41,17

Bersani 24,41

Grillo 16,81

Monti 13,29

Giannino 2,26 Ingroia 1,37

Ore 23.45

PROVINCIA DI BERGAMO – SENATO DEFINITIVO  

Berlusconi 42,96

Bersani 25,44

Grillo 14,83

Monti 11,90

Giannino 1,78

Ingrioia 0,98

 

Ore 23

Secondo le prime proiezioni sugli eletti soltanto tre berganaschi dovrebbero entrare al Senato: tutti e tre della Lega Nord, sono Roberto Calderoli, Giacomo Stucchi e Nunziante Consiglio.

Ore 22.30

Ormai al Senato i dati sono definitivi (mancano poche sezioni): Bersani vince nei numeri, 31,60% ma non nei seggi(104) che vengono ripartiti in quote regionali. A Berlusconi il 30,65 (123) a Grillo il 23,67 (57), a Monti, il 9,15 (18). 

Ore 22.05

900 su 967 alla Camera Bergamo.  Berlusconi 40,99%, Bersani 24,55%, Grillo 16,18%, Monti 13,34%, Giannino 2,29%, Ingroia 1,38%.

Ore 21.46

933 su 967 al Senato: Silvio Berlusconi al 42,82%, Bersani al 25,51%, Movimento 5 stelle 14,84%, Scelta civica 11,95%, Giannino 1,79%, Rivoluzione civile 0,98%.

Ore 20.25

In Bergamasca il centrodestra continua a prevalere sul centrosinistra sia alla Camera che al Senato. Ciononostante si registra un calo vistoso della Lega e del Pdl, sia in città che in provincia. La batosta è abbastanza pesante: al Senato i lumbard bergamaschi scendono dal 30,34 al 20,72 e il Pdl dal 29,75 al 19,53. Insomma un 10 per cento in meno per ognuno dei due partriti del centrodestra. Alla Camera la Lega dal 31 passa al 19% e il Pdl dal 29 al 19. E in città la situazione non è migliore: il Pdl al Senato scende dal 31 al 16; la Lega dal 19 al 12. Alla Camera il Pdl dal 30 al 16 e la Lega dal 19 all’11. Il Pd non si avvantaggia per niente di questo crollo e rimane sul 23 per cento in Bergamasca al Senato e anche alla Camera e sul 31 per cento in città. 

Ore 21

Ecco i risultati definitivi del Comune di Bergamo al Senato: centrosinistra al 34,07%,centrodestra al 32,67, Monti al 15,1, Grillo al 12,9.

Ore 20.15

Alla Camera siamo ormai a metà dello spoglio: Bersani 31,3; Berlusconi 27,3; Grillo 25,06 ed è il primo partito; Monti 10,4; Ingroia 2,3; Giannino 1,2.

Ore 20:

Sono 48 mila le sezioni scrutinate per il Senato con 32,03 per cento a Bersani, 30,21 Berlusconi, 23,88 a Grillo, 9,15 a Monti. Ma nei seggi è avanti il centrodestra: se si confermasse questa situazione al centrosinstra andrebbero 104 seggi, contro i 123 del centrodestra, i 57 dei grillini, e i 17 dei  montiani.

Ore 19.42

Alla Camera Bergamo 345 sezioni su 967: centrodestra al 39,31%, centrosinistra 25,8%, Grillo al 16,6%, Monti al 14,06%, Fermare il declino 2,47%.

Ore 19.30

Non cambiano le percentuali quando siamo a 42mila sezioni scrutinate per il Senato: Bersani 32,53%; Berlusconi 29,65; Grillo 24,03%; Monti 9,10%.

Ore 19.10

Ecco i dati del Senato in Bergamasca quando siamo a due terzi dello scrutinio, cioè 603 seggi sui 967: Berlusconi 42,95% di cui il 20,33 per la Lega e 19,55 per il Pdl; Bersani 25,79; Grillo 14,58; Monti 11,78.

Ore 19.08

Primi dati bergamaschi sulla Camera dei deputati: 209 sezioni su 967. Berlusconi 39,67%; Bersani 27,77; Grillo 16,07; Monti 14,04. 

Ore 19.05

Alla Camera lo spoglio prosegue e le schede verificate sono in 16mila sezioni su 61 mila: Bersani è al 32,36%; Berlusconi al 26,19; Grillo al 25,86; Monti al 10,24.

Ore 19

Sono ormai 38mila le sezioni scrutinate al Senato con i seguenti risultati: Bersani 32,53%; Berlusconi 29,65; Grillo 24,03%; Monti 9,10%.

Ore 18.30

Sono quasi la metà del totale i seggi dove sono stati conteggiati i voti in Bergamasca, cioè 433 su 967. Berlusconi è saldamente in testa con il 42 per cento (di cui 20% Lega e 19 Pdl). Bersani ha il 26%. Grillo il 14. Monti il 12.

Ore 18.15

Arrivano i primi risultati alla Camera: 6600 seggi su 61mila. Bersani 34%, Grillo 25%, Berlusconi 24, Monti 10.

Ore 18

Sono 21 mila le sezioni scrutinate per il Senato, un terzo del totale. Ecco i dati: Bersani 33,18%; Berlusconi 28,65%; Grillo 24,35%; Monti 9,15%

Ore 17.45

A Bergamo e in provincia sono 220 i seggi scrutinati su 967. A Berlusconi il 42,06% (19,94 Lega e 19,08 Pdl); Bersani 26,92%; Grillo 13,41; Monti 12,54.

Ore 17.35

Sono ormai quasi 15mila e cioè un quarto del totale le sezioni scrutinate per il Senato. E i dati danno in vantaggio Bersani col 34%; a Berlusconi il 27%; a Grillo il 24 e a Monti il 9.

Ore 17.30

Sono 103 le sezioni scrutinate in Bergamasca, su un totale di 967. Berlusconi ottiene per ora il 46,90% (di cui 23,37 alla Lega e 20,52 al Pdl); Bersani il 22,84; Grillo il 13,77, Monti l’11,52.

Ore 17.25

Maria Stella Gelmini, già ministro del governo Berlusconi, e bergamasca d’adozione dopo il martrimonio, commenta compiaciuta i primi esitii: "Ci hanno dati per morti troppo presto. L’unica certezza è il flop di Monti"

Ore 17.15

9500 sezioni scrutinate su 60.400. Bersani 34%, Berlusconi 27%, Grillo 24%, Monti 9%.

Ore 17

In Bergamasca scrutinate 41 sezioni su 967. Centrodestra al 47,83% (Lega 25 e Pdl 19); centrosinistra 22,32, Grillo 12,92, Monti 11,51.

Ore 16.55

I giornali online in Europa commentano la vittoria del centrosinistra senza avere ancora i risultati delle proiezioni. Svedesi e francesi esultano, tedeschi e inglesi moderati ma con un occhio sui mercati. La Borsa, che agli instant poll era schizzata all’insù, dopo le proiezioni si calma e lo spread sale. 

Ore 16.45

Mentre le proiezioni continuano a dare in testa la coalizione di centrodestra, proseguono gli scrutini delle sezioni. Ora sono conclusi i conteggi in 2.600 seggi su 60.400 per il Senato. Il centrosinistra è avanti col 35,88% seguito da Grillo con 25,52, quindi centrodestra con 25,25 e poi Monti con 9,05.

Ore 16.40

Prime 1500 sezioni scrutinate per il Senato: Bersani 36%; Grillo 26%; Berlusconi 24%; Monti 9%

Ore 16.30

Le proiezioni stanno ribaltando i dati degli instant poll: il movimento 5 stelle sarebbe il primo partito al 25%, centrodestra avanti al Senato 

Ore 16.20

Prime 7 sezioni di Bergamo e provincia su 967: Berlusconi 51% (Lega 26 e Pdl 20); Bersani 19, Monti, 13,50, Grillo 11.

Ore 16.15

Grillo commenta su twitter: l’onestà andrà di moda

Ore 16.10

Questi sono voti veri, non proiezioni: prime 126 sezioni al Senato: Bersani 37,67; Berlusconi: 25,33; Grillo 24,37%; Monti 8,22

Ore 16

Primi seggi scrutinati per il Senato. Si tratta di 2 sezioni su oltre 60mila, vi diamo il risultato per sorridere più che per capire: Bersani 39%; centrodestra 17%; Grillo 28%; Monti 6%; Ingroia 5%

Ore 15.45

Sempre secondo Piepoli per la Ria in Lombardia si profila un testa a testa tra Ambrosoli e Maroni con una lieve prevalenza di Ambrosoli. Solo in veneto e nel Friuli il centrodestra sarebbe avanti, secondo Tecnè.

Ore 15.35

La Lega secondo Piepoli sarebbe tra il 4 e il 5%

Ore 15.30

Ecco l’instant Poll dell’istituto Piepoli per la Rai: Pd e Sel, vittoria alla Camera; maggioranza dei voti prd Pd-Sel anche al Senato ma senza ancora una proiezione dei seggi. Al Senato il centrosinistra è accreditato di una percentuale tra il 36 e il 38%, il centrodestra tra il 30 e il 32 per cento. Alla Camera il centrosinistra oscilla tra 35 e 37%, il centrodestra tra il 29 e il 31 per cento. Quanto ai partiti, alla Camera il Pd è tra il 31 e il 33%, il Pdl tra il 21 e il 23, Movimento 5 Stelle tra 19 e 21, Scelta Civica tra il 6 e l’8 per cento

I primissimi istant poll (Tecnè di Sky Tg 24)danno avanti il leader del centrosinistra Pierluigi Bersani con il 35% dei consensi, seguito dal centodestra col 29 per cento, quindi il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo col 19%. Mario Monti, premier uscente, non supererebbe il 9,5%. Antonio Ingroia non entrerebbe in Parlamento avendo solo il 3,5% e nemmeno Fare di Oscar Giannino  che si fermerebbe all’1,5%.

Secondo la primissimissima proiezione al Senato in Lombardia il centrosinistra sarebbe avanti dello 0,1 per cento rispetto al centrodestra.

Bergamonews segue passo passo, momento per momento l’evolversi della situazione e vi racconterà in diretta, anche via twitter, cosa succede sia per il Parlamento che per il Pirellone.

Non mancheranno i commenti a caldo dei protagonisti di Bergamo e non solo della lunga campagna elettroale, dei vincitori e dei perdenti, e non mancheranno i flash su come si è votato bei 244 comuni bergamaschi.

Voi segnalateci novità, errori, problemi, disfunzioni: come sapete questa piccola grande redazione fa di tutto ma qualcosa può sfuggire,confidiamo nel vostro aiuto. 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Scheda del voto
Al seggio
Su Facebook la foto del voto, l’entusiasmo a 5 stelle gioca brutti scherzi
La spilla
Al seggio
Rappresentanti di lista con “Voto Ambrosoli”: avvertiti i carabinieri
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI