BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le musiche di Mozart sbarcano a Dalmine con il “Canticum Novum”

Il primo appuntamento della rassegna dal nome “La figurazione delle cose invisibili” vedrà il complesso corale “Canticum Novum”, fondato e diretto da Erina Gambarini nel 1989 e composto da 60 elementi adulti e da alcune voci bianche eseguire la messa di Requiem in re minore K 626.

Il Comune di Dalmine, la Scuola di musica G.Tassis e la Parrocchia di S.Lorenzo Martire, in collaborazione con le associazioni e i commercianti della comunità di Mariano al Brembo, hanno programmato un concerto di musica classica per domenica 28 ottobre alle 20.45 presso la Chiesa della Beata Vergine Addolorata a Mariano, frazione di Dalmine.

Questo primo appuntamento della rassegna dal nome “La figurazione delle cose invisibili” vedrà il complesso corale “Canticum Novum”, fondato e diretto da Erina Gambarini nel 1989 e composto da 60 elementi adulti e da alcune voci bianche eseguire accompagnato dall’Orchestra della Cappella Musicale delle Grazie di Bergamo la messa di Requiem in re minore K 626, l’ultima composizione di Mozart. Rimasta incompiuta per la morte dell’autore, fu completata dai suoi allievi e da Franz Xaver Süssmayr, e divenne di fatto il requiem del suo funerale. La rassegna prende il nome dall’analogia con la quale Leonardo da Vinci,nel suo Paragone delle arti, colse lo spirito della musica: "Se la pittura è la figurazione delle cose corporee la musica è la figurazione delle cose invisibili".

Oltre all’appuntamento di cui sopra, sono in programma altri due concerti: il “Concerto 700” di sabato 10 novembre alle ore 21.00 nella Chiesa di S. Michele di Sabbio di Dalmine, in occasione del quale si esibiranno Eugenio Fagiani all’organo e Alessandro Ghidotti e Valerio Panzolato alle Trombe, e “splendori musicali, III edizione”, previsto per sabato 24 novembre allo stesso orario presso il Teatro Civico di Dalmine. Si esibiranno, diretti dal maestro Eugenio Fenili, l’Orchestra Città di Dalmine, il violino solista Christian Joseph Saccon e il soprano Francesca Tiburzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.