BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Venti scosse nella notte: terremoto nel Pollino

La scossa più forte è stata di magnitudo 5 registrata all'una e cinque minuti nella notte alla profondità di 6.3 km con epicentro tra le province di Potenza e Cosenza. Un uomo è morto d'infarto.

Più informazioni su

La scossa più forte è stata di magnitudo 5 registrata all’una e cinque minuti nella notte tra giovedì e venerdì alla profondità di 6.3 km con epicentro tra le province di Potenza e Cosenza (Rotonda, Laino Borgo, Laino Castello e Mormanno).

L’allarme in questa che è zona sismica della Calabria c’era da tempo tanto che non sono poche le persone e le famiglie che già preferivano dormire in auto.

L’ultima, per ora è di magnitudo 2.9 registrata alle ore 4:40:08.

Sono circa venti le scosse di terremoto registrate nella notte nel distretto sismico Pollino in Calabria.

Lo sciame sismico ha colto l’area interessata nella notte creando notevole panico tra la popolazione, che si è riversata in strada. Molti hanno trascorso la notte in macchina o nelle piazze. Dopo la scossa di magnitudo 5.0 è stata decisa dalle autorità l’evacuazione dell’ospedale di Mormanno, limitatamente ai piani più alti e alle aree maggiormente a rischio, come riferisce il direttore regionale della Calabria dei Vigili del fuoco.

Danni sono stati riscontrati in alcune a case. Una strada di collegamento tra il Pollino a Campotenese risulta danneggiata. Sono seguite varie altre scosse di intensità inferiore, compresa tra magnitudo 2 e 3.3, questa registrata alle ore 1:16:01 italiane nel medesimo distretto.

Un uomo di 84 anni è morto per infarto a Scalea, località marittima in provincia di Cosenza, a pochi chilometri dal luogo dell’epicentro. L’uomo è stato colto da malore in casa, mentre la terra continuava a tremare con scosse a ripetizione, anche se minore intensità. Le scosse sono state avvertite chiaramente dalla popolazione, specie quelle di magnitudo 5 e 3.3.

Il sisma è stato avvertito nettamente pure a Cosenza e nelle zone del cosentino e del potentino più vicine all’area dell’epicentro, tra Basilicata e Calabria. Interessate sono le province di Potenza e Cosenza. Crolli si sono verificati nel cosentino, ad Altomonte, dove il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole per permettere la verifica statica delle strutture pubbliche. Crollate pure 2 case già evacuate in quanto rimaste gravemente danneggiate dalle scosse di terremoto dello scorso mese di maggio. Nel centro storico di Altomonte sono il campanile della chiesa di Santa Maria della Consolazione ed una struttura adibita a guardia medica. A Laino Borgo, in provincia di Cosenza, il sindaco ha disposto lo sgombero di una casa di riposo per anziani, per le lesioni provocate dalla scossa di terremoto di magnitudo 5, registrato alle ore 1:05:24 con epicentro tra Rotonda, Laino Borgo, Laino Castello e Mormanno, tra le province di Cosenza e Potenza. Gli anziani che la occupavano sono stati trasferiti in altre strutture della zona. Squadre di volontari della Croce Rossa Italiana sono già giunte a Mormanno, per collaborare con la centrale operativa del 118 di Cosenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.