BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bentivogli (Fim Cisl): “Alla Same la Fiom ha paura del confronto”

Marco Bentivogli, segretario nazionale Fim Cisl, attacca la Fiom al termine di un’assemblea alla Same di Treviglio dove ha illustrato i contenuti del Contratto Nazionale siglato il 5 dicembre scorso insieme alla Uilm: “Ha paura del confronto, teme che i suoi iscritti aprano gli occhi sulla loro incoerenza”.

Più informazioni su

Marco Bentivogli, segretario nazionale Fim Cisl, attacca la Fiom al termine di un’assemblea alla Same di Treviglio dove ha illustrato i contenuti del Contratto Nazionale siglato il 5 dicembre scorso insieme alla Uilm: “Ha paura del confronto, teme che i suoi iscritti aprano gli occhi sulla propria incoerenza”.

Si sono concluse da poco le assemblee alla Same di Treviglio organizzate per illustrare i contenuti del Contratto Nazionale siglato il 5 dicembre 2012 da Fim e Uilm, a cui hanno preso parte Marco Bentivogli e Nicola Alberta, rispettivamente Segretario Nazionale e Segretario Regionale della Fim Cisl.

Da circa un mese Fim e Uilm di Bergamo avevano chiesto di poter effettuare un’assemblea unitaria, ricevendo un secco no dalla Fiom di Bergamo che appena ha ricevuto la convocazione dell’assemblea di Fim e Uilm ha organizzato un’assemblea in contemporanea per essere certa che i suoi iscritti non ascoltassero tutte le campane. Non solo, mercoledì mattina si è accertata che nessuno dei suoi iscritti avesse la possibilità di ascoltare la spiegazione di chi ha fatto la trattativa e firmato il Contratto.

Al termine delle assemblee Marco Bentivogli ha rimarcato: “Quando si ha paura delle idee altrui e soprattutto si fa di tutto perché i lavoratori non ascoltino tutte le versioni, è perché si sta difendendo l’indifendibile. La Fiom continua a fare piattaforme che non diventano mai accordi tanto è vero che oggi (mercoledì ndr), come deciso a Cervia, si occupa solo di boicottare gli importanti risultati di Fim e Uilm. Come in Same da dove, 3 anni orsono, partì un corteo con in testa il segretario locale Fiom, che culminò nell’assalto con lanci di oggetti contro la sede Cisl di Treviglio, contro le deroghe previste nel Contratto Nazionale, per poi fare un Contratto Aziendale dove ci sono deroghe su straordinari, scioperi e malattia e riconoscerle a livello nazionale come Cgil nell’accordo del 28 giugno 2011. Se la Fiom ha paura del confronto in Same, vuol dire che teme che i suoi iscritti aprano gli occhi sulla loro incoerenza. Restiamo disponibili ad un confronto, civile e sereno in cui i lavoratori possano ascoltare tutte le posizioni, questo dovrebbe essere patrimonio comune di chi parla di democrazia”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca kada

    …se pensano di aver fatto un buon accordo, lo facciano votare a tutti, non soltanto ai loro iscritti !!

  2. Scritto da giorgio

    come sempre i giornali della bergamasca danno notizie a senso unico. La divisione l’hanno voluta loro 2 anni fa. In questi 2 anni mai una richiesta di assemblea unitaria. Oggi x farsi belli davanti ai segretari nazionali chiedono alla fiom di riempire la sala (nella loro c’erano 32 persone). Volevano in assemblea i lavoratori che hanno denunciato a piede libero per 3 uova e non oggetti come dite nell’articolo razza di falsi. In più tanto non te li fanno votare gli accordi. DEMOCRATICI

  3. Scritto da Ulisse

    Chiamarlo Contratto Nazionale è un po troppo visto che è stato firmato da una minoranza (fim-cisl e uilm hanno in totale circa 260.000 iscritti mentre la fiom 360.000). Poi se un contratto è valido per TUTTI lo si deve votare TUTTI e non solo gli iscritti oltretutto una minoranza!

  4. Scritto da Pino

    Mi sembra strano Roberta che te la prendi con la Fim per le dichiarazioni riportate da un giornale del territorio e non da un sito di parte. Il giornale riporta le dichiarazioni del segretario Fim in seguito ad un evento, il giornalista non ha chiesto cosa dice il nuovo contratto. Se poi ti interessano i contenuti del contratto basta che vai sul sito della fim e troverai dei volantini esemplificativi, per i non addetti ai lavori, sui contenuti.

  5. Scritto da Max

    A onor del vero non c’è nessuna paura del confronto, semplicemente, i lavoratori della Same, non sono interessati ad ascoltare le vostre fandonie. FIM e UILM hanno firmato un contratto che verrà votato da un esigua minoranza di lavoratori (infatti, chi non è tesserato a questi due “sindacati”, non ha diritto di voto e hanno pure il coraggio di chiedere soldi a chi non è iscritto a nessun sindacato) e oggi la vostra esigua minoranza vi ha ascoltato. Non vedo cosa abbiate da lamentarvi.

  6. Scritto da roberta

    Ma basta con queste contrapposizioni!!
    CISL, invece di scrivere trenta righe di articolo per darla contro ad un altro sindacato, perchè non ne usato un paio, di righe, per spiegare a noi non addetti ai lavori i contenuti dell’accordo?

    1. Scritto da Pino

      L’articolo era sui fatti accaduti in fabbrica, credo che il giornalista sia rimasto sul tema, spiegare i contenuti del nuovo ccnl non era l’oggetto ma per conoscerli basta andare sul sito della Fim http://www.fim.cisl.it e troverai dei volantini esemplificativi delle novitá divise settore per settore (salario, orario ecc.).