BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sanpellegrino, i lavoratori danno il via libera Accordo vicinissimo

Le assemblee dei lavoratori hanno accettato l'ultima proposta formulata dall'azienda e firmata dal presidente Stefano Agostino: via libera per i sindacati per continuare la trattativa. L'accordo, a meno di clamorose sorprese, nel pomeriggio in Comune.

Più informazioni su

Torna il sereno alla Sanpellegrino dopo un mese movimentato e caratterizzato da forti preoccupazioni. Le tre assemblee dei lavoratori dello stabilimento di Ruspino svoltesi mercoledì 24 ottobre hanno accettato l’ultima proposta formulata dall’azienda e giovedì pomeriggio la vicenda dovrebbe finalmente chiudersi con l’accordo e il tanto atteso esito positivo: la larga maggioranza che si è proclamata a favore (nelle prime due assemblee 195 pro su un totale di 207) del rilancio arrivato dal presidente del gruppo Stefano Agostini ha infatti dato alle organizzazioni sindacali il via libera a proseguire la trattativa con la limatura degli ultimi dettagli.

Fondamentali le garanzie assicurate dall’azienda: priorità produttiva per Ruspino, che rimarrà un sito centrale per il gruppo sia per la produzione dell’acqua che per quella delle bibite in lattina e vetro e sul quale verranno investiti altri 3 milioni di euro, e provvedimenti a favore dell’occupazione con la trasformazione di 10 part time in tempo pieno ma con la possibilità di coinvolgere altri lavoratori.

Altrettanto decisiva, però, la mediazione del sindaco di San Pellegrino Vittorio Milesi che, quando la situazione sembrava vicina al punto di non ritorno, ha giocato la carta della convocazione delle parti in Comune per un infinito confronto. “Un atto dovuto” aveva commentato il primo cittadino che, sebbene preoccupato soprattutto per i posti di lavoro in gioco nella vicenda, aveva comunque lasciato presagire sviluppi positivi a fronte di un atteggiamento da parte dell’azienda definito “corretto e responsabile”.

Oltre al fronte di Ruspino la partita “Sanpellegrino” si è giocata anche a Milano dove, in Assolombarda, il Coordinamento nazionale quasi in contemporanea ha raggiunto un accordo generale per gli investimenti del Gruppo: un documento importante che verrà integrato in seguito con l’accordo riguardante lo stabilimento bergamasco che nel pomeriggio di giovedì 25 ottobre, alle 16, verrà firmato in Comune.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Operaiaccio

    Come al solito l’ ennesima illusione nei confronti dei lavoratori ad opera di CGIL CISL e UIL con il contributo del Sindaco !
    Lavoratori SVEGLIATEVI !

  2. Scritto da ex lavoratore terme

    Non è ben comprensibile quale sia la svolta che ha fatto cambiare idea ai dipendenti di Ruspino, visto che gli investimenti previsti dall’azienda sono rimasti inalterati: 3milioni su S.Pellegrino e 7 milioni su S.Giorgio. Ho la sensazione che si sia solo voluto spostare più in là nel tempo il problema, senza però affrontarlo e risolverlo. Spero che ci sia qualche sindacalista serio che spieghi nei dettagli i pro e i contro di questo accordo per l’occupazione della Valle.

  3. Scritto da ciccio

    non sarebbe il caso di rivedere l’accordo comune-nestle’ sul prezzo litro acqua (praticamente zero) per poter veramente distribuire a tutta la comunita il valore della nostra acqua invece di accontentarsi di pochi posti di lavoro di cui beneficiano i soliti noti?

    1. Scritto da ma che dici?

      “pochi posti di lavoro di cui beneficiano i soliti noti”??!!?? e chi sarebbero? e se quel posto fosse quello con cui mantieni la tua famiglia? e tu a quale gruppo di soliti noti appartieni?

      1. Scritto da ciccio

        sono a san pellegrino da quarant’anni e si sa come funzionano le cose li … forse dovevate svegliarvi prima e essere piu solidali con chi i vostri problemi li ha gia vissuti !!! ciao

  4. Scritto da Simone Sorisole

    Vittorio Milesi è uno dei Sindaco che lavorano davvero per il territorio, con tanta capacità e tanto impegno. Ce ne vorrebbero. Grazie