BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Svegliarsi nuda a Venezia” Teatro a palazzo del Podestà

Sabato 27 ottobre nel Museo dell’età veneta – Il Cinquecento interattivo a Palazzo del Podestà, gli attori di Araucaìma Teater interpretano “Svegliarsi nuda a Venezia”

Più informazioni su

Sabato 27 ottobre alle 18 nel Museo dell’età veneta – Il Cinquecento interattivo, di piazza Vecchia, la Fondazione Bergamo nella storia e l’Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti propongono l’intermezzo teatrale “Svegliarsi nuda a Venezia”.

Nella Bergamo del ‘500 la giovane Fiorbelina degli Avogadri si prepara a partecipare al Carnevale in Piazza Vecchia. Ma l’insana e smodata passione di un pretendente respinto volgerà in tragedia la lieta occasione…

Comincia così “Svegliarsi nuda a Venezia” (da un’idea di Maria Mencaroni Zoppetti), l’intermezzo teatrale che la compagnia Araucaìma Teater metterà in scena sabato 27 ottobre, alle 18 nel Museo dell’età veneta – Il Cinquecento interattivo (Palazzo del Podestà, Piazza Vecchia, Bergamo alta).

“Svegliarsi nuda a Venezia” è una storia inventata, seppure ispirata ad avvenimenti e luoghi raccontati nelle sale del Museo dell’età veneta; ma è anche vero che ieri come oggi, quando gli uomini trasformano in creatura malefica chi li ha respinti, delusi o umiliati, ecco che cominciano infiniti drammi, e tutti al femminile…

L’evento è organizzato dalla Fondazione Bergamo nella storia e dall’Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti, grazie al sostegno di abenergie, che adotta il linguaggio dell’arte come modalità privilegiata nella propria comunicazione.

Ingresso libero. Per informazioni: tel. 035 277116 / 035 226332 e-mail info@bergamoestoria.it sito internet www.bergamoestoria.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.