BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mozzo, in Consiglio si parla del futuro della stazione ecologica

Il consigliere di minoranza Roberto Bonalumi ancora attende risposta all’interrogazione che aveva formulato in merito: "Tutti sappiamo che non c’è motivo di trasferire la nostra stazione, se non per accontentare i desideri di una società privata"

Si preannuncia un consiglio molto caldo questa sera, martedì 30 ottobre, a Mozzo, dove si tornerà a parlare del problema della Stazione Ecologica e di un suo possibile spostamento. Il consigliere di minoranza Roberto Bonalumi ancora attende risposta all’interrogazione che aveva formulato in merito: "Chi mi conosce sa che questo era uno dei tanti motivi di contrasto con la vecchia giunta (Lega Nord) – le parole di Bonalumi- ed in particolare con l’ex sindaco Silvio Peroni. Tutti sappiamo che non c’è motivo di trasferire la nostra stazione, se non per accontentare i desideri di una società privata che ha sempre dimostrato insofferenza verso la struttura".

Una questione scottante, che torna alla ribalta anche con la nuova maggioranza (Innova Mozzo) e che vede prendere una posizione precisa da parte dello stesso Pd, attraverso la propria pagina di Facebook: "La comunità non ha nessun interesse in tal senso (riguardo lo spostamento ndr). È in posizione centrale, e raggiungibile anche con la carriola. Quindi perché pensare di spostarla? Sarà sufficiente che l’amministrazione smentisca esplicitamente ogni ipotesi del genere per fermare ogni venticello strumentale".

A tagliar corto è il portavoce di Innova Mozzo, Chicco Plebani: "Nell’ordine del giorno del consiglio è inserita la risposta all’interpellanza di Bonalumi, e penso che sia quella la sede adatta, altrimenti che senso avrebbe fare un’interpellanza ufficiale?". Ma a surriscaldare il clima è ancora lo stesso Bonalumi, che si dice “pronto a dare battaglia fino in fondo per evitare sprechi di denaro pubblico solo per soddisfare le esigenze di un’azienda privata”.

Pietro Floriani

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.