BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalmine, le pareti del Comune trasparenti come vetro

Approvato in Consiglio Comunale il regolamento per la pubblicazione dei dati: tutti gli atti disponibili on-line in tempo reale

Quando la trasparenza non è un optional: le pareti del Comune diventano come di vetro. È stato infatti approvato nella scorsa seduta del Consiglio Comunale il nuovo “Regolamento per la pubblicazione di informazioni sul sito internet comunale” secondo il quale l’Amministrazione ispira la propria attività di comunicazione e informazione ai principi di trasparenza e pubblicità. Illustrare e favorire la conoscenza delle disposizioni normative, assicurare l’informazione su atti e procedimenti, facilitare l’accesso ai servizi e alle attività comunali, favorire i processi di semplificazione e l’erogazione dei servizi istituzionali: sono questi alcuni dei principali obiettivi del nuovo sito comunale.

Questo regolamento non solo indica la strada per aumentare la trasparenza degli atti ma, come conseguenza, diventa un pilastro per la garanzia della legalità – afferma Gianluca Iodice, assessore alla Cultura, Tradizione e Pubblica Istruzione e relatore del documento – Permettere a tutti di controllare fin nel dettaglio l’operato dell’Amministrazione vuol dire spalancare le porte del Comune, come se le sue pareti venissero trasformate in vetro attraverso il quale chiunque può controllare cosa accade all’interno. Il messaggio, essenziale soprattutto in un periodo di sfiducia generalizzata nelle istituzioni, è chiaro: non abbiamo nulla da nascondere”.

Accessibilità totale per favorire il controllo del rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità: tutti i cittadini possono visualizzare e accedere alle informazioni che riguardano ogni aspetto dell’organizzazione, della gestione, dell’utilizzo delle risorse e controllare costantemente l’operato dell’Amministrazione in tempo reale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da diego frazzini-pd dalmine

    In consiglio abbiamo votato a favore del regolamento, anche se alcune scelte tecniche lasciano a desiderare, come la consultazione non pensata per il cittadino, ma secondo le logiche della macchina comunale. Che il comune si doti di strumenti adeguati per l’informazione è obbligo di legge.
    Comunque la trasparenza non dipende da queste cose, ma dal coinvolgimento delle minoranze nelle scelte e le convocazioni sempre all’ultimo minuto, il nascondere il più possibile le scelte hanno suscitato in più occasioni il risentimento delle minoranze che rappresentano comunque la metà dei cittadini meno pochi voti visto che la Terzi ha vinto con il 50,6% dei consensi che per certo non ha più oggi…

  2. Scritto da scettica

    Finora questa amministrazione ha fatto molto marketingdi se stessa, brava a far sembrare miracoli cose normali- ma pochi fatti e si è contraddistinta per la NON VOLONTA di TRASPARENZA. Dopo il rifacimento del sito non si trovava più niente. Adesso speriamo migliori. Ma il sito serve a poco se poi le cose che contano vengono decise tra pochi assessori e il sindaco, senza informare fino a cose fatte. Ma cosa pensate che siano le testate date in maggioranza fino adesso se non una mancanza di trasparenza all’interno della stessa maggioranza? la Lega se la canta e se la suona, con l’aiuto del Portavoce di An e degli intrallazzi dell’assessore ciellino, tutto Chiese e Compagnia delle opere

  3. Scritto da lavavetri

    Tutto dipende dal vetro.
    L’importante è che sia pulito.
    Altrimenti… addio trasparenza.

  4. Scritto da Asdrubale

    In generale un comune può definirsi trasparente quando dà pubblicità al PGT e discute per tempo le sue intenzioni con la popolazione . Il resto è pur giusto, viene fatto ormai da molti ma è normale amministrazione ,