BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giovane mamma di Zogno rimane senza marito: un concerto per aiutarla

Sabato 27 il "Concerto per Nasima", una donna marocchina colpita da una grave tragedia familiare che ha lasciato lei è le sue due bimbe in una situazione economica molto difficile

Sarà l’ennesimo esempio di musica che diventa solidarietà quello che andrà in scena sabato 27 ottobre a Zogno. Il “Concerto per Nasima” è una manifestazione ideata dall’associazione "Donne che aiutano Donne" per sostenere una giovane mamma marocchina recentemente colpita da un grave lutto familiare. Nausima, appunto, da qualche settimana è rimasta senza marito, da sola e con due figlie piccole da far crescere. Il ricavato dell’evento andrà quindi a lei, per aiutarla in questa difficile impresa di vita donandole quanto ricavato dall’iniziativa.

Sul palco del parco giochi di Zogno dalle ore 14 si esibirà la band musicale degli Atomi un gruppo che da anni calca la scena bergamasca con il suo rock progressivo e le cover dei grandi successi degli anni ’70. New Trolls, Deep Purple, Beatles e Pink Floyd sono alcuni dei nomi di un passato che torna in scena, live, interpretato dalla voce del front man Giampietro Mostosi, accompagnato da Severo Cornago alla chitarra, Roberto Cortesi al basso, Maurizio Gherardi alla tastiera e Mario Rota alla batteria. Cinque musicisti che, alle ore 14, alzeranno il sipario e scalderanno gli animi degli spettatori, per aiutare la giovane Nasima a risollevarsi.

Pietro Floriani

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da miky

    bella iniziativa….

  2. Scritto da nino cortesi

    Gesto nobile ed intelligente.

  3. Scritto da diego

    Mia mamma è rimasta vedova a 38 anni con due figli e si è dovuta
    arrangiare proseguendo a lavorare e noi due a studiare, mai una lamentela e grazie a Dio siamo ancora qui. Complimenti per
    l’iniziativa.

  4. Scritto da il polemico

    Non voglio fare l’insensibile di turno, e apprezzo molto l’iniziativa; dato che però – purtroppo – questa sfortunata persona non è l’unica donna a trovarsi in una situazione simile, mi piacerebbe sapere quali sono i criteri tramite i quali l’associazione “Donne che aiutano donne” ha scelto di aiutare proprio lei invece di una delle tante altre.Comunque, ripeto: bella iniziativa.

    1. Scritto da Tete

      Per dovere di cronaca: “Donne che aiutano donne” non è un’associazione, è la denominazione di un corso di italiano tenuto da volontarie di Zogno e rivolto alle donne immigrate, e Nasima è un’allieva del corso; all’indomani dell’evento posso dire che ha avuto un buon successo, e a Nasima è arrivato un piccolo ma significativo aiuto.

  5. Scritto da Gianpiero B.

    Solo una precisazione:
    Il concerto a causa del maltempo si terrà nei locali dell’oratorio di Endenna e non al parco di “Endenna” come precedentemente annunciato.