BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Bianchi e Brumotti nel Guinness World Record sotto il caldo di Dubai

3.700 scalini e 160 piani in due ore e 20 minuti, senza mai mettere piede a terra: questi i numeri dell’impresa di Brumotti, che conquista così il suo ottavo Guinness World Record.

Lunedì Bianchi e Vittorio Brumotti hanno firmato insieme una nuova impresa da record a Dubai, negli Emirati Arabi. In sella alla sua speciale bici con gomma slick da 26 pollici il biker e testimonial Bianchi ha scalato il Burj Khalifa, la torre più alta del mondo con i suoi 828 metri. 3.700 scalini e 160 piani in due ore e 20 minuti, senza mai mettere piede a terra: questi i numeri dell’impresa di Brumotti, che conquista così il suo ottavo Guinness World Record.

L’impresa è stata portata a termine nonostante i quasi quaranta gradi di temperatura e l’inconveniente della rottura del freno, verificatasi al centounesimo piano. Il campione di bike trial ha deciso di cambiare bici dieci piani più sopra, passando da quella ormai inutilizzabile a quella nuova, identica, senza mettere piede a terra, per poi continuare la sua scalata fino all’ultimo piano.

In cima alla torre Brumotti ha dedicato il suo record a Beppe, un amico recentemente scomparso.

Il precedente primato di scalata era stato realizzato nel 2007 in Cina, dove tre biker avevano affrontato con successo 2008 scalini su bici specifiche da trial.

La bicicletta Bianchi-Brumotti utilizzata a Dubai è stata sviluppata dagli uffici Prodotto e Ricerca&Sviluppo Bianchi insieme allo stesso Brumotti e al suo staff. Presenta un telaio in carbonio MTB-trial, leggero e studiato sullo stile di guida del biker italiano. Un telaio unico, interamente in carbonio, con carro posteriore compatto, molto corto, e movimento centrale basso, per rendere la bicicletta estremamente rigida, reattiva ed adatta alle situazioni più estreme.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da christian righi

    si è rotto il telaio

  2. Scritto da Alberto

    Se non sbaglio a metà prova di è rotto un freno, confermate?

  3. Scritto da makio

    strepitoso successo, bravissimo