BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le maschere di Dossena tornano in scena tra le contrade del paese

Nel paese della val Brembana da centinaia di anni si ripete l’evento dedicato al carnevale: il gruppo tutto al maschile della mascherata si esibisce da venerdì 1 a domenica 3 febbraio nelle frazioni di Dossena.

Nei giorni 1,2 e 3 febbraio a Dossena torna il tradizionale incontro con il carnevale,“la mascherada en cuntrada”, ovvero la mascherata in contrada. Si fa festa in sei contrade con le recite interpretate da soli artisti uomini. Si parte dalla “Cà del Piero e Liliana” per arrivare in contrada verso le 20:30.

Fa dunque il suo ingresso in scena l’”om del Bosc”, il quale presenta ciò che ha potuto sentire e vedere durante l’anno sul monte, discutendo e criticando tanto le cose giuste quanto quelle sbagliate. A questi segue l’”Arlechì” che presenta ad una ad una ogni maschera e, sempre esibendo il suo celebre carattere scherzoso, rivela il titolo della mascherata dell’anno.

Il titolo di quest’anno è “Lla sarésa so la turta”. Giunge quindi il minatore con il lume seguito dai suonatori di strumenti della tradizione bergamasca. Dopo l’esibizione musicale, i personaggi “il vecchio” e “la vecchia”, danno vita alla mascherata con il resto della compagnia, con un vera rappresentazione teatrale che esorcizza la realtà e termina con la simbolica cacciata del male e la certezza di avere la speranza di un futuro migliore.

La festa continua con frittelle, torte e vin brulè, offerti dagli abitanti della contrada. Quindi ci si sposta verso la frazione successiva per una nuova recita. Si inizia venerdì 1 febbraio ai Muli a la Egia Ostarea (alla frazione Molini-osteria), per passar poi al Caràl Cà Magogn (al Carale). Sabato 2 il primo appuntamento è a Gromasera (frazione Gromasera) mentre alle 21:15 sarà la volta della frazione Adelvai. Infine, domenica 3, gli spettacoli si terranno prima a Cà di Stur (frazione Cà Astori), poi a la Costa déla Ela (frazione Via Villa).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.