BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sola per Regione e Camera Mal di pancia nell’Idv “Ingroia, no desistenza”

Gabriele Sola è in corsa su due fronti: per la Regione Lombardia con l’Italia dei Valori e per la Camera con Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia. E qualcuno nel partito di Di Pietro storce il naso.

Gabriele Sola è in corsa su due fronti: per la Regione Lombardia con l’Italia dei Valori e per la Camera dei Deputati con Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia.

La scelta di accettare di essere in lista per la Camera, è il primo bergamasco ed è al nono posto, per Rivoluzione Civile ha fatto arricciare il naso a più di uno nell’Italia dei Valori. Anche perché Sola si è fatto paladino di battaglie politiche contri stili, atteggiamenti e privilegi della casta.

Uno su tutti: la rinuncia del vitalizio. Tanto per intenderci.

Non crede che questa scelta di correre sia per la Camera sia per la Regione ricordi un po’ quello stile di fare politica vecchia maniera, contro cui spesso si è battuto? Insomma: un rincorrere a tutti i costi una poltrona?

“La scelta di correre per le Regionali con l’Italia dei Valori l’ho presa tempo fa. Mi sembrava un atto di correttezza, anche in considerazione della mia attività in questi due anni e mezzo in Regione, e perché alle regionali gli elettori posso votare il nome del candidato oltre a scegliere il partito – risponde Sola –. Poi due giorni fa ho ricevuto una telefonata da Roma, mi hanno proposto di essere in lista per la Camera con Rivoluzione Civile. So bene che la posizione nella lista per la Camera dei Deputati, nono in Lombardia 2, con questa legge elettorale rende l’elezione tutt’altro che agevole. Ma ne raccolgo il senso più profondo, che mi rende grato nei confronti dell’Italia dei Valori e di Rivoluzione Civile. Uno scambio di gratitudini, insomma. Roba bella e rara… E poi, l’essere il primo dei bergamaschi riluce come una medaglietta appuntata sul petto”.

In caso di vittoria sia alla Regione che Camera, Sola sgombera ogni dubbio sul doppio incarico: “Se mai si presentasse questa eventualità, che vedo piuttosto improbabile, sceglierei la soluzione più utile ai cittadini. Valuterei l’eventuale successo di Ambrosoli, gli spazi riconosciuti a Idv in Regione, lo scenario nazionale… Vorrei ricordare, peraltro, che nel mio caso non si parla certo di ‘seggi sicuri’: tutt’altro! Ecco perché per ora penso solo a lavorare, considerando le elezioni regionali ‘la madre di tutte le battaglie’. Cercherò di portare acqua al mulino di Ambrosoli in Regione e di Ingroia in Parlamento”.

In queste ore poi c’è grande fermento su un’eventuale desistenza: Rivoluzione Civile di Ingroia potrebbe rinunciare alle proprie liste per il Senato in Lombardia, Campania e Sicilia per permettere al Partito Democratico di avere una maggioranza?

“Rivoluzione Civile è un movimento che si batte per la difesa dell’articolo 18 e la revisione della riforma Fornero, che ha la volontà di correggere le scelte del governo Monti in materia sociale e di diritti del lavoro. Scelte che Pd e Pdl hanno condiviso. L’appello al cosiddetto ‘voto utile’ lanciato da alcuni esponenti del Pd sarebbe valido solo se corrispondesse ad una svolta nettissima di Bersani, con la chiusura ad ogni possibile futura alleanza con Monti. Mi pare una prospettiva molto lontana, e Rivoluzione Civile non tradirà i propri elettori. Aderiamo ad un movimento che rappresenta valori non negoziabili: il vero ‘voto utile’ è per l’Idv in Regione e per Rivoluzione Civile in Parlamento”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stefanoc

    dopo averlo visto dalla d’urso su canale5 a fare l’urlatore, ho cambiato, voto uno che parla poco e lavora seriamente M5Stelle/Violi , credo che non abbiamo bisogno di altri professionisti della comunicazione, piuttosto necessitiamo di lavoratori seri, che non perdano tempo a produrre comunicati stampa.

    1. Scritto da franz

      Ci avete seriamente strapazzato le anime voi politicastri dell’ultima ora.
      Non mi piacciono quelli che fanno politica col mi piace di Face Book, iniziate a fare un po di gavetta nei comitati,davanti alle fabbriche e sul territorio e poi ne riparliamo.

      1. Scritto da a crepapelle

        Perchè il politico di cui sopra ne ha fatta molta di gavetta vero?

        1. Scritto da basta casta

          Eh si, credo che sia il solito nominato! Non avrebbe avuto due nominations …

          1. Scritto da Sergio

            Alle Regionali non fu nominato ma votato, e per il lavoro che ha fatto è molto più logico trovare lui in lista alle politiche dei tanti che non si sa neanche che faccia hanno.

  2. Scritto da Ele

    Italia dei valori a Bergamo ha una faccia pulita da presentare, normale che la lanci sia alle regionali, sia nelle sue quote all’interno della lista con Ingroia. Io non ci vedo niente di strano. Sarebbe strano il contrario.

  3. Scritto da chicco

    Ma come mai non l’ho mai visto nelle varie iniziative di raccolta firme dell’art 8 e 18? E come mai solo una volta a “Cambiare si Può”? Ora pare sia candidato col premio, attenzione che a fare i paracadutisti qualche volta ci si rompe il collo!

    1. Scritto da Gabriele Sola

      Mi spiace doverla contraddire, Chicco, ma ho presenziato a numerosi banchetti di Idv per la raccolta delle firme (ricordo che a suo tempo ne vennero pubblicate alcune foto sui social network). Quanto alla presenza alla serata di “Cambiare si può”, fu un atto di attenzione verso un movimento che sta fornendo un grande contributo alla sfida di “Rivoluzione Civile”: lo dico da esponente della società civile (tale mi sento, tale sono) che continua a riconoscersi in Idv. Con coerenza.

  4. Scritto da Sergio

    Non ero sicuro di votare per Ingroia, ora ho deciso, LO VOTERÒ’! Perchè avrà il lista persone oneste come Sola, anche se so bene che probabilmente andrà in Regione e non in Parlamento.

    1. Scritto da Ale

      Berlusconi ringrazia .

  5. Scritto da cip

    due corse alla poltrona, ottimo modo di investire i 70 mila euro restituitegli da NOI lombardi dopo le dimissioni ( http://www.bergamonews.it/politica/sola-contro-il-vitalizio-ma-costretto-ad-incassare-il-rimborso-da-70-mila-euro-169360 ), intanto io continuo a pagarti addizionale, bollo auto e parte dell’irpef…come l’italiano di Ingroia e Di Pietro, INCLASSIFICABILE

    1. Scritto da Gutembergem

      Finalmente qualcuno con la memoria lunga. Il caro Sola non dimentichiamo, facendo il puro e duro si dimetteva a pochi giorni dallo scioglimento del consiglio regionale (per incassare subito il versato senza aspettare la pensione). D’altronde a Roma sola ha un significato ben chiaro (Fregatura).

  6. Scritto da pippo

    povero Sola gli hanno cambiato una vocale ed è rimasto solo….

  7. Scritto da ex elettore

    Alla fine anche IDV si è bruciata con le sue mani….stesso la Lega, due partiti destinati a scomparire.

  8. Scritto da Giò

    Normale che lo vogliano candidare anche alle politiche: è uno dei pochi politici bergamaschi presentabili.

  9. Scritto da Diversamenteabile

    un coperchio per tutte le pentole però avanti cosi e poi ci dicono
    la politica è passione e serieta
    MA PER CORTESIA

  10. Scritto da roberta

    Così tanto ci vuole a costruirsi una reputazione, così come basta pochissimo, in chiusura di carriera politica, a rovinarla.