L'appello

Ance Bergamo a Monti: “I pagamenti a 30 giorni includano i lavori pubblici”

L'Associazione costruttori edili di Bergamo chiede al governo Monti di includere nel decreto sui pagamenti della pubblica amministrazione anche le imprese edili. Il presidente Ottorino Bettineschi: "Dimenticarci sarebbe un atto gravissimo".

I toni sono pacati, la delusione è solamente rimandata in attesa che il governo Monti – che ha appena varato mercoledì scorso il decreto sui tempi di pagamento da parte della Pubblica amministrazione – includa anche le imprese edili.

Dal 1° gennaio 2013 i pagamenti della pubblica amministrazione verso le imprese private che svolgono servizi o forniture non dovranno superare i 30 giorni o i 60 in alcuni casi. Si tratta di un’iniezione di circa 90-100 miliardi di euro. Una boccata d’ossigeno per le imprese, ma sembrerebbero esclusi dalla partita propri i costruttori edili.

“Lanciamo un appello al governo Monti e confidiamo che si comprendano le difficoltà che stanno vivendo le nostre aziende – afferma Ottorino Bettineschi, presidente di Ance Bergamo – abbiamo imprese che sono sull’orlo del collasso, stanno soffrendo moltissimo per ritardatati pagamenti della pubblica amministrazione. Il buon esempio deve venire dall’alto e quindi devono darlo proprio gli enti pubblici”. La preoccupazione per i costruttori edili bergamaschi è che si vogliano utilizzare i due decreti per la certificazione del credito, oltrepassando il recepimento del pagamento a 30 giorni previsto dalla comunità europea. Le banche, infatti, da mesi stanno anticipando il denaro che le imprese vantano come crediti nei confronti della pubblica amministrazione. “Non si deve dimenticare però che questi anticipi bancari costano alle imprese interessi che oscillano tra il 5 e il 7% all’anno, vanificando di fatto l’utile” conclude Bettineschi. L’edilizia pesa circa il 20% sull’economia bergamasca, di cui quasi l’8% è riservato ai lavori pubblici.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Il presidente di Ance Bergamo, Ottorino Bettineschi
La proposta
Ance: “Regionalizzare il patto di stabilità”
Le imprese edili chiedono che lo Stati paghi i propri debiti
Bergamo
D-Day delle costruzioni Ance: “Lo Stato paghi i conti alle imprese”
Ance pronta alla class action sui ritardi nei pagamenti alle imprese
Pubblica amministrazione
Ance perde la pazienza Pronta la class action per i ritardi nei pagamenti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI