Cassano d'adda

Diventi papà alla Emmegi? 3 giorni di permesso a carico dell’azienda

Accordo per la natalità alla Emmegi di Cassano d’Adda: tre giorni di permesso retribuito per i neo-papà. Tartaglia (Fim Cisl Milano): “Nonostante la crisi, abbiamo migliorato la legge nazionale. Un vero augurio di buon Natale per i lavoratori e le lavoratrici”.

I neo-papà che lavorano alla Emmegi di Cassano D’Adda potranno stare a casa tre giorni, in permesso retribuito a carico dell’azienda, in occasione della nascita di ogni figlio. E’ il risultato dell’accordo firmato dalla Fim Cisl con l’azienda.

“E’ un’intesa che migliora la legge, che prevede sì un permesso di due giorni, ma a detrarre dalla maternità della lavoratrice – commenta Gianluca Tartaglia, della Fim Cisl di Milano -. Avere alcuni giorni di permesso anche per il papà è un’esigenza molto sentita dai lavoratori. Speriamo possa rappresentare un’apripista per altre realtà aziendali”.

La Emmegi di Cassano D’Adda, in provincia di Milano, è presente sul mercato dal 1975 come produttore di scambiatori di calore per i settori delle macchine industriali, macchine mobili, compressori d’aria, motori termici e dell’impiantistica oleoidraulica in genere. In Italia occupa circa 125 persone e la Fim Cisl è presente con decine di iscritti, delegati della Rsu e una rappresentanza nel direttivo territoriale. Attualmente l’azienda sta attraversando una fase di difficoltà a causa della crisi e in occasione dell’accordo raggiunto sulla ristrutturazione ha siglato un’ulteriore intesa col sindacato che, per scongiurare diversi licenziamenti in un reparto occupato da sole donne, permette di mantenere salva l’occupazione attraverso l’utilizzo del part-time per un periodo di 48 mesi e della cassa integrazione straordinaria.

“Siamo molto soddisfatti – sottolinea Tartaglia -. Nonostante la necessità di gestire situazioni gravi come la salvaguardia dell’occupazione siamo riusciti a contrattare soluzioni innovative, su un tema di forte significato sociale come il sostegno alla paternità, in occasione della nascita del bambino. Un vero augurio di buon Natale per tutte le lavoratrici e i lavoratori”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI