BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Niente Ponteranica? La biblioteca a Impastato ora apre a Colognola

Dopo le numerose polemiche per la rimozione della targa in ricordo dell'eroe siciliano dalla biblioteca di Ponteranica, l'associazione culturale "Rosa Bianca" ha deciso di aprire uno spazio alternativo nel quartiere cittadino. Venerdì sera il taglio del nastro.

Venerdì 26 ottobre alle 19.45 verrà inaugurata nel quartiere di Colognola, in viale Enrico Fermi 6/c, la Biblioteca popolare “Peppino Impastato”. Saranno presenti all’iniziativa personalità e attivisti dell’antimafia, tra cui Umberto Santino, presidente del Centro siciliano di documentazione "Giuseppe Impastato" di Palermo, e l’onorevole Giovanni Russo Spena, già Senatore della Repubblica e presentatore della relazione parlamentare sul “caso Impastato”.

Il progetto della biblioteca popolare è nato a seguito della rimozione della targa in ricordo di Peppino Impastato dalla biblioteca comunale di Ponteranica. Un gruppo numeroso di ragazzi e ragazze, rispondendo all’appello dell’Associazione culturale "Rosa Bianca", ha così deciso di aprire uno spazio alternativo dove poter fare cultura e antimafia sociale. “Mentre la mafia violentava il nostro territorio, diventando sempre più forte e ramificata, arrivando anche ai vertici delle istituzioni, a Ponteranica il sindaco leghista decideva di togliere l’intitolazione a Peppino Impastato dalla biblioteca comunale. Una scelta vergognosa figlia di un’egemonia inculturale alla quale ci dobbiamo opporre” si legge nel volantino di presentazione del progetto, diffuso nei giorni scorsi nel quartiere.

“Apriamo questa Biblioteca per rompere il muro dell’indifferenza e dell’omertà ancora così forte in Lombardia quando si parla di mafia” ha dichiarato Ettore Trozzi, coordinatore dell’Associazione culturale ‘Rosa Bianca’ e uno dei ragazzi che animano il progetto. “Uno spazio ‘popolare’ perché apre a tutti spazi di condivisione, dibattito, confronto, speranza e rinascita con cineforum, concerti, presentazioni, assemblee e altre attività” ha concluso.

Il programma della serata è ricco e articolato. Alle 19.45 si partirà con l’inaugurazione della Biblioteca, in viale Enrico Fermi 6/c, dove verrà scoperta la targa in ricordo di Peppino Impastato e verrà tagliato un nastro tricolore. Seguirà un breve intervento di Umberto Santino e di un rappresentante del collettivo della Biblioteca. Si proseguirà quindi in corteo fino al vicino circolo ARCI di via Rampinelli 10 dove la serata proseguirà con la presentazione, alle 20.30, del libro ‘Peppino Impastato: anatomia di un depistaggio”, dialogheranno con Giovanna Pedroni, del collettivo, Umberto Santino e l’on. Giovanni Russo Spena.

La serata si concluderà, dalle 21.30, con un concerto del gruppo “Ladri di polli” che si esibiranno in un tributo a Fabrizio De André.

“Il collettivo della Biblioteca popolare ci tiene a ringraziare tutti coloro che si sono impegnati nella realizzazione di questo ambizioso progetto. Un ringraziamento particolare va all’Associazione Circolo Gramsci di Colognola, che ha deciso generosamente di condividere i suoi spazi per aprire la nostra Biblioteca, all’ARCI provinciale per la sua preziosa collaborazione e a i tantissimi cittadini, associazioni, sindacati e partiti che hanno donato in questi mesi migliaia di libri.” fanno sapere le ragazze e i ragazzi che animano questo progetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    Sveglia, la mafia è radicata da anni al NORD ITALIA. Ci vorrebbero tanti Peppino Impastato…

  2. Scritto da pippo

    i siciliani se ne stiano in Sicilia
    eroi o no che a noi non ce ne frega un bel niente di questi eroi
    hanno creato il problema della mafia ed ora vorrebbere anche essere considerati eroi
    sono e sono sempre stati solo un problema molto grosso per l’Italia……

  3. Scritto da 081

    Non capisco cosa c’entra Impastato con la realtà orobica, lontana anni luci dalla mafia…

    1. Scritto da domenico

      Scusa adesso deve andare a Sorisole a pagare il pizzo e poi ti rispondo per le rime….. torno subito!

      1. Scritto da 081

        …se torni!!! Comunque spero che tu abbia voluto cogliere l’ironia del mio post.

  4. Scritto da Indignato orobico

    Bene una buona notizia. E che fischino le orecchie al sindaco leghista di Ponteranica.

  5. Scritto da liria

    Bravi bravi bravi. Combattiamo le mafie con la cultura, l’impegno, il dialogo

    1. Scritto da berghe1981

      si combattiamo le mafie e votiamo VENDOLA… che incoerenza… quanti PIRLA che ci sono a Bergamo!!!! sveglia BAMBOCCIONI

  6. Scritto da liria

    Bravi bravi bravi. Combattiamo le mafie con la cultura