BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Impiantistica elettrica Alla fiera di Dubai anche le eccellenze bergamasche

C’erano anche 7 aziende orobiche tra le 121 imprese italiane partecipanti alla Middle East Electricity 2013, la principale manifestazione del Medio Oriente dedicata ai settori dell’impiantistica elettrica e dell’elettronica

Arditi Spa di Brembilla, la Icc Italian Cable Company Spa di Bolgare, la Imequadri Duestelle Spa di Urgnano, la Elettrocanali Spa di Scanzorosciate, la Lovato Electric Spa di Bergamo, la Marlanvil Spa di Ciserano e la Omac Snc di Chiuduno. C’erano anche queste 7 aziende bergamasche tra le 121 imprese italiane partecipanti il 17,18 e 19 febbraio alla Middle East Electricity 2013, la principale manifestazione del Medio Oriente dedicata ai settori dell’impiantistica elettrica, dell’elettronica, della produzione, distribuzione e trasmissione di energia in programma al Dubai International Convention & Exhibition Centre.

La partecipazione alla 38esima edizione della fiera è stata promossa da Anie Confindustria e dall’Ufficio ICE di Dubai: l’Italia si distingue, unitamente a Cina, Germania, e Turchia, per la più estesa presenza espositiva. In questa edizione l’Italia ha occupato un’area espositiva di circa 1.000 mq. Contestualmente alla Middle East Electricity quest’anno si è inaugura la prima edizione di Solar Middle East, il più importante evento riservato alle tecnologie per il solare mai realizzato nella regione.

Con questa doppia iniziativa, gli Emirati Arabi Uniti (EAU) confermano il loro impegno nel promuovere e migliorare a livello globale l’innovazione e la ricerca nel campo delle energie, in particolare delle rinnovabili. Per parte loro, le imprese partecipanti associate ad Anie, che rappresentano l’eccellenza dell’industria elettrotecnica ed elettronica italiana, hanno potuto sfruttare l’importante vetrina offerta dai due eventi per intercettare la significativa e crescente richiesta di tecnologia presente negli Emirati Arabi in questi determinati settori. Con un saldo della bilancia commerciale in attivo di oltre 50 miliardi di Euro, le importazioni degli EAU hanno registrato nel 2011 una crescita di sette punti percentuali. Con una quota di oltre il 3%, l’Italia rappresenta l’ottavo Paese fornitore degli Emirati Arabi Uniti a livello mondiale, nonché il terzo a livello europeo dopo Germania e Regno Unito.

La presenza imprenditoriale italiana negli EAU èaltamente qualificata ed è rappresentata da 180 società a controllo o a partecipazione italiana. Con una crescita a due cifre (+28,9% rispetto al 2010) nel 2011 le esportazioni italiane di elettronica ed elettrotecnica verso gli Emirati Arabi Uniti hanno superato i 4,7 miliardi di Euro. Secondo i preconsuntivi 2012 il trend dovrebbe confermarsi positivo, mettendo a segno un’ulteriore crescita superiore ai quindici punti percentuali. Ilcomparto dell’Elettrotecnica italiana che ha generato più esportazioni verso gli Emirati Arabi Uniti nel 2011 è stato quello della Produzione, Trasmissione e Distribuzione di Energia (129,9 milioni di euro).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.