BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gioca ma non è tesserato Villongo nei guai per Roberto Spreafico

Il grande colpo di mercato dell'ambizioso club biancorosso in realtà non è mai stato tesserato: persa a tavolino l'ultima gara col San Paolo, ora il club del duo Signorelli-Cristinelli, capolista del girone D di Promozione, rischia grosso. Il ds Plebani: "Abbiamo sbagliato, ma la nostra buona fede non è in discussione".

Brutta sorpresa per l’ASD Villongo, ambiziosa società dilettantistica che milita nel campionato di Promozione, nel girone D: Roberto Spreafico, grande colpo di mercato arrivato in estate dalla Gavarnese (una vita in Eccellenza, l’anno scorso 22 gol in 27 partite), in questo inizio di stagione ha disputato tutte le sette partite in programma senza averne il diritto. Già, perché – per un incredibile errore della segreteria della società biancorossa – non è mai stato tesserato.

La “frittata” è stata scoperta questa settimana, quando il Giudice sportivo si è trovato di fronte il referto del direttore di gara che aveva arbitrato il Villongo domenica scorsa, a San Paolo. Spreafico, ammonito durante il match, doveva finire nella classica tabella che serve a conteggiare le varie sanzioni ma nessuno ha trovato il suo nome tra i tesserati del club biancorosso. Verifiche e approfondimenti non hanno lasciato spazio a ulteriori dubbi: l’attaccante bergamasco non è mai stato un calciatore del Villongo.

Spreafico, che ancora oggi risulta “svincolato” nei tabulati federali, non poteva dunque partecipare alla gara di domenica e, allo stesso modo, neppure alle prime sei del campionato. Subito è scattata la sanzione che ha decretato lo 0-3 a tavolino in favore del San Paolo e ora la società presieduta dal duo Signorelli-Cristinelli trema. Come spiegato dal ds Paolo Plebani, infatti, “la gara col San Paolo si può considerare persa a tutti gli effetti ma le prime sei partite diventano un punto di domanda. Ufficialmente le società che abbiamo affrontato non potrebbero presentare ricorso dal momento che il termine utile è già scaduto, ma quello che ci preoccupa maggiormente, ora, è capire come si muoverà la Figc: aprirà un fascicolo contro di noi oppure no? La nostra buona fede – conclude Plebani – penso sia fuori discussione”.

Il Villongo, che prima degli ultimi stravolgimenti era primo in classifica con 18 punti, ora tessererà Spreafico ma il futuro del club biancorosso è in forte discussione: tutto dipenderà dalle prossime mosse della Figc, che potrebbe anche pensare ad una pesante penalizzazione che farebbe precipitare in classifica l’ambiziosa società bergamasca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da POMPEA ANGELINA

    E’ successo anche a noi in terza categoria con un giocatore extracomunitario per il quale è stato chiesto regolarmente il tesseramento e il CRER di Bologna ci ha timbrato la richiesta e, addirittura , ci ha rilasciato il tesserino plastificato, ma poi non lo ha tesserato, senza avviso alcuno (senza tener conto che essendo il primo anno che si fanno i tesseramenti on line le società non pensano a controllare sul link ” richieste di tesseramento aperte”. Vedremo cosa succederà.

  2. Scritto da dubbioso

    ma prima di ogni partita l’arbitro non deve visionare i cartellini? evidentemente se nessun arbitro si é mai accorto che il calciatore non era tesserato significa che qualche cartellino (vero?) sarà pure saltato fuori. o tutti gli arbitri hanno chiuso un occhio o sono stati ingannati? qui qualcuno non è proprio in buona fede. resta da capire chi.

    1. Scritto da Pippo1907

      Tu lo tesseri e fino a quando non arriva il cartellino tu usi la carta d’identità perché il direttore di gara deve solo fare l’appello e controllare l’identità del giocatore ha lui non importa se tesserato o no

  3. Scritto da Gil

    Ma quali strumenti possiede una società che gioca contro il Villongo per verificare (entro le 48 ore per il ricorso) se i giocatori presenti in distinta sono tesserati alla società???.
    La federazione si accorge solo se sono ammoniti o espulsi perchè a quel punto viene registrata la sanzione e ci si accorge che non sono tesserati, come in questo caso, ma se Spreafico non veniva ammonito nessuno si accorgeva dell’irregolarità tantomeno il San Paolo.

    1. Scritto da Pippo1907

      Se vuoi chiedi alla squadra avversaria il tabulato tesserati che tutti dovrebbero avere oppure controlli sul sito lnd se i giocatori sono tesserati

  4. Scritto da jack

    GRande Paolo Pizza Plebani