BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La ricetta di don Gallo contro la crisi

Mercoledì 14 novembre alla Chiesa di Luzzana incontro con don Andrea Gallo per ascoltare la sua Buona novella: un libro che è anche un messaggio di speranza civile.

Più informazioni su

Il comune, la parrocchia e le associazioni di Luzzana mercoledì 14 novembre organizzano un incontro con don Andrea Gallo che sarà anche l’occasione per presentare il suo nuovo libro “La Buona Novella.

Alle 20.45 alla Chiesa Parrocchiale incontro con questo prete di confine che, spinto dall’urgenza di questo momento storico, prende la parola e annuncia la Buona Novella e invita a non ascoltare i profeti di sventura e detta la ricetta per uscire dalla crisi, o meglio come "utilizzare" la crisi con lo scopo di ricostruire il nostro modo di vivere e di pensare“.

Don Andrea Gallo è uno dei più pungenti e sinceri analisti della realtà sociale, politica e culturale dell’Italia: canta Bella ciao, indossa i simboli del partigiano, sigaro sempre in bocca, linguaggio molto vicino alla gente, come tutta la sua vita e il suo impegno per i più deboli. E’ un uomo esile, a tratti scorbutico, ma assolutamente immediato: per questo gli incontri di questo "prete da marciapiede" hanno sempre un grandissimo seguito di pubblico, perché lontani anni luce dai dibattiti televisivi dove non c’è mai risposta agli interrogativi del popolo.

Chi ancora non lo conosce lo può incontrare mercoledì 14 novembre, a Luzzana, per ascoltare il suo messaggio di speranza civile, non una lezione di catechismo: "Non ascoltiamo i profeti di sventura. Bisogna ripartire da noi stessi, accettare di essere tutti un po’ più poveri, che non è così grave, abituarsi a rinunciare al lusso, che non è necessario. Non dobbiamo farci prendere dal panico: la strada verso la soluzione c’è, ed è alla portata di tutti, anche se difficile da praticare, perché alla fine Dio non ci chiederà se siamo stati credenti, ma se siamo stati credibili".

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.