BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colantuono non si fida del Pescara: “Squadra tosta, non li sottovaluteremo”

Il tecnico nerazzurro sulla gara che domenica attende l'Atalanta all'Adriatico: "Non sarà una passeggiata. Bonaventura potrebbe tornare titolare, con Moralez alle spalle di Denis. Ma non parliamo di bocciature per De Luca".

Più informazioni su

“Pescara non sarà una passeggiata”. Non intende abbassare la guardai Stefano Colantuono, nemmeno dopo la bella vittoria ottenuta dai suoi ragazzi nell’ultima uscita contro il Siena quando, con un prova di carattere, hanno ribaltato il risultato spazzando lontani i fantasmi della crisi. Domenica i nerazzurri sono ospiti del Pescara di Stroppa, formazione che, nonostante gli ultimi due ko rimediati contro Lazio e Udinese, non fa dormire sonni tranquilli al tecnico di Anzio: “Hanno vissuto una settimana di forte tensione – ha spiegato il Cola – e sono certo che contro di noi daranno tutto, partendo subito a mille. Che Pescara mi aspetto? Di certo non quello visto nelle ultime giornate ma, al contrario, sono certo che ci troveremo di fronte una squadra tosta e motivata, che vorrà far capire a tutti che nella massima serie ci può stare eccome”.

Per l’Atalanta quella dell’Adriatico sarà la prima di tre gare difficili e delicate: “Sarà una settimana durissima – ha commentato Colantuono –, ed ora non possiamo permetterci di sottovalutare nessun avversario”.

Capitolo formazione. Il tecnico nerazzurro sostiene di avere le idee chiare anche se preferisce non sbilanciarsi troppo: “Non ho ancora preso tutte le decisioni, anche se è una certezza che Biondini non recupererà. E sarà difficile anche che possa essere in campo col Napoli, mercoledì. Dispiace perché Cigarini e Cazzola non hanno mai avuto modo di riposare, ma a loro chiedo ancora un piccolo sforzo. Bonaventura? Sì, potrebbe essere tra i titolari. Così come Maxi Moralaz potrebbe tornare alle spalle di Denis. Ma non parliamo di bocciature per De Luca: ha grandissime qualità e deve migliorare ancora, lo sa benissimo pure lui”.

Infine una battuta su Schelotto e Peluso, i due nerazzurri che, dopo aver passato un’intera estate con le valigie in mano, quest’anno non sono partiti nel migliore dei modi: “Non dobbiamo mettere fretta ai ragazzi – ha spiegato Colantuono – anche se è fuori da ogni dubbio che il loro apporto ci sta mancando parecchio. Ma sono certo che troveranno presto la forma migliore”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sergiopelato

    si gioca per vincere….al contrario si va in “b”

  2. Scritto da nino cortesi

    Mettiamoci in testa che i pareggi non servono a molto. A PESCARA si va a vincere. Quattro difensori puri dietro (no Raimondi), esterni di centrocampo Marilungo e De Luca (no Bonaventura, va bene in casa), Moralez dietro Denis ma vicino all’area avversaria. Basta con quella mezza prudenza, o con scelte di circostanza.

  3. Scritto da sb

    dai mochelà fò, ‘emprer dre a locià e metela sò dùra !!!